Francia: descrizione del Paese

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

La Francia è al primo posto tra i Paesi più visitati al mondo, con i suoi quasi 84 milioni di visitatori all’anno; persino gli Stati Uniti, con un territorio molto più vasto, sono indietro di 10 milioni di persone.

Breve descrizione della Francia

La capitale di questo bellissimo Paese è la città più romantica: Parigi. Ha una popolazione di 64,9 milioni di persone, prevalentemente cattoliche. La moneta ufficiale della Francia è l’euro, che ha sostituito il franco. Il motto della Francia è «Libertà. Uguaglianza. Fraternità» — sono state scelte per un motivo. La Francia è uno Stato transcontinentale e riunisce i territori situati sul continente in Europa occidentale e oltre. Ufficialmente il Paese è diviso in 18 regioni: 13 sono situate sul continente stesso e 5 sono oltremare, le cosiddette Dom-Tom: Guiana, comunità delle isole Guadalupa, Martinica, Riunione e Mayotte.

La Francia occupa uno dei posti di primo piano nell’arena mondiale moderna ed è uno dei Paesi fondatori dell’Unione Europea. L’UNESCO e l’Interpol hanno la loro sede sul territorio del Paese. La Francia è membro delle Nazioni Unite, dell’OMC, del G7 e di molte altre organizzazioni. Durante la Seconda guerra mondiale la Francia è stata al fianco degli Alleati e dal 1940 al 1944 si è formato nel Paese il movimento di Resistenza franco-italiano contro gli invasori fascisti.

L’ora è la stessa ovunque in Francia perché il continente ha lo stesso fuso orario e il tempo che passa in Francia è determinato dall’orologio nazionale. Ma quanti fusi orari ci sono in Francia? Nonostante sia il 48° Paese più grande in termini di territorio, il Paese ha il maggior numero di fusi orari: sono 12. Tuttavia, non è la lunghezza del Paese, ma i vantaggi delle sue regioni d’oltremare.

Da marzo a ottobre le lancette in tutta la Francia sono spostate di un’ora in avanti, cioè in estate la differenza di fuso orario tra Parigi e Mosca è solo di un’ora, in inverno di due ore.

Sulla terraferma, la Francia confina con Belgio, Lussemburgo, Svizzera, Germania, Italia, Spagna e Andorra, oltre che con Monaco. Il nord della Francia è bagnato dall’Oceano Atlantico, il sud dal dolce Mar Mediterraneo. Il capoluogo della regione più settentrionale del Paese è la città di Lille, dove è possibile perdersi tra le strette vie, ammirando porte e persiane in legno. Lille si differenzia dalle altre città francesi perché qui l’influenza belga è molto sentita, la gente del posto preferisce la birra al vino e non ci sono rivolte così marcate nei giorni di festa.

Quattro volte all’anno i francesi celebrano le principali festività:

  • Natale;
  • Capodanno;
  • Pasqua;
  • Giornata della Bastiglia in Francia.

La giornata ufficiale della Francia si celebra il 14 luglio. La storia della celebrazione è legata al giorno della presa della Bastiglia. Questo evento del 14 luglio 1789 è considerato l’inizio della Grande Rivoluzione Francese e simboleggia il rovesciamento dell’assolutismo nel Paese. Infatti, la festa è considerata il giorno dell’indipendenza della Francia. La data solenne viene celebrata in tutto il Paese, accompagnata da una parata militare il 14 luglio e da una serie di balli il giorno precedente.

Uno dei nomi allegorici della Francia «le coq gaulois», la cui traduzione esatta suona come «il gallo della Gallia» e risale alla stessa Rivoluzione francese, durante la quale le monete iniziarono a coniare l’emblema del genio di Francia, la scritta sull’altare e il gallo come simbolo di vigilanza. E nonostante ci sia stato un periodo in cui Napoleone I sostituì per un po’ il gallo nell’emblema del giglio araldico, nel 1830 tornò ancora come simbolo non dichiarato della Francia. Il gallo gallico è anche un gallo sportivo. Nel 1998, il gallo galiziano di nome Futix, in qualità di mascotte, si esibì ai Mondiali di calcio. Non senza il suo aiuto, la squadra francese sconfisse la Croazia.

