Girona (Spagna)

Алан-э-Дейл       01.05.2024 г.

Girona (in altre trascrizioni — Girona, Gerona) — una città della Catalogna (Spagna) con una popolazione di circa centomila persone, situata nel nord-est del Paese.

Ha sempre occupato un posto speciale tra le popolari località catalane grazie alla sua sorprendente architettura, alla ricca storia e al clima mite e confortevole, e oggi è sempre più scelta dagli amanti delle vacanze tranquille e contemplative, che non hanno come priorità la presenza indispensabile di una spiaggia a pochi passi.

L’aeroporto più vicino è quello di Girona Costa Brava, che dista 12 chilometri dalla città, ma non è difficile arrivarci dal terminal dell’aeroporto di Barcellona.

Girona sulla mappa della Spagna in russo. Storia della città

La storia della città risale al periodo antico e nel Medioevo, sviluppandosi gradualmente, divenne uno dei più importanti centri culturali e commerciali del Mediterraneo.

Al momento della comparsa sulla mappa di uno Stato come la Spagna, Girona esisteva già da molti secoli. In epoca iberica era una fortezza sulla strada per la Gallia e in epoca romana era già diventata un insediamento fortificato chiamato Gerunda: è qui che inizia ufficialmente la storia della città.

Dopo il crollo dell’Impero romano, Girona passò in possesso dei Visigoti, ma fu presto invasa dai Mori. Settant’anni dopo, nel 785, la città fu liberata da Carlo Magno, che la trasformò in una base per ulteriori guerre moresche.

Nell’878 Girona, che ormai aveva lo status di contea, si unì a Barcellona, ma mantenne la sua autonomia per altri tre secoli, dopo i quali, insieme al titolo di Principe di Girona, fu consegnata dal re d’Aragona al suo erede.

Dal XIV al XVI secolo, la città ha occupato la posizione di uno degli insediamenti più famosi e ricchi della costa occidentale del Mediterraneo.

Nel corso della sua storia, Girona è stata assediata 25 volte e solo 7 volte con successo, per cui è giustamente chiamata immortale, oltre che città degli assedi.

Durante il XVII e il XVIII secolo, la città passò periodicamente dal possesso spagnolo a quello francese, ma ogni volta fu restituita.

A metà del XIX secolo, quando la città stava vivendo una significativa crescita economica, era già il capoluogo dell’omonimo distretto, e dagli anni ’80 del XX secolo Girona accoglie attivamente turisti provenienti da diversi Paesi.

Gerona Spagna sulla mappa

Nell’ottobre 2017. Girona è diventata la prima città del Paese a rompere ufficialmente i legami con la Corte Reale e il governo spagnolo a causa del disaccordo con le loro politiche e le azioni della polizia nazionale.

Clima e tempo a Girona

Grazie alla sua posizione favorevole tra i Pirenei e il mare, Girona vanta condizioni climatiche più favorevoli rispetto a molte altre città della costa mediterranea.

In estate non c’è il caldo intenso tipico della maggior parte delle località turistiche: la temperatura media si aggira intorno ai +25°C.

In inverno a Girona piove molto meno spesso rispetto ad altre città catalane, e la temperatura dell’aria è abbastanza confortevole per le passeggiate — non scende quasi mai sotto i +10°C. Inoltre, il sole splende quasi sempre in città, sollevando l’umore dei vacanzieri.

Attenzione! I mesi più freddi dell’anno vanno da dicembre a febbraio, con temperature diurne di soli +12°C, mentre il periodo migliore per viaggiare è l’estate e settembre. In questo periodo il clima in città è secco e caldo, con temperature diurne di +24-27°C, e le piogge sono estremamente rare.

Girona tempo per mese

Girona, Spagna: attrazioni

Girona può essere divisa in due parti: il centro storico e la città moderna. Il confine condizionale tra di esse passa lungo il fiume Onyar.

La parte storica della città è abbastanza compatta, quindi è possibile visitare le attrazioni in un giorno da soli. Uno dei luoghi più visitati della Città Vecchia è la Cattedrale, costruita in stile gotico nel XIV secolo. La sua atmosfera è così rilassante che sembra che il tempo si sia fermato e che esista solo il momento «qui e ora».

Attenzione! Durante la siesta, dalle 13:00 alle 16:00, la cattedrale è chiusa.

La cattedrale ospita un museo funzionante dove i turisti possono vedere con i propri occhi il famoso tappeto «Creazione del mondo», oltre a oggetti e sculture conservati dall’epoca romanica.

L’ingresso alla cattedrale è gratuito, mentre quello al museo costa 3,5 €*.

Nelle vicinanze si trova un altro sito storico: i Bagni Arabi, risalenti al XII secolo. L’esterno dell’edificio ricorda un edificio musulmano, ma in realtà è costruito in stile romanico. All’interno (l’ingresso costa 10 euro*) si possono vedere cinque sale con uno scopo specifico — separatamente per i bagni freddi e caldi, un bagno turco, un bagno freddo e uno spogliatoio con una piscina e una zona relax.

