Casa dei Soviet (Kaliningrad)

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

La Casa dei Soviet di Kaliningrad è uno dei principali simboli della città. L’edificio è considerato un lungo progetto di costruzione. La sua costruzione è iniziata nel 1950. L’architetto capo della città ha partecipato alla progettazione e al controllo della costruzione. L’edificio stesso è diviso in diverse torri. L’idea dell’edificio era quella di una sede per tutti i funzionari della città. Il principio dell’edificio assomiglia a un moderno «sportello unico» dove i cittadini possono ottenere molti servizi pubblici. La costruzione dell’edificio fu terminata solo nel 90, ma non fu completata fino in fondo. Inizialmente erano previsti 28 piani, poi fu necessario realizzarne 21.

Dove si trova

La casa si trova vicino al centro della città, accanto alla piazza centrale, all’incrocio tra via Shevchenko e viale Leninsky. Quando si cammina lungo il ponte, l’edificio cattura immediatamente l’attenzione. Non ci sono altri edifici famosi nelle vicinanze. È considerato un edificio storico, ma l’atteggiamento di turisti e locali nei suoi confronti è molto ambiguo. Indirizzo: via Shevchenko 5. È impossibile perdersi sulla strada per l’edificio: anche ora, nel 2018, non ci sono praticamente edifici nelle vicinanze. Ed è impossibile confonderlo con un altro edificio.

Casa dei Soviet (Kaliningrad)

Storia, idea, realizzazione nella vita

L’edificio deve la sua costruzione al consiglio comunale. Il presidente del consiglio ordinò di costruire un edificio separato «sulla montagna», dove in seguito si sarebbero riuniti tutti i funzionari della città. Si decise di collocarlo sul sito dell’ex fossato del castello di Königsberg. Il castello stesso si trovava leggermente sul lato opposto. La storia dell’edificio iniziò nel 1950, quando fu progettato su carta. La costruzione iniziò effettivamente qualche anno dopo. Sia prima che durante la costruzione, molti dettagli furono modificati. Il risultato è stato un edificio di 7 piani in meno rispetto al progetto.

Attenzione! L’edificio non è funzionante. All’interno non ci sono uffici né spazi pubblici o istituzioni.

Al momento, i cittadini e le autorità stanno pensando a cosa fare dell’edificio. Le strade sono due: o si rianima o si demolisce.

I veri proprietari della Casa dei Soviet di Kaliningrad

Alla fine degli anni ’90 l’edificio è stato privatizzato dalle autorità locali e poi rivenduto più volte a società di costruzione. Tuttavia, le autorità e l’ufficio del procuratore hanno intentato una causa e le transazioni di vendita dell’edificio sono state riconosciute come non valide. Ciò è avvenuto perché l’edificio è stato venduto letteralmente per una cifra irrisoria: solo 7,7 milioni di rubli per un’area così vasta. Il prezzo di mercato della Casa dei Soviet era di oltre 275 milioni di rubli. In seguito, ci sono state una serie di altre transazioni e tribunali legati alla falsificazione dei documenti dei fondatori della società. Di conseguenza, nel 2016 l’edificio è stato riconosciuto come proprietà della LLC «Protor-Stroy» in una quota dell’85%. Il resto appartiene alla città.

La Casa dei Soviet sulla mappa

Importante: sebbene «Protor-Stroy» sia effettivamente proprietaria dell’85% dell’edificio, secondo i documenti una parte di esso è di proprietà di un terzo proprietario. Il suo nome non può essere rivelato, egli stesso non partecipa alla vita dell’edificio e alle udienze in tribunale.

Accordi di investimento sulla Casa dei Soviet a Kaliningrad

Sono tre le parti coinvolte nel conflitto: «Protor-Stroy», l’amministrazione comunale e il governo della regione. Si sono tenuti diversi tribunali, ma le parti non hanno raggiunto un accordo amichevole. L’amministrazione comunale vuole rimpinguare il bilancio comunale a spese dell’affitto richiesto agli affittuari dei terreni o dei singoli locali.