Di cosa è orgogliosa la Francia

Attenzione! Fin dalla sua formazione, la Francia ha accumulato sul suo territorio innumerevoli monumenti culturali e ricchezze naturali; ci sono 43 siti del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Tre di essi si trovano a Reims, e sono:

  • Palais du Tau (Palazzo del Tau);
  • Cattedrale di Reims (Cathédrale Notre-Dame);
  • Basilica di Saint-Remi.

Reims è un importante sito storico in quanto città in cui sono stati incoronati i re francesi per oltre mille anni, e nel 1945 è stato qui che è stato firmato l’atto di resa, segnando la vittoria sul fascismo.

Pur essendo la dodicesima città più popolosa della Francia, Reims è la prima in termini di popolazione.

Reims non è solo il centro amministrativo della regione dello Champagne, ma anche la capitale mondiale del vino spumante Champagne, considerato un vero e proprio punto di riferimento nazionale.

È interessante! Reims è famosa per un’interessante strada lunga 18 chilometri, che per tutta la sua lunghezza ospita un gran numero di cantine con vini scavati nelle pareti, che è possibile degustare.

A Reims c’è molto da fare: rilassarsi con un bicchiere di vino, osservare la magnifica architettura e passeggiare nei parchi, che sono ben 82! E sono solo i parchi, ci sono anche 75 giardini.

La vita notturna di Reims è vivace come quella diurna. Caffè, ristoranti, discoteche e sale cinematografiche. E da giugno ad agosto si tengono numerosi concerti di musica classica, in concomitanza con il Festival estivo delle passeggiate musicali. Quindi, quando si pianifica una vacanza in Francia, c’è motivo di pensare a Reims.

Un’altra eccellente località della Costa Azzurra è Joan-les-Pins, che fa parte del comune di Antibes ed è una delle mete preferite dai bohémien. L’area, relativamente piccola, ospita una serie di strutture per l’intrattenimento e il tempo libero, ristoranti, bar e casinò. L’abisso sociale e culturale di Joan-les-Pins (Francia) è ricco come nessun altro luogo, con infinite mostre, fiere, regate, concorsi e festival.

Attenzione! Nella stagione turistica la località è sovraffollata, bisogna tenerne conto quando si pianifica una vacanza, e bisogna preoccuparsi di prenotare l’alloggio diversi mesi prima dell’arrivo previsto.

E come descrivere la Francia senza menzionare il famoso profumo francese. Quante donne ci sono al mondo che non hanno bevuto almeno una bottiglia della magica creazione dei profumieri francesi?

Oggi, il «letto di fiori» chiamato Grasse produce più della metà di tutti i profumi naturali in Francia. Grasse si trova sulla Costa Azzurra, nella regione della Provenza, e il suo clima è ideale per la coltivazione di varietà rare di lavanda, gelsomino, rosa e mirto, oltre a fiori d’arancio e mimosa. Dove se non a Grasse i turisti possono vedere le esposizioni del Museo della Profumeria, che ha raccolto bottiglie di profumo che attraversano la storia dagli antichi re greci, all’epoca di Maria Antonietta fino ai giorni nostri.

La località di Grasse non è solo famosa per i suoi tour dei profumi, ma anche per le sue meravigliose attrazioni, tra cui la Cattedrale del Puy, che ospita opere d’arte, tra cui dipinti di Peter Rubens.

Grasse è anche il punto di partenza ufficiale del viaggio di Napoleone I in Francia. È facile fare una gita di un giorno direttamente dalla costa e trascorrere qui un weekend indimenticabile. Quale costa esattamente? Quella in cui l’ancor più famosa città di Cannes, in Francia, si estende a 16 chilometri da Grasse.

Tra le attrazioni, la prima cosa che viene in mente quando si parla di Cannes è il Festival di Cannes. Cannes è uno dei festival più antichi e prestigiosi del mondo. Lo stemma della città raffigura due gigli araldici d’oro attraversati da un ramo di palma d’argento, che è il simbolo del premio per il contributo eccezionale al cinema, con l’unica differenza che i vincitori vengono premiati con la Palma d’Oro. Per i turisti che desiderano visitare il mondo del cinema è disponibile un tram giornaliero.

Il mite clima mediterraneo, il magnifico panorama che si gode dalla collina del Suquet, i lussuosi hotel, l’affascinante Croisette e le spiagge sabbiose della Costa Azzurra attirano a Cannes turisti da tutto il mondo come una calamita.

