Creta (attrazioni)

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

L’incredibile isola, scelta dagli dei per vivere, attira ogni anno migliaia di turisti. Siti antichi e polis moderne, discoteche rumorose fino al mattino e la vita tranquilla dei villaggi di pescatori, grotte profonde e laghi di montagna — e questi non sono tutti i luoghi in cui dovreste andare a Creta. Quindi: Creta! Isola! Attrazioni!

Eccola qui: la città di Ercole

Ogni luogo di questa antica città ricorda gli dei dell’Olimpo. Qui si concentrano molte delle attrazioni di Creta che vale la pena vedere per innamorarsi per sempre di questa meravigliosa isola.

A spasso per Heraklion

La prima menzione di questa città risale al I secolo d.C. Fu chiamata così in onore dell’eroe Eracle. Nel Medioevo Heraklion è passata alla storia come una delle più grandi città del Mediterraneo che deteneva schiavi.

Attenzione! Con un clima non molto caldo, una passeggiata da nord a sud non richiederà più di un’ora e mezza.

L’isola di Creta si è unita alla Grecia solo nel XX secolo.

Palazzo di Cnosso

Uno dei siti più interessanti di Creta, il Palazzo di Cnosso, meglio conosciuto come «Labirinti del Minotauro», si trova a 10 chilometri da Heraklion. Il mito del Minotauro e dei suoi labirinti è qui letteralmente confermato. L’architettura del palazzo, risalente al periodo di massimo splendore della civiltà minoica, è ricca di stanze nascoste, vicoli ciechi e corridoi infiniti.

Koules

Questa fortezza si erge sulle scogliere proprio sul molo. Il dibattito sulla sua età è in corso da molto tempo, poiché qui sono stati ritrovati troppi reperti di epoche diverse. In anni diversi è stata una prigione (al piano terra c’è ancora un ricordo), una fortezza difensiva (lo spessore delle mura raggiunge i 9 metri) e un luogo di compravendita di schiavi. Oggi vi si tengono eventi culturali e festival.

Informazioni utili! L’ingresso alla Fortezza di Kules costa 3 €*, ci sono anche visite guidate in russo e in inglese. Il prezzo dell’escursione è di 10 €. In estate la fortezza è aperta per le visite fino alle 15:00 ora locale, in inverno — fino alle 19:00.

Museo archeologico

È una delle principali attrazioni di Heraklion. Qui è raccolta la più grande quantità di testimonianze della civiltà minoica. Alcuni oggetti del museo risalgono a oltre 7.000 anni fa. Si trova in via Xanthoudidou 2, a Heraklion.

Il prezzo del biglietto è di 6 € per gli adulti e 3 € per i bambini.

Ogni turista non potrà perdere l’occasione di visitare il Museo Archeologico.

I templi di Heraklion

È noto che l’isola di Creta appartiene alla Grecia, le cui principali attrazioni sono i monumenti della cultura cristiana.

  • La chiesa di Santa Caterina risale al I VI secolo, ma in varie epoche in questo sito si trovavano una moschea turca, una chiesa del Sinai e persino (nel tardo Medioevo) una scuola di iconografia. Qui hanno imparato il mestiere famosi pittori di icone e artisti. Le culture bizantina e veneziana sono strettamente intrecciate nell’architettura dell’edificio.
  • Il monastero di Paliani (VI secolo d.C.) si trova a 20 km a nord di Heraklion, a un’altitudine di 280 metri. È un convento attivo dedicato all’Assunzione della Vergine Maria.
  • Il Monastero di Sant’Irene è un altro monastero femminile. La data esatta di costruzione non è stata stabilita, ma è compresa tra il IX e il XII secolo. Uno dei più ricchi rappresentanti dello stile architettonico veneziano e della cultura italiana, è aperto ai turisti dalle 11:00 alle 15:00 ora locale, tranne nei fine settimana.
  • Il Monastero di Nostra Signora di Hodegetria si trova a sud-ovest di Heraklion. La Madonna di Hodegetria è considerata la patrona dei viaggiatori (è chiamata anche Madonna della Guida). Un luogo molto pittoresco con una ricca storia e cultura.
  • Il monastero di Vrondisiu (XIII secolo) si trova a un’altitudine di 550 m sul livello del mare ed è famoso per il fatto che qui iniziò a creare il grande pittore di icone Michele Damasceno. I turisti possono vedere la sua cella dipinta. Durante il Rinascimento era il centro culturale e spirituale di Creta.

