Cibo a Creta

Алан-э-Дейл       03.04.2024 г.

Creta è un’isola greca davvero straordinaria, situata nel cuore del Mar Mediterraneo, che offre ai suoi ospiti più di 270 giorni di sole all’anno. L’antica e misteriosa città di Heraklion, la lunga costa con un’alternanza di scogliere e sabbia dorata, il mare dolce e, naturalmente, la ricca cultura di quest’isola così importante per gli imperi bizantino e ottomano attirano gli intenditori di bellezza da tutto il mondo. Naturalmente, 4 mila anni di storia non potevano lasciare l’arte gastronomica di Creta senza traccia, e oggi i turisti che passeggiano per le stradine della capitale possono godere appieno dei capolavori della cucina continentale e mediterranea.

Per quali prodotti Creta è famosa

Ogni Paese ha i propri prodotti nazionali che vengono prodotti in abbondanza grazie all’abbondanza di materie prime. Ad esempio, nei Paesi asiatici è diffuso il riso, negli Stati Uniti il mais e a Creta si trovano grandi quantità dei seguenti prodotti:

  • Il prodotto tradizionale dell’isola, conosciuto fin dall’antichità, è lo squisito olio d’oliva, che viene prodotto ovunque, in quanto l’isola possiede intere piantagioni di ulivi, per i quali il clima è ideale e possono dare frutti tutto l’anno. Va notato che la relativamente piccola Creta produce un terzo del volume totale di questo prodotto in tutta la Grecia. Gli isolani conservano con cura le ricette dell’olio e le tramandano di generazione in generazione, e il prodotto di migliore qualità si trova in numerosi monasteri cristiani.
  • Un altro prodotto anticamente conosciuto è il pane speciale «paximadia», cotto in forni speciali secondo antiche ricette. La pasta impastata e modellata viene prima cotta fino a diventare crostosa, come è nostra abitudine, e poi, una volta raffreddata, viene rimessa in forno. Ciò è dovuto all’elevata umidità dell’isola, che fa ammuffire rapidamente il prodotto, mentre a Creta viene servito come pangrattato fresco, poiché tutta l’umidità in eccesso viene eliminata.
  • Famosi formaggi greci a pasta molle, compresi formaggi unici prodotti solo a Creta. Il più famoso è la Graviera, che viene stagionata in speciali grotte sulle montagne dell’isola per un periodo fino a sei mesi e a volte anche più. Esiste anche un prodotto altrettanto squisito: la Malaka, che è la stessa Graviera, ma solo pronta per il consumo, senza alcuna stagionatura, e ha il sapore della tradizionale «Mozzarella» italiana, così attivamente aggiunta alle pizze.
  • Le arance cretesi, che crescono ovunque, sono arancioni, succose e dolci.
  • Cozze, gamberi di varie dimensioni, pesci di mare, polpi, calamari e altri frutti di mare, pescati attivamente nel Mediterraneo e subito sugli scaffali senza essere congelati.

Una taverna a Creta

Da questi prodotti apparentemente semplici, naturalmente con l’aggiunta di altri ingredienti, gli abitanti di Creta preparano meravigliosi piatti nazionali, che nessun turista ha il diritto di non provare.

Cibo che vale la pena provare

I gusti di ognuno sono diversi, ma la cucina nazionale di Creta è concepita in modo che tutti, indipendentemente dalle proprie preferenze, debbano provare almeno una volta un piatto che non hanno mai assaggiato prima. Di seguito sono elencate le principali voci del menu di qualsiasi ristorante cretese che vale la pena ordinare:

