Castello di Chambord

Алан-э-Дейл       27.03.2024 г.

Chambord — Francia, tutti hanno letto nell’infanzia libri che parlano di moschettieri, re, guerre tra duchi e baroni. Oggi il turista ha l’opportunità di visitare da solo o con un’escursione gli antichi castelli. Visitare la Francia darà al viaggiatore le impressioni del romanticismo e permetterà di conoscere la sua storia e la sua cultura.

La visita alla Torre Eiffel, al Louvre e alla Cattedrale di Nostra Signora di Parigi è un’esperienza indimenticabile. I turisti vengono in Francia per rilassarsi dalle preoccupazioni e dagli affanni sulle sue coste azzurre. Le città più popolari da visitare sono Tolosa, Nizza, Bordeaux e Marsiglia. La lingua principale per la comunicazione nello Stato è il francese, ma in diverse aree esistono dei dialetti.

Castelli di Francia: destinazioni turistiche

Versailles è considerato un famoso castello della Francia. Si trova a venti chilometri dalla parte sud-occidentale di Parigi. Ha un parco e dei giardini aperti al pubblico tutti i giorni. Il prezzo del biglietto è compreso tra i venti e i ventisette euro*.

Lo Chateau de Chambord come gioiello del Rinascimento francese

La costruzione del castello di Chambord iniziò nel 1519. Dopo ventotto anni è stato possibile terminare la sua costruzione. Le sue caratteristiche principali sono considerate una scala a chiocciola, l’architettura. Il castello di Chambord fu costruito su ordine del re Francesco I come residenza per la caccia. La fortezza che sorgeva qui fu distrutta. Nel nuovo luogo si iniziò a costruire una fortezza nello spirito del Rinascimento e delle tradizioni dell’architettura francese.

Castelli di Francia destinazioni turistiche

All’interno del castello si trova un museo della caccia e della natura. Sono presenti armerie, dipinti, oggetti d’arte a tema venatorio. Il principale vantaggio del castello è la sua architettura, che si combina con il paesaggio circostante. La presenza di guglie e torri sul tetto fa sembrare la struttura un paese giocattolo. È decorato con merletti e motivi di ardesia per tetti. Nella parte centrale si trova una torre — mastio. Ai lati si trovano torri di guardia. Il vantaggio principale della fortificazione è la scala, progettata da Leonardo da Vinci.

Le volte della scala sono decorate da salamandre scultoree. In cima alle scale si trova una terrazza — un pergolato, da cui si può vedere il tetto del castello. Il castello ha quattrocentoquaranta stanze, trecentosessantacinque camini, settantasette scale. La superficie totale del parco intorno al castello è di 5540 ettari. È la metà della superficie di Parigi.

Il castello di Chambord è la perla del Rinascimento francese.

Nell’epoca del Rinascimento in Francia nascono l’assolutismo e l’umanesimo, c’è la voglia di esplorare il «mondo sconosciuto», compaiono nuovi modi di stampare, di fare architettura, di fare scultura. Si sviluppano le regole del galateo e dell’oratoria. Parigi diventa un centro di cultura e di politica. Dall’inizio del XVI secolo, la corte del re divenne la più famosa dell’Europa occidentale.

Il castello di Chambord sulla mappa della Francia. Storia del castello

Fu eretto per il re francese Francesco I come luogo di caccia. Un altro scopo della costruzione della tenuta è considerato la sua vicinanza all’amante del re. Sul sito del castello sorgeva la tenuta del conte di Blois. Fu demolita per ordine del re. La costruzione fu sospesa dopo la sconfitta delle truppe del monarca nella battaglia di Pavia. I lavori furono ripresi nel 1526. Il progetto del monarca prevedeva l’aggiunta di due ali alla parte centrale del mastio, sul lato. Una di queste doveva ospitare l’alloggio del monarca.

Storia di Chambord

Il mastio fu completato nel 1539. Nel 1544 fu completata l’ala est e un anno dopo furono aggiunti un ingresso all’esterno e una scala a forma di vite. Il monarca attribuì grande importanza alla costruzione della sua residenza, ma non riuscì a viverci a lungo. La residenza fu completata durante il regno del Re Sole. Luigi XIV si fermava spesso al castello con la sua corte.

Nella seconda metà del XVII secolo, Molière faceva parte dell’entourage del re quando questi si recava al Palais. Organizzò le produzioni di «Monsieur de Poursonnac» e «Les Misérables en noble». Dal 1730 al 1733 il palazzo cessò di essere un luogo di soggiorno per i monarchi. Al loro posto visse il sovrano di Polonia Stanislaw Leszczynski, che perse il trono. Successivamente, nel 1745, la tenuta passò al maresciallo Moritz di Sassonia.

