È possibile fumare in aereo: i motivi del divieto in Russia

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

È possibile fumare in aereo: questa domanda viene posta da molte persone che hanno una dipendenza dalla nicotina. In tempi relativamente recenti, la questione del fumo in aereo non si poneva per definizione. Era possibile fumare, come dimostrano i restanti cartelli «Vietato fumare», accesi durante l’atterraggio o il decollo, e i posacenere situati nei braccioli.

Motivi del divieto di fumo

Le stesse compagnie aeree indicano due motivi principali per cui ai cittadini non è consentito fumare nella cabina dei voli:

  1. Per motivi di sicurezza antincendio. Anche un non fumatore sa che una sigaretta non accesa può portare a conseguenze molto spiacevoli. Non è difficile immaginare cosa può accadere se si verifica un incendio nello spazio ristretto di un aereo che vola in quota. Già solo per questo fattore, la domanda «perché non si può fumare in aereo» dovrebbe scomparire.
  2. La seconda ragione è un’atmosfera scomoda per gli altri passeggeri. Non molti adulti gradiscono che a poca distanza da loro ci sia qualcuno che fuma, ma non bisogna dimenticare i bambini. È stato da tempo dimostrato dal punto di vista medico quanto il fumo passivo sia dannoso per l’organismo.

Dove tutto è iniziato

Il primo politico a introdurre un divieto nel suo Paese, nel 1988, fu il Presidente Ronald Reagan. All’epoca, il fumo fu vietato non solo a bordo dei trasporti aerei, ma anche nei luoghi pubblici. In quegli anni la cosa provocò una grande ondata di indignazione e disaccordo. Ma c’era anche un sufficiente sostegno pubblico all’idea. La proposta di legge di Reagan fu accolta dalle compagnie aeree europee. Il divieto di fumare in aereo arrivò in Russia solo nel 2002. Naturalmente, la popolazione russa non poteva accettare così facilmente la restrizione. Per molto tempo i fumatori si sono chiusi nelle toilette, hanno bloccato i rilevatori di fumo e si sono goduti una sigaretta. Le aziende di trasporto hanno dovuto imporre sanzioni severe per evitare che questo genere di cose accadesse.

Il divieto di sigarette elettroniche si applica anche a

C’è la percezione che lo svapo faccia molto meno male dei prodotti del tabacco. «Cosa c’è di male se fumo vapore?» — è una frase comune dei vapers. In sostanza, non c’è alcuna differenza. Purtroppo, le sigarette elettroniche sono vietate negli aerei proprio come le sigarette normali. Ma questo tipo di sigarette viene trattato con molta più calma dal personale dell’aereo. Si può sempre chiedere alla hostess se si può fumare l’iqos in aereo. Di solito il personale risponde con calma alla domanda: «posso fumare iqos o sigarette senza fumo». Ma allo stesso tempo viene proposto al passeggero di spostarsi in una stanza separata o dietro un paravento.

Importante: se il volo viene effettuato su aerei di compagnie asiatiche o arabe, è meglio avere pazienza fino alla fine del volo. Il personale di questi Paesi ha un atteggiamento molto negativo anche nei confronti del fumo di svapo. E, di conseguenza, questa occupazione può finire con una multa. Ci sono anche compagnie aeree straniere che non vietano l’uso di vapes a bordo, ma solo se sono stati acquistati dall’assistente di volo durante il volo.

È possibile portare le sigarette elettroniche in aereo?

Come già accennato, le sigarette elettroniche non causano sul territorio della Federazione Russa la stessa negatività delle sigarette con nicotina. Se si può portare una sigaretta elettronica in aereo è una domanda interessante anche per chi ne fa uso.

È possibile importarle in altri Paesi, ma devono essere trasportate nel bagaglio. C’è un limite al numero di sigarette aicos e alle loro ricariche. In caso contrario, è possibile insospettire i funzionari doganali nel desiderio di contrabbandare merce da vendere. I dispositivi elettronici possono essere portati a bordo tra gli effetti personali o nel bagaglio a mano.

Importante: non si può trasportare più di un litro di liquido per la ricarica del dispositivo. Allo stesso tempo, il liquido deve essere versato in recipienti di massimo cento millilitri.

Trasporto di dispositivi «senza fumo» tra i bagagli

Le compagnie aeree internazionali o «international airlines» vietano il trasporto di un vape elettronico e del suo caricatore tra i bagagli. Pertanto, questo dispositivo deve essere collocato nel bagaglio a mano. Tale divieto si applica non solo ai passeggeri, ma anche ai dipendenti della compagnia aerea. Il divieto si applica anche ai dispositivi mobili e alle apparecchiature a batteria. Trasportare una svapata in aereo tra i bagagli può portare al surriscaldamento della batteria all’interno del dispositivo e causare un incendio. Inoltre, le norme di trasporto vietano di ricaricare i dispositivi elettronici durante il volo. Pertanto, alla domanda: «È possibile portare le sigarette elettroniche in aereo?», la risposta è sì, ma solo tra gli effetti personali o nel bagaglio a mano.