  • Lumache bollite in salsa di verdure e fritte in olio d’oliva «Hohlii», che vengono tradizionalmente consumate con un arrosto di verdure locali, anch’esse cotte in olio d’oliva.
  • Quasi tutti i turisti, almeno una volta nella vita, hanno mangiato la «bruschetta», una fetta di pane secco tostato con sopra verdure, salsa e formaggio. La cucina cretese ha anche un piatto simile chiamato dakos, fatto solo con formaggi locali, pomodori e olio d’oliva con erbe piccanti.
  • I piatti di carne sono meravigliosi sull’isola, come l’agnello al vino bianco o con uno stufato cremoso di formaggio cretese fuso chiamato Mizithra.
  • Gli isolani amano anche arrostire un agnello intero nel forno, per poi tagliarlo già finito direttamente nel piatto dell’ospite. Il piatto viene cucinato con erbe aromatiche e salse tradizionali a base di olio d’oliva.
  • Inoltre, qualsiasi taverna offrirà al viaggiatore la carne più fresca sulla brace — agnello, pollo, maiale, pesce e frutti di mare; i nomi di questi piatti sono «Apaki», «Lukaniko» o «Souvlaki». Molto simili al tradizionale kebab caucasico.
  • Qualsiasi piatto a base di frutti di mare pescati a Creta — cozze, gamberi, aragoste, polpi, ecc.
  • Un piatto molto originale ed esotico per i nostri connazionali, da assaggiare è la «Kakkavia», ovvero l’orecchio di pesce con olio d’oliva, cipolle, limone e spezie.

Importante: naturalmente questo non è l’intero elenco della cucina cretese, e la scelta gastronomica è molto più ampia in ogni ristorante. Cucina cretese: cosa provare? Un turista durante la sua vacanza può tranquillamente gustare una serie di piatti, senza ripetersi una volta durante le 2 settimane.

Alcol a Creta

Cosa provare a Creta a partire dall’alcol? L’isola è ricca di alcolici e, poiché nel corso della sua storia non ci sono stati pregiudizi sul consumo di alcolici, i produttori di vino sono fioriti, producendo sia vini che liquori attraverso la distillazione di diversi distillati di frutta e cereali. Per questo motivo, tra gli alcolici di Creta, sono popolari i seguenti marchi:

  • «L’ouzo è il liquore più popolare a Creta. La bevanda è disponibile in diverse gradazioni, dal 20% al 40%, ed è prodotta con anice e una ricca collezione di erbe, oltre a noce moscata e cannella. Viene venduta in quasi tutti i negozi dell’isola e nei ristoranti al costo di 3 euro* per 0,3 litri di bevanda.
  • La vodka all’anice «Raki», conosciuta nella vecchia Antalya, e la sua variante «Tsipuro» sono state prodotte tradizionalmente a Creta e da lì si sono diffuse in tutto il mondo. Il prezzo è praticamente lo stesso di «Uzo»: circa 3…4 euro* a bottiglia.
  • I monaci locali hanno inventato una bevanda straordinaria mescolando i gamberi di fiume con il miele, riscaldandola poi su un fornello e trasformandola in una sorta di analogo del vin brulé, chiamato «Rakomelo». Questa bevanda è particolarmente apprezzata in inverno, in caso di pioggia e vento forte.

  • Nessuna vacanza in Grecia e nelle isole può prescindere dalla famosa «Metaxa», molto conosciuta dalla popolazione russa. Si tratta di un’acquavite ottenuta dalla doppia distillazione del distillato d’uva con ulteriore invecchiamento in botti di rovere. Una bottiglia della metaxa più semplice, con una durata di conservazione di 3 anni, costa nei negozi di Creta circa 13…15 euro *.
  • Sull’isola greca di Chios cresce un arbusto appartenente alla famiglia dei pistacchi, dalle cui foglie si produce il cosiddetto mastice, un denso estratto aromatico mescolato con alcol. Il risultato della preparazione è il noto liquore venduto sull’isola di Creta — «Mastiha». Il costo di una bottiglia è di circa 10 euro*.
  • Un liquore forte e molto dolce infuso con acquavite d’uva, con aggiunta di zucchero, cannella e spezie, chiamato «Tentura». La bevanda viene preparata per diversi mesi o addirittura anni e costa circa 20…30 euro* a bottiglia.

