Barcellona (attrazioni)

Алан-э-Дейл       01.05.2024 г.

Capitale della Catalogna, Barcellona è uno dei centri turistici più visitati al mondo. Le persone si recano in questa località non solo per una bella abbronzatura e per il mare caldo, ma anche per vedere le attrazioni storiche. Barcellona, in Spagna, si trova nella penisola iberica ed è bagnata dal Mar Mediterraneo.

Il clima caldo e mite del Mediterraneo consente di trascorrere le vacanze a Barcellona tutto l’anno. I mesi migliori per visitare la località con i bambini sono luglio e agosto. In questo periodo il mare si riscalda fino a raggiungere una temperatura confortevole. Anche la seconda metà di maggio, giugno, settembre e l’inizio di ottobre sono mesi ideali per le vacanze. In questo periodo non fa molto caldo, ma il clima è tiepido, a fine settembre — inizio ottobre il mare è ancora caldo e i prezzi non sono così alti come in stagione. In questi mesi è bene combinare le vacanze al mare con le visite turistiche.

Se i turisti non sono interessati a una vacanza al mare e alle escursioni, è meglio andare in bassa stagione. In questo periodo ci saranno meno turisti, rispettivamente meno code nei musei e nei parchi.

Nella località si possono scegliere hotel di qualsiasi categoria, riposare vicino alla costa o un hotel situato più vicino al centro, dove si concentrano tutte le principali attrazioni.

Plaza Catalunya a Barcellona è il centro della città, dove iniziano le strade e i quartieri più famosi: Eixample, La Rambla, Quartiere Gotico e altri. Alcune cattedrali, parchi e palazzi sono raggiungibili a piedi dalla piazza.

Le vacanze a Barcellona possono essere combinate con lo shopping: ci sono grandi negozi di famosi marchi locali e internazionali. Sono concentrati soprattutto nelle immediate vicinanze della piazza principale della città. Passeig de Gràcia è riconosciuta come la via dello shopping più alla moda. Altre due vie dello shopping che partono dalla piazza sono Portal de L’Angel e Pelai.

Attenzione! I saldi si svolgono due volte l’anno, in inverno e in estate: dall’inizio di gennaio alla fine di febbraio (la prima ondata di saldi) e dall’inizio di luglio a settembre.

Barcellona, città in Spagna, attrazioni

Sulla mappa di Barcellona in russo con le attrazioni, una linea tratteggiata segna la piazza di Plaça España insieme alle strade circostanti. Al centro della piazza si trova la Cattedrale principale (Cattedrale della Santa Croce e di Sant’Eulalia a Barcellona). La Sagrada Familia, pur essendo un importante punto di riferimento di Barcellona, non è la cattedrale principale come la Cattedrale della Santa Croce. Si trova nel Quartiere Gotico della Città Vecchia.

Percorrendo la Rambla si raggiunge il famoso palazzo della musica catalana, il Gran Teatre del Liceo. In fondo alla piazza si trova il Port Vell e nell’angolo in basso a sinistra il Monumento a Colombo. A destra, sempre all’interno della piazza, si trova l’antico mercato della Boqueria.

Sulla Ronda de Sant Peri, all’esterno della piazza, si trova il «Parc de la Citadella», appena sopra l’arco di trionfo della piazza.

Il biglietto da visita di Barcellona, il tempio della Sagrada Familia, si trova nel quartiere Eixample, in Carrer Mallorca 401 08013 Barcellona. All’incrocio tra via Gracia e via Diagonal si trova la Casa Mila o La Pedrera. Non lontano, in via Gracia, si trova la Casa Batlló.

È possibile stampare una mappa dettagliata o acquistare una guida rapida.

Attrazioni di Barcellona: i 10 principali luoghi di interesse

Cattedrale della Santa Croce e di Sant’Eulalia

Non lontano da Plaza Catalunya, nel Quartiere Gotico, la Cattedrale è la sede del Vescovo di Barcellona. La costruzione della cattedrale in stile gotico, con bifore ed elementi neogotici, è iniziata all’inizio del XIII secolo; la torre principale è stata completata più di recente e sono stati aggiunti elementi neogotici. L’altezza della Cattedrale della Santa Croce è di 93 metri. Il suo aspetto, nonostante le enormi dimensioni, è caratterizzato da leggerezza e sembra arioso grazie allo stile gotico francese.

La cattedrale fu costruita in onore di Sant’Eulalia, le cui reliquie si trovano qui. Eulalia sacrificò la sua vita in nome della fede. Tutti a Barcellona conoscono l’atto di protesta della santa contro il paganesimo. Fin dall’infanzia si dedicò al servizio di Dio, portando i suoi insegnamenti al popolo. Fu martirizzata in nome della sua fede per mano dei legionari romani e da allora è annoverata tra i Santi ed è diventata la patrona di Barcellona.