È consentito fumare in classe business?

La risposta a questa domanda è esattamente la stessa. È vietato fumare in qualsiasi compartimento dell’aereo. Alcuni vettori stranieri fanno un’eccezione in questo caso, consentendo ai passeggeri della classe business e della prima classe di fumare un narghilè.

Quali sono le sanzioni in caso di violazione della norma

Sanzioni per chi fuma in aereo

Come già detto, fumare nella cabina o nella toilette di un aereo può comportare multe. Per il 2018, l’importo della multa può arrivare fino a 50.000 rubli. Naturalmente, gli stessi dipendenti della compagnia aerea non possono decidere la sanzione. Questo può essere fatto solo da un funzionario pubblico (agente di polizia). E se alla violazione dell’ordine si aggiunge il fatto che sono stati causati danni alla proprietà della compagnia aerea, in questo caso all’aeromobile, per esempio, bruciature sull’oggetto, allora attraverso il tribunale sarà recuperato anche il risarcimento. I rappresentanti dell’ufficio del pubblico ministero sono coinvolti nel caso. Nella pratica giudiziaria si sono verificati casi in cui per una sigaretta fumata una persona è stata accusata fino a trecentomila rubli. La domanda sorge spontanea: vale la pena rischiare di incorrere in multe così salate?

Come e dove pagare la multa

Se la sentenza è stata emessa, e nelle mani di una ricevuta di pagamento della sanzione, è possibile:

  • recarsi in una filiale bancaria e pagare in contanti o con bonifico bancario;
  • trasferire il denaro sul conto del beneficiario attraverso l’armadietto personale della banca online;
  • effettuare il pagamento presso un terminale o uno sportello automatico;
  • pagare attraverso il sito web dei servizi statali;
  • è possibile pagare anche tramite portafogli internet.

Importante: vengono concessi trenta giorni per il rimborso volontario del debito. In seguito, la decisione del tribunale o il protocollo vengono inviati al servizio di ufficiale giudiziario per la riscossione coattiva del debito.

Come comportarsi se qualcuno fuma a bordo di un aereo

Se si trova una persona che fuma o se un passeggero sente odore di nicotina all’interno della cabina o nella toilette, è possibile contattare l’assistente di volo o uno dei membri del personale di bordo. Il personale della compagnia aerea sarà tenuto a prendere le misure necessarie. Al termine del volo, il cittadino stesso può trasmettere le informazioni alla polizia. Naturalmente, sarà meglio che abbia almeno qualche prova, ad esempio un filmato.

Attenzione! In presenza di prove, il trasgressore sarà multato, inoltre potrà essere inserito nella lista nera del vettore e in futuro gli sarà negato il servizio di volo sugli aerei di questa compagnia.

Le situazioni di fumo di sigarette in luoghi pubblici sono spesso percepite con indulgenza dai rappresentanti delle strutture statali. Quando si tratta di violazione dell’ordine a bordo di un aereo, le regole vengono trattate con la massima serietà. Dopo tutto, uno «scherzo» del genere può portare a conseguenze terribili. E se per un non fumatore è solo un disagio, per l’aereo può diventare una fonte di incendio e persino una caduta.

La legislazione prevede la possibilità di portare sigarette a bordo di un aereo?

La legge russa non vieta il trasporto di sigarette oltre confine, ma è meglio informarsi in anticipo sulle tasse doganali. In alcuni Paesi non è previsto il trasporto, quindi è meglio informarsi in anticipo. Inoltre, la legislazione della Federazione Russa stabilisce chiaramente il numero di prodotti a base di nicotina che possono essere trasportati al massimo:

  • Non più di duecento sigarette;
  • non più di cinquanta sigari;
  • {non più di cento sigari;
  • non più di duecentocinquanta grammi di tabacco.

In questo caso, un passeggero adulto non può trasportare più di un tipo e di una quantità dei suddetti prodotti del tabacco. Tale carico può essere trasportato nel bagaglio. Qualsiasi cosa in più sarà considerata contrabbando, per il quale è prevista una multa consistente.

In conclusione, vorremmo sottolineare che in futuro le misure di lotta al fumo non potranno che essere rafforzate. Pertanto, le persone che hanno questa cattiva abitudine dovrebbero smettere o astenersi dall’uso di nicotina nei luoghi pubblici, e ancor più in aereo. È possibile fumare prima del volo. E se il volo è lungo, si possono usare mezzi speciali.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]