Molto apprezzati sono anche i vini di Creta, famosi in tutto il mondo per il loro bouquet e per l’abbinamento con vari piatti. I vini dell’isola sono stati prodotti fin dall’antichità e oggi non occupano le ultime posizioni nelle classifiche mondiali:

  • Kretikos Boutari — vino rosso o bianco, semi-dolce.
  • Peza — rosso o bianco secco.
  • Dafnes — vino rosso prodotto vicino a Heraklion.
  • Sitia — un vino rosso secco proveniente dal centro di Creta.
  • Vini fatti in casa — ampiamente disponibili in quasi tutte le fattorie dell’isola o nei monasteri.

È importante che il vino di Creta sia ricco di sapore, aspro e senza impurità polverose aggiunte, che non si trovano da nessuna parte. I vini vengono invecchiati a lungo, quindi è naturale vedere sul bancone un’annata del 2009. Tuttavia, nonostante l’esclusività della bevanda, il suo prezzo raramente supera i 3…6 euro* per una bottiglia standard da 0,75 litri.

Costo dei pasti in ristoranti e taverne a Creta 2018

Prezzi dei caffè a Creta — 2018. Anche i prezzi del cibo sull’isola, così come i conti dei ristoranti, sono relativamente bassi, a meno che non si tratti di prodotti importati, che vengono consegnati via mare e il loro prezzo aumenta molto a causa del trasporto. Il cibo a Creta — menu e prezzi sono elencati di seguito:

  • Le colazioni a Creta, così come in tutti i paesi dell’Europa meridionale, sono molto scarne e consistono in pane tostato, formaggio, frutta, burro, tè o caffè e talvolta un bicchiere di succo di frutta. Il costo di un tale set in hotel varia spesso da 5 a 15 euro, a seconda della categoria dell’istituto. Trovare dove fare colazione per strada a quell’ora è quasi irreale. Se si dividono i prezzi per i prodotti, si scopre che il caffè costa 2…3, una focaccia o un panino 2…3, l’omelette — 3…4, lo yogurt — 2…3 euro per unità.

Shish kebab a Creta

  • Prezzi nelle taverne di Creta. Il pranzo in quasi tutte le istituzioni di Heraklion va dai 20 ai 30 euro per adulto, più spesso per uomo. Quindi, per un’insalata chiedete circa 5, per gli antipasti freddi — 1…3, per la zuppa (a seconda del ripieno) — 3…6, per i piatti caldi di carne o pesce (non in assortimento) — 10…15 euro. Tuttavia, i ristoranti offrono sempre grandi pasti combinati al costo di 20…30 euro per 4 persone.
  • In quasi tutti i quartieri dell’isola, soprattutto nelle zone costiere, si trovano sempre fast food come «McDonald’s». In questi posti i prezzi sono un po’ più alti del solito nel nostro Paese: un hamburger costa circa 4 euro, le patatine fritte 2 euro, le bibite gassate 2 euro. Quindi, uno spuntino complesso per una famiglia di 2 persone costerà 16…20 euro.
  • Cosa mangiare a Creta in Grecia? Una buona cena è la chiave per una buona notte di sonno e un giorno successivo felice. Si cena abbondantemente, spesso con vino e altri alcolici, e nelle taverne c’è musica dal vivo e spettacoli con danze nazionali. I prezzi nelle taverne e nei ristoranti sono approssimativamente i seguenti: pesce assortito — 20, carne — 10, insalata greca — 6, agnello — 11, piccoli kebab — 4, pasta — da 5, pizza da 10 a 15, vino della casa — 5 euro per una porzione.

In generale, una buona cena abbondante per due persone costa circa 40…60 euro con vino o birra della casa.

