Isola di Kekova Turchia

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

I dintorni dell’isola di Kekova (Turchia) sono uno dei luoghi turchi più belli. Qui regnano una natura straordinaria, acque limpidissime, coste bizzarre e grotte — che tanto affascinano i turisti.

Posizione dell’isola

Kekova (Turchia) è considerata l’isola più grande con una superficie di 5,7 chilometri quadrati. Sulla mappa del mondo è possibile vedere dove si trova questo luogo straordinario. Si trova nella parte sud-occidentale della costa mediterranea della Turchia. Di fronte all’isola si trovano due villaggi: Yucagyz e Kale. Al centro c’è una baia in cui sfocia un piccolo fiume.

L’isola è lunga 19 chilometri. A ovest si trovano le rovine della città di Dolichiste, in gran parte sommerse. L’origine del nome del luogo è legata a questa leggenda. La città sommersa in Turchia è il secondo nome di questo luogo straordinario. Accanto ad essa si trova l’Insenatura dei Tre Estuari, dove i sarcofagi di origine licia possono essere visti direttamente sott’acqua.

Storia dell’isola

L’isola era un tempo una civiltà piuttosto sviluppata. Già a quei tempi si iniziavano a costruire case a 2 e 3 piani. Sull’isola si sono conservati anche dei bagni con un lavatoio. Gli abitanti della città costruirono speciali cisterne nella roccia per poter attingere acqua fresca. Grazie alla roccia, l’acqua veniva filtrata.

Vicino all’isola si può vedere perfettamente il molo a forma di lettera latina L. Questo significa solo una cosa: la città era un’isola di mare. Questo significa solo una cosa: la città era una città portuale ed era considerata una base per il commercio. Col tempo, gli abitanti si dedicarono alla produzione di vino e olio d’oliva. Il clima favorevole favorì la coltivazione autosufficiente della frutta.

Vale la pena di osservare attentamente la mappa (i numeri rossi 1 — indicano il centro storico della città licia di Mira con la chiesa di San Nicola, 2 — le tombe rupestri licie e l’anfiteatro greco-romano nella zona pedemontana, 3 — l’antico porto di Andriake, 4 — l’isola di Kekova, 5 — l’antica città rupestre di Dolichiste, 6 — il villaggio di Kaleköy (antica città di Simena), 7 — il villaggio di Uchayz (antiche città di Aperlai e Teimussa)).

L’isola sulla mappa

L’isola di Kekova si estende in una stretta striscia di 7 chilometri. È bagnata dal Mar Egeo. L’intera costa è costellata di antichi manufatti che sono sopravvissuti al terremoto fino ad oggi.

Per vostra informazione! Nel 1990 era vietato nuotare sul territorio costiero dell’isola. Poco dopo il divieto è stato revocato, ma in prossimità delle rovine è vietato immergersi.

I turisti russi preferiscono le escursioni nella loro lingua madre, perché è importante non solo vedere le attrazioni dell’isola, ma anche ascoltare la sua storia secolare.

Navigando verso l’isola, la prima cosa che salta all’occhio sono le antiche strutture di Delihiste. Sembrano figure spettrali increspate provenienti dall’oltretomba. Se si è fortunati, si possono incontrare le capre nere. Già dal lato si può godere della bellezza dei gradini di pietra scavati nella roccia. L’acqua è molto limpida. Nuotando più vicino, si può notare come l’antico molo delle navi di Dolichiste si riveli lentamente sotto l’acqua.

In viaggio nel Mar Egeo

Cosa si può vedere sott’acqua

Il Mar Egeo viene solitamente percorso su yacht con il fondo trasparente, che permette di vedere l’acqua limpida e le anfore e le brocche che la attraversano.

Il centro della città e le rovine di un antico santuario sono ben visibili sulla collina. Le strutture delle scale in pietra, le mura semidistrutte e il lungomare sono sopravvissuti fino ad oggi.

Metà dell’antica città è rimasta sopra l’acqua, l’altra metà è sotto di essa. I turisti su uno yacht navigano molto vicino all’isola, dove possono vedere croci scolpite sulle pareti delle abitazioni.