Nella Cattedrale di Sant’Eulalia ci sono 26 cappelle, ognuna interessante a modo suo e contenente varie reliquie e manufatti. Nel cortile si trova una fontana attorno alla quale camminano 13 oche, che simboleggiano i 13 anni di vita della santa.

  • Passeggiando per il quartiere gotico, si può arrivare da soli alla Cattedrale.
  • In metropolitana, scegliendo la diramazione gialla L4, scendere alla stazione Haima I.
  • È possibile prendere un taxi per la Cattedrale da qualsiasi punto della città. Dalla piazza principale il costo è di 5-7 euro, dall’aeroporto di circa 30 euro*.

Indirizzo: Pla de la Seu, Barcellona.

A margine: prezzo del biglietto: al mattino, quando si svolgono le funzioni, l’ingresso è gratuito, l’ingresso alla piattaforma di osservazione sul tetto costa 3 euro, l’ingresso con biglietto dalle 12-30 alle 17-45 costa 7 euro*. Orari di visita: nei giorni feriali: dalle 08-00 alle 19-30, nei fine settimana: dalle 08-30 alle 20-00. Informazioni complete sono disponibili sul sito web.

«Parco della Cittadella

Situato a Barcellona sul sito di un’antica fortezza militare, fu costruito nel XIX secolo. Il punto di riferimento è l’Arco di Trionfo, situato nelle vicinanze. Dopo il rovesciamento della dinastia borbonica, il sito fu trasformato in un parco. La ristrutturazione avvenne non senza l’aiuto dell’allora giovane architetto Antoni Gaudì. Le mura della fortezza vennero demolite, lasciando l’edificio dell’Arsenale e convertendolo nel palazzo dove oggi ha sede il Parlamento catalano. Anche la piazza dell’Arsenale e la cappella neoclassica sono state conservate.

Mappa di Barcellona con i luoghi di interesse

Il Parco Ciutadeli, come viene anche chiamato, ospita il «Castello dei Tre Draghi», uno zoo, una cappella e musei. È possibile andare in barca sul lago artificiale, godendo di splendide viste e di un’enorme cascata. Il parco ospita numerose sculture e la fontana riproduce le famose fontane di Francia e Italia. La «Ciutadella» non è solo un parco, ma anche un giardino botanico con più di 100 specie di piante, un’oasi verde nel centro della città.

  • Prendere il tram T4 fino alla fermata Wellington.
  • Linea L4 della metropolitana fino alla stazione Ciutadella.
  • In taxi — costo tra i 5 e i 35 euro, a seconda della distanza.

L’indirizzo è Parc de la Ciutadella, Passeig de Picasso, 21 08003 Barcellona.

Nota: prezzo del biglietto: l’ingresso al parco è gratuito, mentre l’ingresso al museo geologico e allo zoo è a pagamento. L’ingresso al Museo geologico costa 3,70 euro, mentre l’ingresso allo zoo per i bambini dai 3 ai 12 anni costa 12 euro*. Orari di visita: il Museo geologico nel parco è aperto dalle 10.00 alle 18.30.

Arco di Trionfo a Barcellona

Non è un segno di grandi vittorie, è stato creato dall’architetto Josep Vilaseca i Casanovas per l’Esposizione Universale del 1888. Si trova all’incrocio di due strade, Pase de San Juan e Pase de Luis Companus. L’arco, realizzato in mattoni rossi e decorato con sculture, è alto 30 metri e largo 28 metri. La facciata dell’arco è decorata con la figura di un padrone di casa ospitale seduto su un trono che accoglie gli ospiti stranieri. In alto, al centro, si vedono le figure di leoni in piedi ai lati dello scudo con lo stemma. Sul retro si trovano le scritte «Ricompensa» e «Gloria all’Agricoltura». La strada che parte dall’Arco di Trionfo conduce al Parco della Cittadella di Barcellona.

  • Prendere la linea L1 della metropolitana e scendere alla stazione omonima.
  • In taxi.
  • A piedi da Plaça Catalunya.

Monastero di Pedralbes

Situato nell’omonima via. Fu costruito all’inizio del XIV secolo e assolveva una delle sue funzioni: ammettere alla formazione le ragazze provenienti da famiglie benestanti per diventare suore. Il monastero fu costruito per ordine del re Jaime II e di sua moglie, che in seguito ordinò di aggiungere un palazzo al monastero. La regina visse in questo palazzo per qualche tempo. Il palazzo fu poi distrutto e rimane solo il monastero.

Nota bene! Una parte del monastero è riconosciuta come il più grande chiostro gotico.

  • Dalla piazza principale prendere gli autobus 64 e 68.
  • Prendere la linea L6 della metropolitana fino alla fermata Reina Elisenda.

