Catalogna (Spagna)

Алан-э-Дейл       06.05.2024 г.

Da molto tempo tra i viaggiatori provenienti dalla Russia e da tutto il mondo, una delle destinazioni turistiche più attraenti e popolari è la Spagna, e in particolare le località locali — la Catalogna. È il principale oggetto del turismo del Paese e una delle principali fonti di reddito per l’erario. La città principale e più grande è Barcellona, la capitale della comunità autonoma della Catalogna, come viene attualmente chiamata questa regione.

Ulteriori informazioni sulla Catalogna

La regione comprende molte piccole città e diverse province:

  • Barcellona;
  • Girona;
  • Lleida;
  • Terragona.

La comunità autonoma si estende su una superficie di oltre 32.000 chilometri quadrati. La popolazione utilizza il catalano e lo spagnolo per comunicare, con l’occasionale e rara lingua aranese parlata da alcune minoranze nazionali. La popolazione è di 7,5 milioni di persone.

Che cos’è la Catalogna in Spagna è una domanda che ogni viaggiatore che intende visitare la regione si pone. Storicamente, la Catalogna fa parte della Spagna, ma è un’autonomia. La regione ha la sua cultura, i suoi costumi e le sue peculiarità di vita, diverse da quelle nazionali del Paese, per cui c’è un gran numero di popolazione e politici radicalizzati, il cui interesse è quello di accettare l’indipendenza della regione e la completa separazione dallo Stato spagnolo. Queste idee sono da tempo ben radicate sul territorio e nella testa della popolazione. Sono stati fatti ripetuti tentativi di ottenere l’indipendenza, ma finora senza successo. Al momento il conflitto non è in una fase calda, ma è molto probabile che i tentativi di separare la regione continuino.

Comunità autonoma di Catalogna Spagna, mappa e posizione.

Il territorio comprende la regione autonoma della Catalogna, un dipartimento dei Pirenei orientali appartenente alla Francia. La popolazione considera parte delle proprie terre anche la regione della Catalogna settentrionale, che si trova in Francia.

Molti anni prima di Cristo, i primi ad abitare il territorio furono i nativi dell’Africa, chiamati Iberi. In seguito, si insediarono i Greci e poi i Cartaginesi. In seguito, per lungo tempo le terre furono conquistate e colonizzate dai Mori, che furono poi soppiantati dai Franchi, che sono gli antenati degli attuali catalani. L’anno ufficiale della fondazione della Catalogna è il 988.

Ulteriori informazioni! Il primo tentativo di secessione e indipendenza risale al 1871, ma fallì e la regione rimase parte della Spagna. Ci furono tentativi successivi negli anni ’30. Dal 1979 ha lo status di autonomia. L’ultimo tentativo di secessione risale al 2017, quando le autorità hanno indetto un referendum che però è stato riconosciuto illegale dalle autorità spagnole. Il 90% della popolazione ha votato a favore della secessione e dell’accettazione dell’indipendenza della regione.

Attrazioni

Grazie alla sua ricca storia e al gran numero di nazionalità ed etnie che un tempo abitavano la terra, la Catalogna ha una storia ricca e un numero enorme di attrazioni e siti del patrimonio. Il contributo della regione alla letteratura, alla musica e alle arti visive è immenso. Barcellona, in Catalogna, è un modello di arte nella pianificazione urbana e nella costruzione di strutture ed edifici.

Nelle arti visive, gli autori più famosi sono Salvador Dalì e Antoni Tapies. I luoghi più popolari da visitare sono il Museo Salvador Dalí a Figares, nella provincia di Girona, e il Museo d’Arte Moderna di Barcellona, oltre al Museo Nazionale d’Arte Catalana.

In termini di architettura, Barcellona, dove ha lavorato il grande architetto Antoni Gaudí, è inequivocabilmente in cima alla classifica. Tra le attrazioni si consiglia di visitare la Cattedrale della Sacra Famiglia, costruita secondo il progetto di Gaudí, la Casa Batlló e il Quartiere Gotico. Per gli appassionati, c’è il Palazzo della Musica Catalana. Per gli amanti dello shopping, si consiglia una visita al Mercato della Boqueria di Barcellona. Anche la Fontana del Canto e il Monastero di Monserrat sono tra le attrazioni principali.

