Basilica di San Pietro

Алан-э-Дейл       04.04.2024 г.

La Cattedrale di San Pietro è una famosa attrazione religiosa di Roma. La basilica attira non solo i religiosi, ma anche molti altri turisti che vogliono vedere la grandezza di questo monumento.

Storia della cattedrale

Nella Città del Vaticano, la cattedrale gode di una fama particolare. Inizialmente sul colle Vaticano si trovava il circo di Nerone, dove, secondo la leggenda, fu crocifisso l’apostolo Pietro, che prima del tragico evento guidò la nuova chiesa per 25 anni. Per un secolo non si hanno notizie sul luogo di sepoltura di Pietro, ma nel 160 d.C. si parla di un monumento sulla tomba dell’Apostolo.

Un secolo e mezzo dopo, durante il regno dell’imperatore Costantino il Grande, fu possibile costruire una nuova basilica, che in seguito divenne un centro di pellegrinaggio. Qui si tennero le incoronazioni dei papi. Nell’800 vi si svolse l’incoronazione di Carlo Magno.

All’inizio del XIV secolo, il Vaticano era in uno stato deplorevole. Ciò era dovuto ai numerosi chiarimenti delle relazioni con gli aristocratici locali. Solo nel secolo successivo i problemi esistenti vennero risolti, perché iniziò la costruzione del principale tempio cristiano, che avrebbe dovuto sostituire la cattedrale.

Basilica di San Pietro

I lavori di costruzione iniziarono il 18 aprile 1506 e durarono più di cento anni. Durante questo periodo, il progetto fu modificato regolarmente. Il primo architetto, Bramante, progettò di costruire la cattedrale a forma di croce orientale. Raffaello, l’architetto successivo, voleva costruire il tempio a forma di croce cattolica, caratterizzata da una maggiore lunghezza. Nonostante questi regolari disaccordi, il progetto riuscì comunque a essere realizzato in modo decente.

Come riferimento! La cattedrale fu consacrata il 18 novembre 1626. Fu eretta secondo il progetto di Michelangelo e dei suoi allievi, tra cui Basilio. La navata centrale aveva la forma di una croce tronca. Tuttavia, il Papa ordinò di allungare la parte orientale e di completare la facciata, grazie alla quale l’oggetto acquisì un aspetto cattolico.

Durante le visite, le guide raccontano fatti interessanti della storia.

Cosa c’è di interessante nella cattedrale

Oggi l’altezza del tempio è di 136 metri, la lunghezza della navata centrale è di 211 metri. All’interno possono trovare posto senza problemi le più grandi cattedrali di molte città europee, tra cui Londra (con l’aiuto di speciali segni sul pavimento sono segnate le loro dimensioni).

La facciata e l’interno sono decorati con numerose statue di Cristo, Giovanni Battista e degli apostoli. Si possono vedere anche lapidi e monumenti di uomini di Stato, tra cui Papa Giovanni Paolo II. Tra gli oggetti più significativi c’è la Pietà, realizzata da Michelangelo.

Si può entrare nella cattedrale attraverso una delle tre porte, anche se ce ne sono cinque. Tuttavia, quella più a sinistra viene aperta solo per i funerali e viene addirittura chiamata «Porta della Morte». La porta più a destra, detta «Porta Santa», viene aperta solo una volta ogni 25 anni (che è il tempo in cui San Pietro ha governato la cattedrale). L’ingresso centrale è coperto dall’antica porta del Filareto, creata nel XV secolo e trasferita qui dalla vecchia basilica.

Interessante! Nel portico della chiesa si trovano le statue equestri create in onore degli imperatori romani che hanno difeso la chiesa.

La Cattedrale di San Pietro a Roma ospita numerose opere d’arte. Molti turisti sono interessati all’aspetto dell’oggetto religioso. In effetti, qui si trovano numerose attrazioni degne di maggiore attenzione:

  • L’altare centrale (papale) si trova sopra la tomba dell’apostolo ed è decorato con un baldacchino di bronzo, con quattro colonne di bronzo ritorte utilizzate per sostenerlo;
  • La «Pietà» si trova nella navata destra. All’inizio degli anni ’70 la scultura subì due attentati, per cui fu collocata in uno speciale cubo trasparente al riparo dai proiettili.

