Cosa vedere a Parigi in 3 giorni da soli

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

Parigi è considerata una delle città più attraenti per il turismo in Europa, che solo nel 2017 è stata visitata da oltre 28 milioni di persone provenienti da diversi Paesi e continenti. «La ciliegina sulla torta» la chiamano i francesi, e ogni viaggiatore che è stato a Parigi almeno una volta sarà d’accordo con questa affermazione.

Un mese non è sufficiente per vedere tutte le attrazioni della città così ricca di storia, che è ugualmente bella in ogni stagione: in inverno e in estate, bellissima in primavera e in autunno.

Cosa vedere a Parigi in 3 giorni da soli senza l’aiuto di una guida?

Giorno 1: le attrazioni principali

Il primo giorno nella capitale francese dovrebbe essere dedicato alla conoscenza della città. Fate un tour a piedi e visitate le principali attrazioni che vi vengono in mente quando si parla di Parigi.

Campi Elisi

Noti per il gran numero di boutique di marchi mondiali, pochi turisti sanno che l’ampio viale è la via principale delle parate della capitale.

Sfilata del Giorno della Bastiglia

Ad aprile si svolge qui l’annuale Maratona di Parigi, a maggio i parigini e gli ospiti della capitale si divertono con una mini-parata, il 14 luglio si svolge la tradizionale marcia del Giorno della Bastiglia, ad agosto chi lo desidera può unirsi ai partecipanti del carnevale tropicale. Nella serie di marce estive, i francesi hanno il tempo di partecipare alla parata del Gay Pride. Anche l’ultima tappa del popolare Tour de France si svolge sugli Champs-Elysees. A dicembre, le numerose sfilate sono sostituite da una fiera natalizia.

Arco di Trionfo

Il gioiello della corona degli Champs Elysees è l’Arco di Trionfo. Il monumento fu costruito in onore delle vittorie dell’esercito di Napoleone e su suo ordine. Dalla piattaforma di osservazione in cima all’Arco di Trionfo si può godere di un’incredibile vista sugli Champs Elysees e sui viali centrali di Parigi.

Il Louvre

La «fucina dei re di Francia» è di gran lunga il palazzo più lussuoso e il museo più famoso di oggi. I segni distintivi del Louvre sono la Gioconda e la Venere di Milo. Per vedere tutte le sale del palazzo non basta un mese. I visitatori scelgono le sale espositive che vogliono visitare sul diagramma.

La Cattedrale di Nostra Signora di Parigi

Se non vi fermate a lungo al Louvre, il primo giorno di familiarizzazione con le principali attrazioni di Parigi potete avere il tempo di visitare la cattedrale, diventata leggenda grazie al romanzo del famoso scrittore francese Victor Hugo. Il ponte di osservazione di Notre-Dame de Paris offre una vista panoramica della Torre Eiffel, della Senna e dei quartieri del centro di Parigi.

Notre-Dame de Paris

Importante: per vedere più attrazioni in un tempo più breve, vale la pena di utilizzare l’autobus turistico a due piani con piattaforma aperta. Gli autobus sono dotati di audioguide in 11 lingue, tra cui il russo. Il tour dura 2 ore e 20 minuti.

Torre Eiffel

Dopo una visita molto faticosa al Louvre e agli altri siti parigini, vale la pena di fare una pausa con una gita in barca lungo la Senna. Oppure, armati di una bottiglia di champagne o di vino e di panini alla baguette francese, recatevi al Champ de Mars. In entrambi i casi, il viaggiatore potrà rilassarsi e ammirare il simbolo più riconoscibile di Parigi, la Torre Eiffel.

Attenzione: la torre è particolarmente bella di sera, quando si illumina. Per i primi 10 minuti di ogni ora, infatti, la Torre Eiffel brilla di ulteriori luci lampeggianti, come se fosse vestita di un abito da sera scintillante.

Cosa vedere a Parigi in 2 giorni

Il secondo giorno del vostro soggiorno nella capitale francese può essere iniziato prendendo confidenza con la metropolitana di Parigi, poiché dovrete vedere gli oggetti lontani dal centro. Il layout della metropolitana di Parigi è intricato a prima vista, ma una volta presa confidenza, viaggiare in metropolitana diventa più facile.