Poiché l’impresa di costruzioni non è impegnata nella messa in funzione dell’edificio, il governo regionale e l’amministrazione comunale hanno espresso il desiderio di dividere il lotto in parti disuguali. Ma «Protor-Stroy» non accetta questo accordo. Inoltre, l’azienda non è alla ricerca di affittuari di terreni.

L’amministrazione ha firmato un contratto di locazione di 49 anni per l’appezzamento e non potrà trarre profitto dall’affitto dei propri appezzamenti se l’azienda non agisce.

Al momento è impossibile vendere completamente la Casa dei Soviet, perché non si hanno notizie dell’ultimo proprietario. Di conseguenza, la transazione non può avvenire senza il suo consenso. L’unica opzione è venderla in parti o affittarla. Alcuni cittadini e organizzazioni consigliano di trasformare l’edificio in una casa residenziale e di destinare gli alloggi alle esigenze di famiglie numerose, famiglie con disabili e persone in difficoltà.

Chi è il nuovo investitore della Casa dei Soviet di Kaliningrad?

È necessario un investitore per mettere in funzione la Casa dei Soviet a Kaliningrad. Artplay è impegnata nella ricerca di un investitore. Questa società è la più interessata, poiché finora l’idea principale di utilizzare l’oggetto è quella di popolarlo di designer. Qualche tempo fa questa società aveva un investitore pronto, ma a causa della situazione economica ha rifiutato di partecipare all’investimento. Ora altre aziende si stanno impegnando per ottenere investimenti. Saranno necessari anche mobili e attrezzature.

La Casa dei Soviet non ha quindi un investitore pronto. Ma almeno c’è un’organizzazione interessata al futuro.

È vietato entrare nell’edificio, ma è possibile arrivarci, perché nessuno lo sorveglia. Gli estremisti lo fanno attraverso finestre rotte e smontate.

Molto spesso l’edificio è diventato noto come «monumento all’impotenza». Questo perché la storia della proprietà e della costruzione è così complicata che anche i principali avvocati, giudici ed esperti immobiliari non possono fare nulla con l’edificio: né venderlo, né trovare tutti i proprietari, né distruggerlo.

Il problema della scelta tra demolizione e manutenzione è che l’edificio ha una storia molto interessante, ma non è nuovo. Anche se dispone di moderni ascensori ad alta velocità e di un sistema di tubature di alta qualità, non è forse più vantaggioso costruire al suo posto un nuovo edificio che durerà molto più a lungo?

Attenzione! La costruzione dell’epoca era molto costosa, poiché venivano utilizzati solo i materiali migliori. Ma allo stesso tempo, la sua costruzione è assemblata in modo tale che è possibile demolire la maggior parte delle pareti interne senza danni. Così l’edificio può ospitare una grande varietà di oggetti.

A che punto è la costruzione della Casa dei Soviet?

L’ultimo restauro e le riparazioni estetiche sono stati eseguiti per il 750° anniversario della città nel 2005. L’interno dell’edificio è stato quasi ultimato. In realtà, l’edificio è completato. I lavori più recenti non sono stati eseguiti quando la costruzione è stata interrotta al 95%. Prima della messa in funzione, dovranno essere eseguiti ancora alcuni lavori. In primo luogo, sostituire le vecchie finestre con altre nuove e inserire finestre dove non ce ne sono. In secondo luogo, ridipingere i graffiti sui muri all’esterno e all’interno dell’edificio. È necessario almeno un piccolo parcheggio nell’area vicina al palazzo. Alcuni residenti saranno contrari a parcheggiare vicino all’area verde, ma se l’edificio diventerà residenziale o adibito a uffici, i posti per le auto saranno necessari.

Non si sa cosa succederà alla Casa dei Soviet. Ci saranno negozi e alberghi, sarà un edificio per uffici o un edificio residenziale? La Casa dei Soviet è una vera assurdità e una delle migliori creazioni dell’URSS. Il suo design non è certo unico, ma la storia e i vantaggi economici dell’edificio impediscono la decisione di demolirlo.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]