L’antica Heraklion, con 4.000 anni di storia alle spalle, si muove con sicurezza al passo con i tempi.

Magnifico «museo» cinque

Museo marittimo

Una visita al museo dedicato al regno di Poseidone sarà un regalo indimenticabile anche per un bambino. Situato a est nel porto di Hania, racconta e illustra la gloriosa storia della Grecia, non solo in mare, ma anche sulla terraferma. Oltre al complesso principale (un edificio a due piani con 2.500 reperti), il museo dispone di diverse banchine in cui sono ricreate le navi che solcavano il Mediterraneo nei lontani tempi dell’antichità: trimotori e persino una replica di una nave minoica.

Il prezzo del biglietto «adulto» è di 4 €, quello «bambino» di 3 €.

Interessante! Il museo presenta una collezione unica di conchiglie esposte in diverse dimensioni e colori. I turisti possono anche entrare nei modellini di navi e stare al timone.

Museo El Greco

Nel villaggio di Fodele (26 km a ovest di Heraklion) si trova la casa-museo dove nacque e visse il famoso pittore rinascimentale El Greco (Domenikos Theotokopoulos). Vi sono molte copie dei dipinti del pittore. Il cuore del museo è lo studio di El Greco, dove sono stati creati i capolavori del mondo in anni diversi.

Museo storico di Creta

È più noto ai turisti come museo storico ed etnografico. Costruito come casa privata «di lusso» all’inizio del XX secolo, su progetto di Konstantinos Tsantirakis, è diventato un museo storico negli anni Venti. Decorate con scene dell’Iliade e dell’Odissea, le pareti si armonizzano con le mostre dell’epoca. L’intera storia di Creta e della Grecia in particolare è presentata qui in 25 sezioni su una superficie di 1500 metri quadrati. Di particolare interesse è l’esposizione di antiche mappe e manoscritti ritrovati su pergamena.

Il prezzo del biglietto è di 5 € e di 3 € per bambini e studenti.

Museo dei Lichnostatis

Visitare l’isola di Creta, i cui luoghi sorprendono e stupiscono per il loro valore storico, e non visitare il Museo Lychnostathis è semplicemente inaccettabile. Questo sito storico alla periferia di Hersonissos è un museo naturale all’aperto unico nel suo genere. Questa proprietà privata, che si estende su un ettaro di terreno, è un supporto visivo alla vita e alla cultura di Creta.

Fate attenzione! Qui è possibile diventare un artigiano greco, come un fabbro o un vasaio, a pagamento. Cucinate voi stessi i piatti tradizionali greci o scendete in una cantina per scoprire i misteri della nascita del vino. Potrete anche assumere il ruolo di un pastore.

Il prezzo dipende dalla stagione. Il fine settimana è il sabato. I turisti sono accolti dalle 9 alle 14 (ora locale).

Città Museo di Gortina

Il Museo di Gortina è un luogo da non perdere a Creta. Gli scavi in questa città storica sono iniziati nel 1884 e sono ancora in corso. Finora non hanno dato una risposta esatta alla domanda su quanto sia antico l’insediamento. Si sa che nel I-V secolo d.C. era già la capitale con più di 50 mila abitanti. Fu la prima città cristiana di Creta con la chiesa dell’apostolo Tito, mentore dell’apostolo Paolo. La città cadde in mano agli arabi nell’824, ma numerosi resti di fortezze ed edifici di epoche diverse testimoniano la sua grandezza.

I turisti possono vedere le rovine dell’antica acropoli e/o apprezzare le dimensioni dell’enorme teatro romano del I secolo d.C., un tempo a 12 ordini — oggi ne rimangono solo 3 — o leggere il Codice delle Leggi di Gortyna, un codice di leggi scolpito nella roccia.