I piatti esotici a base di pesce fresco sono molto più costosi, in quanto il peso è per 1 kg di prodotto crudo ed è: aragosta — 60, fargi — 50, triglia — 35 euro al kg. Tuttavia, la resa non supera il 40% del prodotto finito rispetto al peso pagato.

Importante: le porzioni nelle taverne sono così grandi che la maggior parte dovrebbe essere ordinata sulla base di un piatto per due persone.

Prezzi degli alimenti nei negozi cretesi 2018

Prezzi dei prodotti alimentari a Creta 2018. Nel caso in cui i turisti soggiornino in alberghi o pensioni di città, dove non vengono forniti pasti, è possibile risparmiare molto denaro se si cucina a casa e si acquistano cibi crudi nei negozi e nei mercati. Il prezzo di questi ultimi è indicato di seguito:

  • Frutta — banane, arance, angurie — 1, fragole — circa 10, ciliegie 2, pesche — 3 euro per 1 kg.
  • Verdure — patate, pomodori 1…2, cetrioli, cipolle — 1, olive, olive — 4 euro per 1 kg.
  • Latte — 1,8 euro al litro, formaggio, a seconda della stagionatura — 5…12 euro per 1 kg, pane — 1…2 euro per pagnotta, uova — 3 euro per 1 dessert, salsiccia 15…30 euro per 1 kg, pasta da 0,5 a 1,5 euro per confezione da 500 gr.
  • Carne — manzo 8, pollo 7, maiale — 6 euro per 1 kg.
  • Olio d’oliva — a seconda della marca e del metodo di produzione — da 5 a 20 euro per 1 litro.

Alcolici forti a Creta

Quasi tutti i prodotti di Creta sono caratterizzati da freschezza e naturalezza, pochissimo surgelati, in quanto quasi tutti i prodotti sono sempre in abbondanza e possono essere acquistati almeno ogni giorno. Pertanto, il turista dovrebbe acquistare prodotti per non più di 1…2 giorni, poiché il resto può deteriorarsi rapidamente, soprattutto perché i prezzi degli alimenti a Creta non sono così alti.

Consigli alimentari per i turisti che viaggiano a Creta

Tutti i turisti alle prime armi prima di recarsi all’estero, soprattutto in luoghi in cui non sono ancora stati, si pongono molte domande, tra cui l’alimentazione. A questi cittadini si può consigliare quanto segue:

  • Praticamente tutti i cibi a Creta non sono piccanti e possono essere mangiati dai bambini senza restrizioni, a meno che, ovviamente, non ci siano reazioni allergiche.
  • Non fissatevi su un solo locale, anche se ha molte raccomandazioni.
  • All’estero vale la pena di mangiare il più possibile quei piatti che da noi scarseggiano e da noi abbondano, per assaggiare qualcosa di nuovo.
  • In un ristorante o in un bar, non abbiate paura dei nomi strani e della varietà del cibo, perché è meglio provare il maggior numero possibile di opzioni diverse in un breve periodo di tempo per farsi un’idea più precisa della cultura.
  • Nei ristoranti di pesce è sempre meglio chiedere il costo dei piatti sul menu, sia per porzione che per unità di peso, perché molto spesso il conto può essere una spiacevole sorpresa.

Olio d’oliva a Creta

In conclusione, vale la pena di notare che P. S. Creta, così come tutta la regione di Creta, è un’isola che non ha bisogno di essere visitata. Creta, così come tutta la Grecia, è un vero paradiso gastronomico per i buongustai. «La Grecia ha tutto» — dice un vecchio proverbio, ed è proprio vero, soprattutto se un turista è venuto in un luogo ricco di anima per gustare una deliziosa cena nazionale. Formaggi, olive, verdure fresche, un’abbondanza di piatti di carne e pesce preparati in modo diverso, deliziosi dessert, noci, gelati e vini eccellenti saranno sempre presenti nel menu di ogni caffè o taverna.

*Tutti i prezzi sono aggiornati al 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]