Il prezzo del biglietto d’ingresso è di 5 euro, i bambini sotto i 16 anni sono gratis*.

Torre Agbar

Un simbolo della nuova Barcellona, che non è ferma ma si sta sviluppando. Stanno sorgendo nuovi edifici moderni. La torre ha la forma di un’ellisse e raggiunge un’altezza di 145 metri, con 34 piani + 4 piani sotterranei. Inizialmente l’edificio doveva essere utilizzato come sede di uffici, ma ora è stato deciso che sarà un hotel. L’illuminazione a LED crea un’impressione mistica della torre.

Una nota a margine: è possibile raggiungerla in metropolitana alla stazione Glories, sulla linea rossa L1. Si trova in Av. Diagonal, 211, Barcellona.

Plaza de España

Uno dei più grandi nodi di trasporto della capitale catalana, si trova ai piedi del monte Montjuïc. È una delle piazze più belle e offre una magnifica vista sul Palazzo Nazionale. La piazza è decorata da due torri veneziane, alte 47 metri ciascuna, e da una fontana.

  • Con le linee L1, L3 e L8 della metropolitana.
  • In treno, uscita alla stazione omonima.
  • In autobus turistico.

Palazzo Nazionale, Barcellona

Si trova sul monte Montjuïc. La sua creazione è avvenuta in concomitanza con l’Esposizione Universale e oggi ospita il Museo Nazionale della Catalogna. Il palazzo si raggiunge da Plaza de España lungo Calle Regina María Cristina. Sembra essere stato costruito secoli fa, ma in realtà è stato edificato nel 1929. Si inserisce perfettamente nell’architettura del centro storico. L’edificio è costruito in stile neobarocco.

Parchi acquatici

Ci sono molti parchi acquatici in città e in periferia, il più famoso dei quali è il parco acquatico e di divertimenti di Barcellona, P ort Aventura, a Salou. Qui si trova lo scivolo più spaventoso del mondo, il Kamikaze. L’altezza della caduta libera è approssimativamente pari a quella di un edificio di 12 piani.

L’intrattenimento nel parco acquatico di Barcellona non è solo per gli adulti, ma anche per i bambini. Per i piccoli ospiti c’è una piscina a due livelli con una nave pirata al centro. Ci sono molti scivoli nel parco acquatico, si può rimanere nel parco tutto il giorno, pagando un biglietto di 29 euro per un adulto e 25 euro per un bambino.* Il parco è aperto dalle 10-30 alle 18-00, in alta stagione — fino alle 19-00.

Attenzione! Il modo più comodo per arrivare da Barcellona al parco divertimenti Aventura, situato proprio nel centro della Costa Daurada, è il treno. La distanza è di 108 chilometri.

Gatto Bolero

Il quartiere Raval ha un altro piccolo ma simpatico simbolo della città, il gatto Botero. Per 15 anni la statua non ha trovato una collocazione permanente e ora si trova alla fine del viale. Un enorme gatto di bronzo dai tratti infantili del viso e dalle forme arrotondate e del naso ammira tutti e i turisti amano farsi una foto con lui come ricordo.

L’indirizzo dell’attrazione è 18, Rambla del Raval, Barcellona. Si può raggiungere con la linea 2 della metropolitana. La fermata è Parallel.

Cattedrale della Santa Croce

«Villaggio spagnolo

Il Villaggio Spagnolo è un parco etnico sul Monte Montjuïc a Barcellona. Si tratta di un complesso di oltre 100 case che ricreano l’architettura della Spagna nelle sue diverse regioni. Sul territorio si possono trovare gioielli esclusivi, articoli in pelle e ceramiche.

Il villaggio si trova al numero 13 di Avinguda Francesc Ferrer i Guardia, Barcellona. È possibile raggiungerlo con la metropolitana, gli autobus e gli autobus turistici.

Meritano una visita anche altre attrazioni. L’architettura della Città Vecchia è interessante, con siti storici e culturali quasi ad ogni angolo. Si può godere della vista di Barcellona dai numerosi ponti di osservazione. È inoltre possibile visitare lo zoo di Barcellona e i parchi, uno dei quali ha la forma di un labirinto.

Consigli e suggerimenti di turisti e viaggiatori esperti

Per le visite turistiche è meglio acquistare i biglietti dell’autobus T10 validi per 10 viaggi: saranno più economici, anche se non avete dove mettere il biglietto del sudore. È meglio visitare le attrazioni fuori stagione per evitare le code.

Attenzione! È possibile entrare nelle attrazioni un’ora prima della loro chiusura.

Le attrazioni di Barcellona sono tantissime. E nessun turista, dopo aver visitato tutti i luoghi più belli, rimarrà indifferente alla capitale della Catalogna.

*I prezzi sono aggiornati ad agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]