Suggerimento: il complesso museale di Gortina presenta numerose attrazioni di epoche diverse. Pertanto, è meglio chiedere l’aiuto di una guida che conosca il russo.

Gortina è una tappa obbligata dell’itinerario turistico

«Scoperte «autoguidate

I luoghi migliori di Creta non sono sempre quelli scelti dalle agenzie di viaggio o dai numerosi turisti. I luoghi migliori sono quelli scelti dal cuore di ogni viaggiatore. È un sogno che diventa realtà trovare un luogo che sia vicino al proprio cuore e al proprio spirito. Molte proposte interessanti e allettanti per le vacanze a Creta sono offerte dalle agenzie di viaggio, ma ci sono luoghi che dovrebbero essere esplorati in modo indipendente, e non «sotto la direzione» di una guida.

Attenzione! Un viaggio indipendente tra vacanze al mare ed escursioni può essere fatto in un luogo insolito come la Grotta di Zeus.

Grotta di Zeus

Per chi non ha ancora deciso cosa vedere a Creta, c’è una grotta scoperta nel XIX secolo durante gli scavi sui monti Diktya. Molti oggetti di culto, un altare e utensili ecclesiastici, che risalgono al secondo millennio a.C., indicano direttamente che questo era il luogo dei sacrifici a Zeus il Tonante. Una leggenda narra che Rea (madre di Zeus) lo salvò in questa grotta da Crono (padre di Zeus, che uccide tutti i suoi figli).

Attenzione! È meglio arrivare qui da soli, ordinando un’auto o noleggiandone una. Sulla strada per il villaggio di Psichro, dove si trova la grotta stessa, si trovano tipici villaggi greci con chiese, laboratori artigianali, campi e vigneti.

È possibile prendere i mezzi pubblici (gli autobus numero 545 e 1345 portano al villaggio di Psihro solo nei giorni feriali).

Il prezzo di sola andata è di 6 €. Nel villaggio vi verrà offerto di «cavalcare» 1,5 km su un asino fino all’ingresso della grotta. Il prezzo è di 10 € per la sola andata e di 15 € per le due tratte.

Creta senza guida

Cosa visitare a Creta se le attrazioni turistiche vi annoiano? Nessun tour offre la possibilità di godersi la musica del tramonto, di sentire il sole sfrigolare mentre affonda lentamente nell’acqua fresca. Non si può stare in mezzo alla folla in momenti come questo, tanto meno con una guida che grida con un accento. Durante un viaggio non turistico attraverso città e villaggi come Ayia Galini, Ierapetra, Matala, l’isola di Chrissi, vale la pena di pernottare «accidentalmente». Nel villaggio di pescatori orientale di Ayia Galini (o in qualsiasi altro) si può chiedere di uscire in mare con i pescatori.

Proprio come Atlantide

Un’intera città portuale commerciale che è andata sott’acqua nel giro di poche ore durante un terribile terremoto nel 365 è ora diventata una mecca per i subacquei dilettanti. Ogni anno si registrano file di turisti per tentare la fortuna alla ricerca di monete Olus. Non esiste una data di nascita esatta di Olus.

Molte anfore, monete e altri manufatti sono letteralmente sparsi sul fondale marino vicino a Heraklion, ma la differenza nelle date di origine confonde ancora di più gli scienziati. Dopo tutto, alcuni di essi potrebbero essere finiti sul fondo a causa del naufragio di una nave carica di «tributi» provenienti da un altro Stato.

È così facile trovare la «propria» Atlantide al largo di Creta

Una parte della città è ancora sulla terraferma e, con il bel tempo, la città fantasma fa capolino dalle profondità, si può persino camminare intorno ad essa.

Solo quando si è sull’isola di Creta si può capire perché gli dei si siano stabiliti qui. Non esiste nessun altro luogo in cui montagne con laghi a picco e grotte che arrivano in fondo al mare siano così armoniosamente vicine. Qui antichità e modernità si completano in modo sorprendente. E la bella e rumorosa vita delle città non disturba la pace dei tranquilli villaggi di pescatori.

* I prezzi sono validi per agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]