Cosa vedere a Venezia

Алан-э-Дейл       27.03.2024 г.

Venezia è una città di canali, gondolieri e un gran numero di turisti. Raggiungere la città sull’acqua, studiare l’incredibile architettura, conoscere la cultura veneziana e assaggiare insolite prelibatezze è un’escursione per la quale la vita non basta, ma se avete l’opportunità di visitare questa incredibile città su 118 isole almeno per 1 giorno, non dovreste perdervela.

Naturalmente, è impossibile vedere tutte le attrazioni di Venezia in un giorno da soli o anche con la migliore guida, ma bisogna prestare attenzione agli angoli più suggestivi e impressionanti o semplicemente famosi.

La caratteristica principale di Venezia è che ci sono attrazioni dappertutto, senza bisogno di una guida turistica o di un accompagnatore. Potete semplicemente vagare per le strade, spostandovi da un’isola all’altra e ovunque vi imbatterete in qualcosa di nuovo e sorprendente. Non dovrete chiedervi cosa vedere a Venezia. Dovete vedere tutto!

Una Venezia colorata attende i suoi ospiti

Le attrazioni principali

Anche se cercate di vedere Venezia in un giorno, dovrete iniziare dal Canal Grande. Anche un semplice giro in gondola lungo il Canalazzo vi permetterà di vedere le grandiose facciate dei principali monumenti della città sull’acqua, nonché di osservare da vicino i famosi ponti di Rialto e degli Scalzi, il ponte dell’Accademia e il ponte della Costituzione.

Quando si pensa a cosa visitare a Venezia, non si può non pensare a Piazza San Marco con l’omonima cattedrale. Quando si passeggia per il quartiere e si osservano i piccioni, è bene verificare se è possibile dar loro da mangiare. La presenza di cibo per piccioni in vendita non significa che sia consentito dar loro da mangiare. Per evitare multe, è meglio chiedere alle forze dell’ordine se è consentito dare da mangiare ai piccioni nella piazza principale della città.

Una passeggiata a Venezia non è completa senza una visita a Palazzo Ducale. È uno degli edifici più belli e misteriosi della città. Qui si tessevano intrighi, si preparavano trame e si suggellavano destini. È possibile svelare gli antichi misteri con una visita guidata, ovviamente non gratuita.

Importante: i biglietti possono essere prenotati per evitare le code, ma costeranno il doppio.

Palazzo Ducale senza code, venditori e piccioni

Da non perdere è la Biblioteca dei colori Orsoni. Telefonando in anticipo si può prenotare una visita guidata gratuita in cui gli ospiti vengono introdotti all’unica fornace di smalto sopravvissuta e viene mostrata la magnifica biblioteca dei colori.

Cos’altro c’è da vedere a Venezia se non l’Isola di San Giorgio Maggiore? È il panorama più famoso del Canal Grande e di San Marco, raffigurato su metà delle cartoline di Venezia. Vale sicuramente la pena di vederlo di persona. Inoltre, qui si trova l’omonima cattedrale che, oltre alla sua storia secolare e all’atmosfera particolare, contiene opere del Tintoretto. Tra queste c’è «L’ultima cena». Una grande opportunità per unire non solo il bello, ma anche il grande.

Dove andare a Venezia per vivere la pittura e la storia?

Il Museo dell’Accademia! Possiede la più grande collezione di dipinti di artisti dal XIII al XVIII secolo. Inoltre, il Museo dell’Accademia è riconosciuto come uno dei migliori in Europa. Il museo ha un sistema flessibile di promozioni e sconti, per cui è possibile risparmiare sull’escursione specificando in anticipo il calendario delle promozioni. Ad esempio, i turisti di età inferiore ai 18 anni entrano gratis al museo, mentre l’ingresso gratuito è previsto anche per le signore nella Giornata Internazionale della Donna e per le coppie nel giorno di San Valentino.

Un altro museo affascinante è l’Arsenale di Venezia, un pezzo di storia navale. Storie interessanti e belle foto sono assicurate

Luoghi da non perdere

Il principale luogo turistico è Piazza San Marco, dove si trovano alcuni dei più famosi monumenti di Venezia. Non è necessario pagare un tour per fare un giro a piedi dell’isola. Su internet sono disponibili numerosi audio tour che introducono i turisti alla storia e all’architettura dei principali luoghi turistici. Molti di essi sono gratuiti, quindi non è necessario spendere soldi per un tour di questo tipo. Inoltre, con la vostra audioguida personale, potrete fermarvi più a lungo in un determinato luogo, invece di correre dietro a un gruppo di turisti.

La stessa tecnica con le audioguide può essere utilizzata quando si visitano vari musei. Certo, non potrete fare domande, ma conoscere personalmente le opere d’arte, piuttosto che in compagnia di una dozzina o due turisti, ne vale sicuramente la pena.

Un luogo turistico molto popolare, ma allo stesso tempo controverso, è l’isola di San Michele, conosciuta come l’isola del cimitero. Qui sono sepolti molti personaggi famosi, tra cui i più noti sono Igor e Vera Stravinskij, Joseph Brodskij e Sergei Diaghilev.

L’incantevole ma spaventoso San Michele

Ovunque vogliate andare a Venezia, probabilmente dovrete navigare. Per esempio, potete raggiungere l’Isola dei Morti con il vaporetto, un tram fluviale. Le linee #4.1 e #4.2. Le stesse linee fanno il giro di tutta l’isola di Rialto e toccano l’isola di Murano, dove si può passeggiare e fermarsi al negozio di souvenir per acquistare prodotti realizzati con il famoso vetro di Murano.

Attenzione. Per risparmiare sul viaggio, è possibile acquistare un pass turistico universale. Sono in vendita varianti per 1, 3 e 7 giorni. Per i bambini sotto i 6 anni il viaggio è gratuito.

