Fontane a San Pietroburgo

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

Le fontane sono un altro motivo per venire nella capitale del Nord. Le fontane di San Pietroburgo appartengono a diverse epoche storiche ed eventi, regalano forti emozioni positive, fanno sentire la potenza e la bellezza dell’acqua.

La storia

L’arte dei parchi è iniziata all’epoca di Pietro il Grande. Nel 1705 la città fu costruita da maestri invitati dall’Europa. La tendenza europea dell’epoca — gli insiemi di parchi-fontane — influenzò l’aspetto architettonico della futura capitale.

Le prime fontane apparvero nel Giardino d’Estate. Ce n’erano circa sessanta, ognuna delle quali rappresentava una favola di Esopo. Nelle vicinanze si trovava un pilastro, dove veniva descritta la sua interpretazione. Non sono sopravvissute fino ad oggi, essendo state distrutte dalle inondazioni del 1777 e del 1824.

Nel XVIII secolo le fontane iniziarono a comparire nelle ricche tenute nobiliari.

La storia delle fontane inizia a San Pietroburgo.

Nel XIX secolo l’interesse per le fontane si rinnova. La costruzione si spostò su cortili, piazze, pergolati.

Nel secolo scorso, la maggior parte dei monumenti culturali furono abbandonati, solo dal 1996 iniziò la ricostruzione delle vecchie e la costruzione di nuove fontane di San Pietroburgo.

La stagione delle fontane

L’apertura della stagione di San Pietroburgo inizia tradizionalmente in primavera. Le fontane vengono accese a metà aprile.

Interessante! Nella stagione 2018 funzionano 52 fontane di San Pietroburgo e 4 complessi.

Tra questi ci sono monumenti della cultura e dell’arte:

  • «Samson» e «Grand Cascade» a Peterhof;
  • «Corona» e «Piramide» del Giardino d’Estate;
  • Fontana «Aquarius» vicino alla Cattedrale di Kazan;
  • fontana nel Giardino di Alessandro.
  • fontane cantanti a San Pietroburgo in Piazza Lenin;
  • «Mongolfiera» in piazza Malaya Sadovaya;
  • «Omega».

Peterhof

Il Museo-Riserva di Peterhof ha reso la capitale del Nord famosa in tutto il mondo.

Le prime fontane entrarono in funzione nel 1721 in onore dell’inaugurazione della nuova residenza di campagna di Pietro.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, alcune delle fontane furono distrutte. Rimase poco tempo per preparare l’evacuazione. I nazisti entrarono a Peterhof il 23 settembre 1941. Molte sculture fecero in tempo a essere portate via, le altre furono nascoste sotto il palazzo o sepolte nel terreno.

Oggi il complesso è composto da 4 cascate e 173 fontane.

La Grande Cascata è una delle più grandi strutture di fontane del mondo. Forma un unico complesso architettonico con il palazzo, coincide con esso in larghezza ed è composta da 60 fontane. È decorata con 225 sculture dorate in bronzo, piombo e marmo. Durante le feste, diventa parte di spettacoli in costume.

Il fulcro della cascata è «Sansone che apre le fauci del leone». Si tratta di una statua-fontana alta tre metri che si innalza per 21 metri. Raffigura un giovane possente che squarcia la bocca di una bestia, dalla quale fuoriesce una colonna d’acqua. La composizione fu installata nel 1734 in occasione dell’anniversario della battaglia di Poltava.

Nel corso della storia del museo-riserva, tre Sansoni sono stati sostituiti. Il primo — fuso in piombo dallo scultore Bartolomeo Carlo Rastrelli nel 1735 — con il tempo perse la sua lucentezza e nel 1802 fu sostituito da uno in bronzo. Questa statua andò perduta durante gli anni dell’occupazione. Fu restaurata nel 1947 sulla base di dati d’archivio e fotografie.

La cerimonia di lancio della Grande Cascata e della fontana Samson ha luogo ogni giorno alle 11:00 al suono dell’inno di San Pietroburgo.

«Samson» si trova nel Parco Inferiore di Peterhof.

Calendario dei lavori delle fontane dal 1° settembre 2018:

  • Dalle 10:00 alle 18:00 dal lunedì al sabato;
  • Dalle 10:00 alle 19:00 domenica e festivi.