Dopo la Rivoluzione francese, la residenza fu saccheggiata. Dopo l’ascesa al potere di Napoleone, il palazzo fu regalato al maresciallo Berthier per i suoi servigi. In seguito, il palazzo fu ribattezzato «Principato di Wagram». Fu così chiamato in onore del luogo in cui fu conquistata la vittoria.

Interessante. Nel 1821, la fortezza fu data al Duca di Bordeaux, che però non poté viverci dopo essere stato esiliato. Nel 1883, il palazzo fu ceduto agli eredi Borbone di Parma.

Nella prima metà del XX secolo, il palazzo fu acquistato dallo Stato. Dopo l’acquisto, furono demoliti i solai delle strutture inferiori delle fortificazioni. Le mansarde furono demolite e il palazzo fu riportato al suo aspetto rinascimentale.

Come raggiungere il castello da soli e con una visita guidata: cosa vedere, orari

Per raggiungere il castello è necessario acquistare il biglietto del treno TGV online o alla biglietteria. Il treno parte dalla stazione ferroviaria di Austerlitz. Il prezzo del biglietto online è di dieci euro, mentre se lo si acquista alla stazione ferroviaria costa ventuno euro. Il viaggio dura circa un’ora e mezza. Una volta usciti dalla stazione di Austerlitz è necessario scendere alla fermata di Blois. Qui ci sono autobus che portano i viaggiatori ai palazzi desiderati. È possibile raggiungere l’attico dalla stazione ferroviaria di Montparnasse a Parigi. È possibile acquistare il biglietto presso la biglietteria o online. Dopo aver raggiunto Saint-Pierre-des-Cource, è necessario prendere un autobus per Blois.

Come raggiungere il Castello di Chambord

Orari di visita:

  • Vigilia di Natale (25 dicembre);
  • All’inizio del nuovo anno (31 dicembre);
  • Con l’inizio del nuovo anno (1° gennaio);

Orari di ricevimento:

  • Dal 2 gennaio al 31 marzo, e successivamente dal 1° ottobre al 31 dicembre, dalle nove del mattino alle cinque di sera;
  • Dal 1° aprile al 30 settembre dalle nove del mattino alle sei di sera; {SPACE}
  • La biglietteria chiude mezz’ora prima della fine del complesso residenziale.

Il costo della visita all’attico è di:

  • Per gli adulti 11 euro;
  • Per i turisti di età inferiore ai 18 anni l’ingresso è gratuito;

Cosa vedere a Shambord:

  • Una performance con luci, audio e video. Si chiama «sogno e fuoco» e si svolge durante la stagione estiva. Il costo dello spettacolo è di 13 euro;
  • Uno spettacolo di cavalli che si tiene dall’inizio di maggio alla fine di settembre. La durata dello spettacolo è di quarantacinque minuti. Il costo, insieme alla visita al castello, è di venti euro;
  • Nel sottotetto si tengono mostre di pittori famosi. Si svolgono dall’inizio di aprile alla fine di settembre;
  • Giochi d’amore e combattimenti tra renne maschio e femmina. Questo evento è chiamato «Animal Show». Inizia a metà settembre e dura fino al 6 ottobre. È possibile assistere allo spettacolo per un massimo di tre ore. Il prezzo della visita è pari a trentacinque euro;

Consigli e suggerimenti di turisti e viaggiatori esperti

Consigli e suggerimenti per la visita al Castello di Chambord

Cosa c’è da sapere quando si visitano i castelli di Parigi

  • Prima di visitare i tour da soli, è possibile porre una domanda su «REVIEW.ru». Persone competenti, che hanno già partecipato alle escursioni, vi aiuteranno a decidere sull’acquisto dei biglietti, sulla scelta di un hotel economico, a consigliare un posto dove mangiare durante il viaggio;
  • È più conveniente acquistare il biglietto per la visita al chertoge per via elettronica. Se si paga con carta o portafoglio elettronico, è necessario stamparlo su una stampante. Il foglio stampato sarà un pass per visitare il palazzo;
  • Il biglietto dell’autobus per i castelli non deve essere buttato via, dà diritto a un certo sconto.

Nota bene: le visite ai castelli, prenotate in Russia, costano circa 185 euro. L’escursione autogestita da Parigi alla Fortezza della Loira costa cinquanta euro.

Riassumendo, vorrei aggiungere che coloro che vogliono sentire l’atmosfera del Medioevo, apprezzeranno la visita alle residenze dei re francesi. Potranno godere della vista di antichi edifici culturali, di enormi complessi di parchi, di vedere da vicino animali selvatici.

*I prezzi sono aggiornati a settembre 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]