Capitale della Catalogna

La capitale e la città più grande è Barcellona. Dopo Madrid, è la seconda città più popolosa della Spagna e la decima in tutta Europa. Più di 3 milioni di persone vivono in città.

L’insediamento si trova a breve distanza dalla città di Valencia, nota per le sue vacanze al mare.

Barcellona Catalogna, vista notturna della città

Nota bene! La capitale della regione è famosa per il suo clima mite, la temperatura media estiva non supera i 25 gradi Celsius, e gli inverni sono abbastanza confortevoli, la temperatura non scende quasi mai sotto gli zero gradi Celsius.

La città è ricca di attrazioni, un contributo particolarmente grande è stato dato dall’architetto Gaudì, i cui oggetti si trovano in tutto il territorio e sono molto apprezzati dai turisti. Elenco dei siti progettati dall’architetto:

  • Casa di Vicens;
  • Padiglioni di Villa Güell, Pedralbes;
  • Palacio Güell, Barcellona — Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO;
  • Scuola del Convento di Santa Teresa;
  • Chiesa della Sagrada Familia;
  • Casa Calvet;
  • Casa de Figueres in rue Bellezguard;
  • Parco Güell — Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO;
  • Casa Batlló;
  • Casa Mila — Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO;
  • La scuola parrocchiale della Sagrada Familia.

La città ospita il Barcellona, la squadra di calcio più popolare al mondo, nel famoso stadio Camp Nou, di cui sono tifosi tutti i catalani e uno spagnolo su tre.

Mappa regionale ed escursioni

Lo sviluppo dei trasporti della regione e il gran numero di turisti provenienti dalla Russia consentono di pianificare il proprio itinerario di viaggio. I trasporti ferroviari e in autobus, molto ben sviluppati, permettono di raggiungere facilmente destinazioni balneari popolari come la Costa Brava e la Costa Dorada. Per gli amanti delle vacanze in montagna, è possibile visitare facilmente il piccolo Paese di Andorra. Qualsiasi guida, così come le informazioni su Internet, elencano gli itinerari più convenienti e i prezzi.

Importante: poiché ci sono molti uffici di escursioni che offrono i loro servizi nella regione, non è un problema trovare un’escursione per qualsiasi momento e al prezzo necessario. Ogni hotel ha un proprio banco escursioni nelle hall, dove un addetto vi informerà sulle attrazioni e sulle possibili escursioni, oltre a scegliere un orario conveniente.

Suggerimenti e consigli dei viaggiatori esperti

Per visitare la Catalogna, i viaggiatori esperti consigliano di scegliere solo uffici di fiducia per la prenotazione di biglietti aerei e hotel.

Per risparmiare, si consiglia di prenotare e acquistare:

  • All’arrivo, sarà molto utile acquistare la Barcelona Card: si tratta di una carta speciale per i viaggiatori, che consente di risparmiare sulle visite ad alcune attrazioni, ha buoni sconto per caffè e ristoranti e dà diritto ai trasporti gratuiti. Il costo dipende dal tempo che si intende trascorrere a Barcellona. È possibile prenotare online all’indirizzo . Il sito contiene una descrizione in russo.
  • Barcelona City Pass. Una tessera turistica con la quale è possibile visitare alcune attrazioni senza fare la fila e gratuitamente, prenotare trasferimenti dall’aeroporto o verso alcune attrazioni.

È inoltre possibile prenotare online e in anticipo i biglietti per quasi tutti i musei e altri luoghi di interesse. In questo modo si evitano le code e si risparmia tempo.

La Catalogna è uno dei leader dell’industria turistica non solo in Spagna, ma anche nel mondo intero. Più di 20 milioni di turisti visitano la regione ogni anno. Un sistema di trasporti ben sviluppato facilita gli spostamenti tra le attrazioni, mentre un gran numero di hotel, ristoranti e caffè permette di non preoccuparsi di trascorrere le vacanze in un’atmosfera rilassata.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]