Quanto costano i biglietti

Dal 1° settembre 2018, il prezzo del biglietto per gli adulti è di 450 rubli, i bambini sotto i 16 anni sono gratuiti.

Attenzione: la festa d’autunno, chiamata «Chiusura delle fontane», si terrà il 21 e 22 settembre. Ma le fontane funzioneranno fino al 14 ottobre 2018.

Giardino d’estate

La Fontana della Corona si trova vicino all’ingresso del Giardino estivo dal lato del Polo Marsovo. È stata una delle prime strutture create all’inizio del XVIII secolo. Molti getti d’acqua formano una composizione simile a una corona. La sua forma le ha dato il nome. La vasca «Corona» è realizzata in marmo bianco.

Distrutta dall’alluvione del 1777, «Koronny» è stata restaurata all’inizio del XXI secolo nel corso di una ricostruzione su larga scala dell’insieme del parco basata sui materiali degli scavi archeologici. Tra gli oggetti ricostruiti vi erano la piramide e le fontane ottagonali.

Indirizzo: Kutuzov Embankment, 2.

Fontane nel centro di San Pietroburgo

Nel centro di San Pietroburgo, di fronte all’Ammiragliato nel Giardino Alessandrino, si trova una fontana del XIX secolo. La struttura era un capolavoro idrotecnico dell’epoca.

I pietroburghesi dicono che a San Pietroburgo ci sono fontane che esaudiscono i desideri.

Quella di fronte all’Ammiragliato è una di queste. Bisogna mettersi con le spalle all’acqua, esprimere un desiderio e gettare una moneta nella fontana, per poi uscire immediatamente senza voltarsi.

La fontana di granito «Aquarius» vicino alla Cattedrale di Kazan è un monumento architettonico dell’inizio del XIX secolo. Fu installata sulla strada per Tsarskoye Selo per abbeverare i cavalli. All’inizio del XX secolo fu spostata a Leningrado, in piazza Voronikhinsky, di fronte all’ingresso della Cattedrale di Kazan. Ogni primavera «Aquarius» è la prima ad aprire la stagione delle fontane.

«Aquarius» apre una nuova stagione

Complessi di fontane moderne

Il complesso di piazza Lenin, vicino alla stazione ferroviaria Finlandia, è dotato di luci e accompagnamento musicale. Le fontane sono disposte in 20 vasche, che sono illuminate con colori diversi e si muovono a ritmo di musica. Lo spettacolo è interessante da vedere la sera.

Durante i giorni festivi, le fontane sono accompagnate da spettacoli teatrali.

In modalità statica il complesso funziona tutti i giorni dalle 10 alle 23 ore.

Le fontane «danzanti» iniziano:

  • nei giorni feriali alle 12:00, 21:40;
  • nei fine settimana e nei giorni festivi alle 12:00, 20:00, 21:00, 21:40.

Il programma dura 20-25 minuti.

Importante: nella stagione 2018, il secondo complesso di luci e musica in Piazza Moskovskaya è chiuso per riparazioni.

Fontana di palloncini

Una palla di pietra liscia del peso di oltre 700 kg ruota liberamente quando la si tocca leggermente con la mano. Getti d’acqua ad alta pressione sostengono il suo peso.

La fontana a pallone è una copia del pallone di rame creato da M. V. Lomonosov. V. Lomonosov durante il regno di Caterina la Grande. Cambiando il senso di rotazione ogni ora, indicava l’ora del giorno.

Indirizzo: angolo tra la Malaya Sadovaya e la Prospettiva Nevskij.

Omega

«Omega»: illuminazione notturna

La fontana ha la forma della lettera greca «omega». È inclinata di 45 gradi e l’acqua si riversa lungo la circonferenza, formando una cortina d’acqua. L’altezza della struttura è di 7 metri e il diametro dell’anello è di 13 metri. La presentazione della struttura è avvenuta nel 2006.

Indirizzo: Pesochnaya Embankment, 40.

Ogni estate milioni di turisti si recano a Peter, la città dove si trovano deliziose fontane. Gli ospiti della città conoscono l’architettura dei palazzi, lo splendore dei parchi e dei complessi di fontane, gettano monete nelle fontane di San Pietroburgo e ritornano.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]