GrasseÈ difficile descrivere la Francia senza menzionare Napoleone, la Torre Eiffel e la Costa Azzurra.

L’isola di Corsica. Qui è nato Napoleone Bonaparte e, secondo alcune fonti, Cristoforo Colombo. Quest’isola è diversa da tutte le altre. Durante la stagione delle vacanze, il suo solito aspetto lavorativo si trasforma e diventa un paradiso turistico. C’è tutto, il lusso degli hotel a cinque stelle con ristoranti Michelin e la semplicità dei campeggi di base.

Attenzione! Gli abitanti della Corsica sono accoglienti e cordiali, aperti al contatto, a differenza degli abitanti del continente. Gli stereotipi legati all’alto tasso di criminalità sull’isola sono stati sfatati da tempo: qui non può succedere nulla a un turista. E se la criminalità si verifica, è una questione puramente locale e non riguarda i visitatori.

Per chi vuole fare un figurone ed essere all’apice della moda, può andare direttamente a Parigi. Qui abiti, accessori, scarpe. I cosmetici sono sia quelli più tecnologici, con gli ultimi sviluppi dei migliori cosmetologi di tutto il mondo, sia quelli creati secondo tradizioni osservate da anni.

Parigi è la Torre Eiffel, gli Champs-Élysées, il Louvre, che contiene capolavori di Da Vinci, Raffaello, Vermeer, Michelangelo, solo per citarne alcuni.

Lo splendore naturale del continente

La descrizione delle bellezze naturali della Francia non ha senso. Bisogna vederle davvero. I turisti che vogliono godere degli splendidi paesaggi che hanno ispirato artisti, musicisti, scrittori e poeti per secoli, possono tranquillamente recarsi in qualsiasi angolo del Paese.

I visitatori possono avvistare i fenicotteri rosa nel Parco Naturale della Camargue, situato nel sud della Francia alla periferia di Arles. Il parco è la meta preferita di uccelli e animali. Compresi quelli unici che vivono solo qui, come i cavalli bianchi della Camargue e i tori neri.

Se il rosa non è ancora abbastanza colorato nel piumaggio dei fenicotteri, ammirare i dintorni di Ploumanac lo compenserà sicuramente. La provincia della Bretagna ha una costa straordinaria. Stupisce per il suo colore, il rosa. Le pietre della costa, dalle forme fantasiose, hanno un nome proprio e, in cima a tutto questo splendore, si erge un faro fatto dello stesso materiale.

Gli scalatori e gli amanti del kayak apprezzeranno le Gole del Verdon nella regione della Provenza, che sembrano tagliare in due le rocce. Le insenature di sorprendente bellezza tra Marsiglia e Cassis sono una delle mete preferite dai turisti. Le baie sono incorniciate da calanchi, scogliere calcaree formatesi oltre 120 milioni di anni fa.

Sulle coste della Mancia, vicino al villaggio di Etretat, il vento e l’acqua hanno formato splendidi archi naturali che emergono direttamente dal mare. La spiaggia qui (nel nord della Francia) è piccola e rocciosa, ma la vista dalle scogliere è molto, molto drammatica. Guy de Maupassant, Maurice Leblanc e Claude Monet hanno elogiato la bellezza del luogo. È grazie a loro che le passeggiate alle falesie di Aval e Amont sono così popolari tra i visitatori.

Una nota a margine! Se qualcuno pensa che il deserto sia solo in Africa, si sbaglia. Il deserto si trova ovunque, anche in Francia. Un miracolo è la duna di Pyla, circondata da una foresta di conifere e che svetta per oltre 100 metri.

Un’altra attrazione turistica è Chamonix. Questa località d’alta quota, ricca di meravigliose bellezze di pendii e laghi, accoglie i turisti con il silenzio, attraverso il quale si sente solo il canto degli uccelli locali.

L’Arco di Trionfo, la Gioconda, i campi della Provenza e il casinò di Monte Carlo, i vini di Francia, gli antichi edifici della città di Arles: sono queste le immagini che vengono in mente quando si parla di Francia. Si dovrebbe andare in Francia solo per sperimentare tutto questo e per tornarci di nuovo.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]