A sud della Cattedrale si trova il quartiere ebraico — nel Medioevo Girona aveva la seconda comunità ebraica più grande dopo quella di Barcellona. È uno dei più antichi d’Europa e attira l’attenzione con le sue strette strade acciottolate, la cui larghezza in alcuni punti non supera il metro, e i muri sembrano chiudersi sopra le teste delle persone che camminano.

Anche se molti turisti troveranno questo luogo cupo, ha un suo fascino: ogni angolo qui è intriso di storia.

Se si scende dalla Cattedrale, le strade tortuose portano a Piazza Indipendenza, costruita sul sito dell’antico monastero di Sant’Agostino. I numerosi caffè e ristoranti della piazza sono pieni di vita, come se volessero dissipare i pensieri pesanti di una passeggiata nel quartiere ebraico.

Ma il vero centro della vita del centro storico è la Rambla de la Llibertat, che parte dal fiume e si addentra in Girona. Lì si possono sempre incontrare musicisti o artisti, acquistare prelibatezze locali e ammirare le belle e ben tenute case dei cittadini — i prezzi degli immobili qui sono tra i più alti della città.

Oltre alle attrazioni sopra elencate, meritano particolare attenzione le seguenti:

  • Le mura della fortezza di Girona: è possibile percorrerle e avere una vista a volo d’uccello della città;
  • Plaza Catalunya, situata su un ponte sul fiume;
  • Museo del Cinema;
  • Museo d’Arte di Girona;
  • Museo di Storia Ebraica;
  • Porta di San Cristofol;
  • Torre della Gironella;
  • Piazza San Feliu con la figura di una leonessa, simbolo della città, su una colonna;
  • Il Monastero di San Daniele;
  • Chiesa di San Felix, ecc.

Le attrazioni di Girona sulla mappa

I visitatori della città possono esplorarla come parte di un gruppo turistico: qualsiasi agenzia di viaggi offrirà diverse opzioni per visite guidate a piedi del centro storico.

È possibile acquistare anche escursioni nei dintorni, ad esempio a Barcellona o a Figueres, dove si trova il Museo di Salvador Dalì, mentre ai viaggiatori che non temono i viaggi a lunga distanza verranno offerte gite a Valencia, Siviglia, Madrid, oltre a numerose città pittoresche nel sud della Francia.

Per pianificare con competenza la vostra vacanza, in un’agenzia di viaggi potete chiedere un opuscolo pubblicitario con una breve descrizione dei tour e del programma proposto, per poi studiarlo in albergo.

Vacanze al mare

Molti viaggiatori, scegliendo Girona per una vacanza, temono di dover sacrificare una vacanza al mare. Non è questo il caso: la città si trova a un’ora di macchina da un gran numero di spiagge, e i collegamenti ben sviluppati e l’abbondanza di uffici di noleggio permetteranno a ogni ospite di scegliere come raggiungerle.

Tra le spiagge più popolari tra i turisti ci sono:

  • La spiaggia di Aiguablava, situata in una tranquilla insenatura di montagna vicino alla città di Begur. È la preferita dalle famiglie con bambini per la sabbia fine e soffice e per il lungo e liscio ingresso in acqua, inoltre qui è possibile fare snorkeling — l’acqua di Aiguablava è caratterizzata dalla trasparenza.
  • La spiaggia di Begur, Cala Sa Tuna, è una baia accogliente e bellissima, circondata da enormi rocce e maestosi pini, dove regna un’atmosfera di pace e tranquillità. Qui ci sono pochi villeggianti, ma se si arriva la mattina presto si possono vedere i pescatori in mare a pescare.
  • Spiaggia di Tossa de Mar (baia di Cala Giverola) — famosa per la bellezza della baia, dove attraccano le barche da escursione, e per la fortezza, le cui mura si ergono sopra la spiaggia.
  • Port Bo a Calella de Palafrugell è una spiaggia ampia e ben curata, praticamente al centro della località.
  • Le spiagge di Lloret de Mar: la più lunga e frequentata dai turisti è quella del centro di Lloret, con la sua sabbia grossa, oppure la più tranquilla e calma Fenals, più vicina alla periferia della città.
  • Cala Canyelles Cala vicino a Lloret, circondata da ville alla moda e da una natura meravigliosa.
  • La spiaggia sabbiosa di Llafranc, situata nell’omonima cittadina.

Consigli e suggerimenti di viaggiatori esperti

Nonostante l’attrattiva della località, i viaggiatori più esperti consigliano di concentrarsi sullo scopo della scelta della destinazione principale della vacanza. Si vuole sempre vedere molto e nuotare a sufficienza, ma è meglio stabilire le priorità in anticipo: se si desidera una vacanza all’insegna del relax in spiaggia, ha senso stabilirsi più vicino alla costa e venire a Girona da soli o con un’escursione. Ai viaggiatori che preferiscono le passeggiate tranquille e le sedute nei caffè accoglienti, e che considerano il mare come una piacevole aggiunta, si può consigliare di scegliere questa città.

Interessante. Girona è perfetta per una vacanza misurata, e il numero di attrazioni e oggetti storici è solo leggermente inferiore a quello della capitale spagnola e di Barcellona.

*I prezzi sono aggiornati ad agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]