Difesa

La linea 1 della metropolitana porterà i viaggiatori nel più grande centro d’affari d’Europa. Defence è l’analogo francese di Manhattan. Qui lavorano 150.000 impiegati. Il momento migliore per visitare Defence è la mattina dopo le 9, quando gli impiegati si recano sul posto di lavoro. Tuttavia, non è solo un quartiere d’affari, ma anche il più grande centro commerciale, che vi delizierà con sculture moderne ed esposizioni del famoso museo dell’auto.

La Grande Arche e la scultura moderna della Difesa

Montmartre

Lasciato nella memoria il «settore d’oro» della Defence, si può utilizzare la stessa metropolitana per andare in un altro «oggetto» lontano dal centro di Parigi, che si può esplorare fino a tarda sera.

«Chi non ha visto Montmartre non ha visto Parigi», amano ripetere i francesi. Questo è uno dei pochi luoghi della capitale che ha conservato il fascino di un tempo. Qui vivono ancora oggi artisti e musicisti famosi, artisti e lavoratori dell’arte. Ai piedi di Montmartre si trova il cabaret più famoso del mondo, il Moulin Rouge.

Passeggiando per le strade di Montmartre

Basilica del Sacro Cuore

In cima alla collina si trova la cattedrale cattolica del Sacré-Coeur, che stupisce per le sue dimensioni. Sia Montmartre che il Sacré-Coeur sono chiamati dai francesi «il tetto di Parigi». Il ponte di osservazione della basilica offre una vista panoramica di Parigi.

Cabaret Moulin Rouge

Il famoso Mulino Rosso non solo ha conservato le tradizioni del secolo scorso, ma le ha anche moltiplicate nei secoli successivi. Qui ancora oggi le signore ballano il cancan, lo champagne schizza nei bicchieri degli spettatori riconoscenti e questi lasciano il famoso cabaret, avendo ricevuto un piacere estetico dalla serata trascorsa al Moulin Rouge.

Altre attrazioni di Parigi da vedere

Attrazioni della città a cui un viaggiatore dovrebbe prestare attenzione e visitarne alcune:

  • Casa degli Invalidi, costruita su ordine di Napoleone, con un’esposizione dedicata al suo fondatore. Ospita anche la tomba con le ceneri di Napoleone;
  • Gli amanti della pittura dovrebbero visitare i Musei d’Orsay e dell’Orangerie, che contengono le migliori collezioni di opere dei famosi impressionisti e post-impressionisti;
  • gli intenditori apprezzeranno il Museo Auguste Rodin e le sue famose sculture;
  • passeggiare per le accoglienti strade del Quartiere Latino, sedersi con una tazza di caffè in uno dei bistrot, osservando la vita misurata e senza fretta dei parigini.

Importante: gli appassionati di scatti panoramici «a volo d’uccello» non devono perdere tempo per salire sulla Torre Eiffel. Per questo, dovreste prestare attenzione alla Torre di Montparnasse, alta 200 metri, i cui due ponti di osservazione offrono una vista ipnotica di tutta Parigi.

Giorno 3: quartieri di Parigi

Dopo essere arrivati a Parigi in tre giorni, cosa vedere da soli? — I turisti che visitano la capitale francese per la prima volta si chiedono cosa vedere. «I suoi dintorni», — consigliano i viaggiatori più esperti.

L’esplorazione dei dintorni di Parigi dipende interamente dal fatto che i turisti viaggino con o senza bambini. Nel primo caso, la famiglia si recherà alla famosa Disneyland, dove resterà fino a tarda sera. Nel secondo caso visiteranno sicuramente la residenza di campagna dei re francesi — Versailles.

Versailles

La Reggia di Versailles è un lussuoso insieme di palazzo e parco, visto il quale lo zar Pietro il Grande rimase così impressionato da ordinare di ricreare ciò che aveva visto a Peterhof. Il palazzo è sia un’antica residenza reale, divenuta museo, sia un edificio statale, dove si tengono le sessioni congiunte del Senato e dell’Assemblea Nazionale.

Una volta arrivati a Parigi, i turisti confessano di essere incredibilmente attratti dall’antica città con la sua atmosfera romantica, la sua pomposa grandezza e la sua incantevole bellezza, e questo li porta a separarsi dalla capitale per un po’.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]