Escursione alla città di Semen

Dopo un terremoto che colpì l’isola, gli abitanti dovettero spostarsi sul lato opposto, nell’antica città di Semena. È popolarmente conosciuta come Calais. Assomiglia a un piccolo villaggio con una popolazione di circa 90 persone. La vita qui è in ebollizione, come prima: gli abitanti pescano, coltivano ortaggi e frutta.

Come riferimento! È quasi impossibile acquistare un terreno a Simena. Solo le persone più ricche del mondo possono permettersi di vivere qui.

In passato, sull’isola vivevano solo gli uomini, che presidiavano il territorio, mentre le donne e i bambini vivevano sull’isolotto di fronte.

Le principali attrazioni della città sono:

  • una collina con le rovine di una fortezza;
  • un teatro costruito in pietra grezza;
  • tombe licie;
  • i resti di antiche terme.

Un sarcofago licio, il cui coperchio ricorda una barca rovesciata, è visibile di fronte a Simena.

Importante: la città viene ora monitorata con attenzione. È considerata una riserva naturale. Ai residenti locali è vietato dipingere o ricostruire le facciate delle case, per non perdere l’attrattiva turistica della città.

L’isola può essere raggiunta solo via acqua, non ci sono strade per raggiungere l’incredibile angolo sulla terraferma.

Escursioni in siti antichi

La città di Demre ospita il famoso santuario di San Nicola il Taumaturgo. Questa antica città è vicina alla capitale dell’antico stato della Licia, la città di Myra, un importante sito archeologico.

Demre è famosa per il suo antico tempio, che non è solo un monumento architettonico, ma anche un luogo sacro per i cristiani. Un gran numero di turisti viene qui ogni anno per venerare le reliquie di San Nicola il Taumaturgo.

Un’altra attrazione è l’anfiteatro greco-romano. Il suo diametro è di 110 metri e ospitava fino a 10 mila spettatori. L’arena comprendeva 35 file — 29 inferiori e 6 superiori.

A nord della chiesa di San Nicola, sulle pendici del picco, si trovano rovine di antiche civiltà e tombe sulle rocce.

Come arrivare a Demre

La prima priorità è arrivare ad Antalya. Scegliete quindi uno dei modi:

  • In auto sull’autostrada D400. In città, mantenere la corsia di destra per evitare di superare il cartello «Noel Baba muzesi». Girare a destra e percorrere 400 metri fino al parcheggio. Il parcheggio è a pagamento.
  • Demre è raggiungibile con gli autobus interurbani. Il tempo di percorrenza è di circa 3 ore. Gli autobus sono molto confortevoli e dotati di aria condizionata.

Suggerimento! Si consiglia di portare con sé dell’acqua, poiché durante il tragitto non ci sarà acqua gratuita o a buon mercato (durante il pranzo le bevande sono a pagamento). Si consiglia inoltre di portare con sé cappelli e costumi da bagno.

Portali della città antica

Informazioni utili per i turisti

Di solito si tratta di escursioni di un giorno. La partenza è prevista per le 9:00 e l’arrivo per le 19:00. È consigliabile avere con sé una piccola somma di denaro per acquistare bevande e souvenir. È consigliabile indossare abiti leggeri. Portate con voi una crema solare e una macchina fotografica. Più l’hotel è lontano da Derme, più costosa sarà l’escursione. Le agenzie di strada offrono l’escursione a prezzi molto più bassi rispetto alle guide degli hotel di Kemer.

L’isola conserva ancora misteri irrisolti. L’isola è ufficialmente riconosciuta come disabitata, quindi non offre una grande scelta di intrattenimento. Non ci sono hotel di lusso, ma pensioni accoglienti.

Un viaggio in mare verso l’isola di Kekova lascia impressioni indimenticabili. I turisti si immergono nella storia antica e vedono le antiche città sommerse. Questi luoghi, che affascinano per la loro misteriosa bellezza, emozionano e invitano i turisti a tornare per molto tempo.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]