Montmartre a Parigi

Алан-э-Дейл       27.03.2024 г.

Parigi è la città dell’amore e del romanticismo, dei magnifici palazzi e castelli, dei croissant aromatici e delle baguette francesi, del formaggio Camembert e del miglior vino del mondo. Louvre, Torre Eiffel, Arco di Trionfo, Champs Elysees, Cattedrale di Notre Dame, Versailles, piazze e viali, parchi e passeggiate: per tutte queste attrazioni vale la pena visitare questo luogo.

Dovete assolutamente scegliere un itinerario intorno a Montmartre e passeggiare nel quartiere più allegro e pittoresco, dove le piazze offrono splendidi panorami e le finestre aperte delle botteghe ricordano il leggendario passato artistico.

Montmartre a Parigi: cos’è

Montmartre è uno dei luoghi più interessanti e affascinanti di Parigi. Inglobato nella città solo a metà del XIX secolo, il quartiere è cresciuto a spese dei poveri che erano stati sfrattati alla periferia di Parigi in seguito alla ricostruzione della città da parte del barone Haussmann. Alla fine del XIX secolo, gli alloggi a basso costo attirarono numerosi artisti nella zona. Le biografie di molti musicisti, artisti, poeti e scrittori sono legate a questa regione e ai suoi dintorni: Delacroix, Van Gogh, Renoir, Manet, Lautrec, Dalí, Berlioz, Picasso, Zola e altri. Dalida, cantante, visse a Montmartre per più di 20 anni e partecipò alla lotta per preservare l’immagine storica della regione. Oggi una piccola piazza con un busto in bronzo della cantante al centro porta il nome di Dalida.

Collina di Montmartre

Qui si trova il punto più alto di Parigi. Montmartre a Parigi è una collina alta circa 130 metri, situata a nord della pianura parigina e che nel 1860 ha dato il nome al 18° distretto cittadino. È possibile salire su Montmartre attraverso bellissime scalinate o con la funicolare (dalle 6:00 alle 0:45 tutti i giorni, biglietto normale della metropolitana, pass valido).

Il nome «Montmartre», secondo una versione, deriva dal latino Mons Martis — colle di Marte o Mons Mercori (in onore di un tempio romano). Secondo un’altra versione — Mons Martyrium — Collina dei Martiri, in onore di Dionigi, predicatore e primo vescovo della città, giustiziato qui durante il dominio romano.

Montmartre sulla mappa di Parigi

Cattedrale di Parigi a Montmartre — Basilica del Sacro Cuore

La costruzione della cattedrale iniziò nel 1875, 4 anni dopo la sconfitta della Francia nella guerra con la Prussia. Una struttura in pietra bianca alta 94 metri, il Sacré-Coeur («Sacro Cuore di Cristo»), fu costruita grazie alle donazioni dei cittadini francesi in memoria dei caduti in guerra. L’architetto, Paul Abadie, combinò gli stili romano e bizantino per simboleggiare l’armonia e la tolleranza. Un’ampia scalinata di 237 gradini conduce al tempio. Il sito della Basilica del Sacro Cuore è uno dei siti turistici più popolari della città.

La facciata principale della basilica è rivolta verso la città. La bellezza del tempio è esaltata da bassorilievi su temi evangelici e da vetrate. All’interno (in mosaico) si trova una scena di adorazione del Sacro Cuore di Cristo. Il tempio ha ricevuto il titolo di basilica, il che significa che i cristiani possono venire qui in pellegrinaggio. La basilica è aperta dalle 6.00 alle 22.30, la piattaforma di osservazione dalle 9.00 alle 19.00, in inverno fino alle 18.00; l’ingresso è di 5€.*.

Il quartiere e il Boulevard Montmartre

Il centro del quartiere è considerato Place des Abbès e i suoi dintorni. L’ingresso dell’omonima stazione della metropolitana è stato progettato in stile Art Nouveau dal famoso Guimard. A est della piazza, nella Cappella dei Martiri, l’ordine dei Gesuiti fu fondato nel 1534 da Ignazio Loyola.