L’architetto più importante è Bernini, perché ha lavorato all’oggetto religioso per più di 50 anni, tutta la sua vita. Bernini è l’autore del pulpito di San Pietro, delle statue, delle logge, della maggior parte delle lapidi installate di cardinali e papi. Bernini ha anche progettato la piazza adiacente alla cattedrale.

Escursioni

L’ingresso alla cattedrale è gratuito. Tuttavia, per visitare la terrazza panoramica è necessario pagare tra i 6 e gli 8 euro*. Il prezzo dipende dalla modalità di salita: a piedi o a due terzi del percorso in ascensore. L’ascensore è l’opzione consigliata. Quando si prevede di visitare la terrazza panoramica, si consiglia di non far salire i bambini piccoli e gli anziani, che potrebbero non essere in grado di sopportare un tale carico.

Visite alla cattedrale

È possibile visitare la cattedrale con un tour organizzato. Di solito dura circa 3 ore, ma se necessario è possibile scegliere un programma più breve. Di solito si consiglia di visitare i musei e la Cappella Sistina, perché la descrizione di tali oggetti non può essere paragonata alla conoscenza personale dei luoghi. In ogni caso, le attrazioni locali fanno sì che l’architettura del Patriarcato non possa essere paragonata per grandiosità a uno dei più grandi siti religiosi d’Europa e del mondo.

Orari

Quando si pianifica una visita alla Cattedrale di Pietro in Vaticano, è possibile acquistare un biglietto e raggiungere la cima della cupola. Se si intende salire a piedi fino alla piattaforma di osservazione, è necessario ricordare che la larghezza dell’ultima sezione di gradini è di circa 50 centimetri. La salita e la discesa richiedono circa 1 ora. È possibile acquistare il biglietto in anticipo visitando il sito ufficiale e utilizzando la modalità di pagamento anticipato online.

Ulteriori informazioni! La cattedrale è solitamente aperta dalle 7 alle 19 (estate) o fino alle 18 (inverno). Il mercoledì mattina la cattedrale è chiusa ai turisti perché vi si tengono le udienze papali.

La cupola è accessibile in qualsiasi giorno. Gli orari di apertura sono i seguenti: da ottobre a marzo — 8.00-16.45, da aprile a settembre — 17.45.

All’ingresso sono in vigore misure rigorose. Ad esempio, viene utilizzato un metal detector per controllare gli effetti personali dei turisti. Anche le borse vengono controllate. È importante notare che le regole del codice di abbigliamento sono necessariamente prese in considerazione, quindi mani e piedi devono essere coperti, le donne coprono la testa, gli uomini tolgono il cappello.

Dove si trova, indirizzo, come arrivare

La cattedrale in Vaticano è caratterizzata da una posizione comoda, quindi può essere visitata senza problemi scegliendo l’itinerario migliore. I turisti a volte prenotano camere in hotel vicini, rendendosi conto che possono avere una splendida vista sul simbolo religioso.

È anche possibile utilizzare i trasporti pubblici:

  • Linea A della metropolitana;
  • autobus n. 60 e 64, 32, 49, 62, 81, 590, 271;
  • filobus n. 19.

Davanti all’ingresso della cattedrale c’è sempre una coda. Per questo motivo, è consigliabile pianificare più tempo per entrare nel tempio e scrutare le caratteristiche interne e apprezzare i tesori locali. Se si programma una prima visita ai Musei Vaticani, si può entrare nella cattedrale senza aspettare.

Quando si pianifica una visita alla migliore cattedrale d’Italia, è consigliabile pianificare il prossimo viaggio turistico tenendo conto dei desideri personali per familiarizzare con l’attrazione locale. La cattedrale dedicata a San Pietro è un’importante attrazione religiosa e culturale, per cui attira molti viaggiatori.

*I prezzi sono aggiornati al 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]