Un altro luogo per il quale una guida non è assolutamente necessaria è l’isola di Burano. Le linee #9, #12 e N sono linee notturne, attive dopo le 23.30. Il colorato quartiere dei pescatori è una visita obbligata se siete di cattivo umore. Le case colorate e variopinte vi solleveranno il morale anche in caso di maltempo. Inoltre, Burano è famosa per i suoi merletti. In realtà è piuttosto difficile trovare merlettaie autentiche e il loro lavoro costa una bella somma. L’unico concorrente indiscusso del merletto di Burano è il vetro di Murano, ma se avete qualche centinaio di euro in tasca, perché non concedervi un capolavoro del genere?

Se il vostro viaggio cade in estate, il primo luogo da visitare è l’Isola del Lido, che ospita le famose spiagge di Venezia.

Percorso a piedi per le principali attrazioni di Venezia

Creare un itinerario personalizzato a Venezia per 1 giorno è abbastanza facile, basta aprire una mappa e tracciare delle linee da un punto turistico all’altro.

Quasi tutti gli itinerari è meglio che inizino da Piazza San Marco: l’accessibilità dei trasporti da questo punto della città vi permetterà di raggiungere quasi ogni angolo dell’isola più remota.

Ecco quindi il percorso dei luoghi turistici più significativi di Venezia, che possono essere percorsi a piedi:

  • Piazza San Marco. Belle immagini, piccioni, folle di turisti e caffè costosi. Se arrivate alle 6-7 del mattino, potete cogliere l’incredibile silenzio e l’impressionante atmosfera di antichità e privacy. Inoltre, si lascia più tempo per il resto dell’itinerario.
  • Le colonne di San Marco e San Teodoro e la riva. Una splendida vista sul canale, sul molo con molte gondole e sulle colonne più famose di Venezia. Le colonne hanno una storia che è pronta per essere condivisa dagli abitanti del luogo, un’occasione imperdibile per visitare questo luogo popolare.
  • Palazzo Ducale. Le gallerie, l’armeria e le prigioni aprono le porte agli ospiti alle 8.30 del mattino. I biglietti possono essere prenotati in anticipo. Una visita a questo mix di valore storico e culturale è d’obbligo.
  • Ponte dei Sospiri. Famoso per la sua triste storia. Su questo ponte venivano condotti i prigionieri per l’esecuzione. I più impressionabili faranno meglio a godersi lo squisito ponte barocco.
  • Campanile. Una splendida vista sulla città per chi non teme i gradini e il costo del biglietto. Aperto dalle 9.00.
  • Cattedrale di San Marco. Si può vedere l’esterno a qualsiasi ora del giorno e della notte, visitare l’interno solo dalle 10.00.
  • Ponte di Rialto. Il più bello, il più famoso, il più.
  • Palazzo Dolfin-Manin. Un antico palazzo italiano, ora sede di una banca. Ma è visitabile gratuitamente.
  • Palazzo Contarini del Bovolo. Un’incredibile struttura gotica con una scalinata che fa invidia alla Torre di Pisa. Non si trova su tutte le pubblicazioni stampate con la dicitura «guida di Venezia». Se non riuscite a trovarlo da soli nei vicoli vicino al Ponte di Rialto, dovete chiedere alla gente del posto.

Palazzo Contarini del Bovolo. L’importante è non soffrire di vertigini

  • Cattedrale di Santa Maria Gloriosa dei Frari. Un’altra cattedrale che ospita opere d’arte oltre allo spirito santo. L’ingresso alla basilica costa 3 euro (1,5 euro per la concessione). Oltre alle opere di Tiziano, si può semplicemente ammirare l’architettura gotica, che merita. Aperto dalle 9.00.
  • Ponte degli Scalzi. Un altro dei 4 ponti sul Canal Grande.
  • Venezia Santa Lucia. La stazione ferroviaria. Se vi annoiate di Venezia, potete comprare un biglietto per Milano.
  • Il Ponte della Costituzione. Ovvero il Quarto Ponte. Il più criticato, il meno bello, il più scandaloso. Devo assolutamente esprimere la mia opinione. È davvero così fuori luogo rispetto all’architettura di Venezia?
  • La Chiesa di San Barnaba. Il moderno museo delle macchine di Leonardo da Vinci.
  • Il Museo dell’Accademia. Dipinti dal Medioevo al Rinascimento. Tiziano, Canaletto e Tiepolo. Aperto dalle 8.15.
  • Ponte dell’Accademia. L’ultimo ponte sul Canalazzo.
  • Santa Maria del Giglio. Di nuovo una chiesa. Questa volta in stile barocco e con una tela di Rubens come ciliegina sulla torta.
  • Museo d’Arte Veneziana in Piazza San Marco. La tappa finale del tour a piedi di Venezia. Potrete ammirare ancora un po’ di arte prima di ritirarvi in albergo. Aperto dalle 10.00 alle 19.00.
  • Giardini Reali. Un’occasione per rilassarsi all’aria aperta e godere della vista sul Canale di San Marco.
  • Molo dei traghetti. Luogo di partenza per «casa» o per le altre isole veneziane.

Nota! È possibile creare i propri itinerari per le altre attrazioni di Venezia ed estemporanei, l’importante è non avere paura di uscire dal sentiero e cercare nuovi percorsi non battuti dai turisti e poi le domande su cosa fare e dove andare a Venezia, non visiteranno mai la vostra testa.

Tuttavia, Venezia in un giorno non è la stessa cosa che stare a Venezia per una settimana. Se avete anche solo una piccola possibilità di soggiornare nella città più bella d’Italia per un paio di giorni, dovreste coglierla.

*I prezzi sopra indicati sono aggiornati a settembre 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]