All’inizio del XX secolo, era il luogo del beau monde di Parigi e degli intellettuali di tutto il mondo. Una caratteristica particolare del viale è la giostra d’altri tempi. Un’atmosfera romantica e tranquilla è creata dai negozi di fiori. Per immergersi nell’atmosfera di Montmartre, bisogna provare la squisita cucina francese. Nel quartiere ci sono molti ristoranti, caffè, pub e bistrot:

  • Au Grain de Folie al 24 di rue La Vieuville è un ristorante per vegetariani;
  • Le Relais Gascon al 13 rue Joseph de Maistre offre cucina guascone, menu fisso 17,5 euro*;
  • L’Entracte, al 44 di rue d’Orsel, vicino alla stazione della metropolitana Abbesses, serve piatti casalinghi, con antipasti che costano circa 10 €* e piatti caldi da 18 a 30 €*;
  • Il Café «Two Mills» al 15 di Rue Lepic è diventato famoso dopo il film «Amelie» (si può mangiare qui per 20-30 €* a persona);
  • Il Café L’Ete Pente Douce, situato ai piedi della scalinata della Basilica del Sacro Cuore, offre un’insalata grande con fichi e formaggio di capra a soli 15 €*.

Café Amélie — Les Deux Moulins

Una visita al boulevard nei giorni feriali dovrebbe iniziare la mattina presto, quando gli abitanti del quartiere portano i loro prodotti e si può assaporare l’autentico cibo francese fatto in casa. Le regole del quartiere consentono anche il commercio domenicale.

Passeggiata turistica di Montmartre Parigi, mappa

La collina è il luogo più colorato di Parigi, con la sua energia e la sua atmosfera unica. Strade pittoresche, piccole pasticcerie, negozi a conduzione familiare: qui c’è molto da vedere. In Place Emile Goudeau Picasso dipinse il suo primo quadro cubista «Le ragazze di Avignone». In Place Marcel Aimé si può ammirare la scultura di Jean Marais «L’uomo che camminava attraverso i muri». Un’altra leggenda di Montmartre è la «Casa Rosa» al numero 2 di rue d’Abrevoir.

Il famoso muro dell’amore, dove una dichiarazione d’amore è scritta in 311 lingue, diluita con gocce scarlatte — gli elementi del cuore.

  • La Casa Picasso (Bateau-Lavoir) è un ostello dove alla fine del XVIII secolo vivevano poeti e artisti poveri in una fabbrica di pianoforti. Ora la casa è una vetrina con fotografie di artisti famosi e laboratori.
  • Museo Dalí Store. La collezione del museo comprende le sculture surrealiste di Dalí e le stampe e i disegni dei suoi libri preferiti (circa 330 opere).

Attenzione! Il museo fornisce un’audioguida per la scoperta autonoma.

  • Place du Tertre. Questo luogo è considerato il cuore di Montmartre. Il suo altro nome è «la piazza degli artisti». I maestri locali della piazza possono dipingere un ritratto dal vero per 15-20€.

Place des Artistes.

  • Boulevard Clichy è diventato popolare grazie alle celebrità che vi hanno vissuto: Picasso, Van Gogh, Toulouse-Lautrec. Il pittore Van Gogh era originario di questi luoghi, dipingeva spesso il viale e frequentava spesso il vicino caffè «Tambourine».
  • Place Pigalle è chiamata così in onore dello scultore francese J. B. Pigalle. Un tempo questa zona ospitava lo studio del maestro dei manifesti pubblicitari e della grafica Toulouse-Lautrec. Oggi la piazza ospita un’intera rete di caffè d’élite, ristoranti, cabaret e casinò.

Per vostra informazione! A tarda notte non è sicuro e non bisogna avventurarsi nei vicoli bui del quartiere.

Consigli e raccomandazioni

Quando si esplorano luoghi interessanti da soli, è consigliabile vestirsi in modo comodo e in base alle condizioni atmosferiche e scegliere scarpe comode per una lunga camminata.

Attenzione! Non dimenticate che Montmartre è il luogo preferito da borseggiatori e ladri.

I biglietti per i cabaret e le discoteche più famose devono essere prenotati in anticipo per telefono o acquistati online su Internet.

Alla fine della prima settimana di ottobre (dal 1934) si tiene il Festival delle Vigne di Montmartre con una grande parata e fuochi d’artificio musicali. Agricoltori e viticoltori francesi provenienti da diverse province presentano i loro prodotti. Il programma è disponibile al link.

I souvenir possono costare la metà a Montmartre che in altre zone della città. È qui che potrete acquistare il regalo più memorabile dei vostri giorni trascorsi a Parigi, che vi ricorderà questa città romantica e manterrà vivo lo spirito parigino fino alla vostra prossima visita.

* I prezzi sono aggiornati a settembre 2018

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]