Museo della Vita Socialista di Kazan

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

L’unico museo della Federazione Russa che permette di immergersi nei ricordi degli anni ’60-’80 del XX secolo è il Museo della vita socialista di Kazan. Se il turista non ha mai vissuto nell’URSS, qui potrà provare la sensazione di quel periodo, la vita dei cittadini di un grande Paese in cui vivevano così tanti popoli. Questo articolo presenta la storia del museo. Qui potrete conoscere il funzionamento del Museo dell’URSS di Kazan.

Un po’ di storia del museo

La fondazione di questa istituzione risale ai primi anni ’90, proprio negli anni in cui il socialismo perdeva la sua influenza. Tutto stava cambiando, anche lo stile di vita sovietico. Le cose che erano così familiari a ogni cittadino dell’URSS cominciarono a scomparire. Rustem Valiakhmetov, fotografo e designer, decise di creare un luogo speciale in città. Attualmente non è solo il fondatore, ma anche il direttore di questa attrazione.

L’ingresso principale del Museo della Vita Socialista — un angolo di URSS nella città di Kazan

All’inizio non si parlava del museo, era solo un appartamento sovietico, con molti attributi del socialismo. Dopo il seminterrato di un edificio residenziale, che era uno studio di foto-design. Qui i creativi, gli artisti e i musicisti si incontravano in uno spazio informale. Una volta il musicista Andrey Makarevich si recò dal creatore di questo «luogo speciale»; il «rocker» fu entusiasta dello studio e notò che lo studio era come un museo. E presentò i suoi jeans da vero rocker con la sua storia. Così l’inizio è stato fatto. E ora Garik Sukachev, Valery Kipelov, Vyacheslav Butusov, la band «Aria» e altri famosi musicisti russi possono essere visti qui.

Nel 2011, un altro museo di Kazan ospita la mostra «Jeans come culto», la cui nascita è avvenuta nel seminterrato di un edificio residenziale. L’attenzione del pubblico è stata attirata, l’ufficio del sindaco della città si è interessato al progetto precedentemente sotterraneo. Si decise di renderlo più accessibile e il Museo della vita socialista nel centro della città cominciò a funzionare. Come sede è stato scelto un «appartamento comune», progettato per 20 persone, con una superficie di 200 m2. L’appartamento si trova in una casa costruita negli anni ’50 del secolo scorso. Le pareti sono in mattoni, l’impianto elettrico è piuttosto vecchio, gli interruttori sono gli stessi, le batterie sono in ghisa. L’agosto 2011 è stato il mese di apertura di questa istituzione. È stata allestita una mostra intitolata «Scuola sovietica», realizzata da molti abitanti di Kazan.

La mostra «Jeans come culto» è stata allestita per la prima volta nel 2011 ed è stata un grande successo: è stata presentata un’enorme collezione di capi in denim.

Un museo da visitare

Il Museo della vita sociale dell’Unione di Kazan permette di fare un tour chiamato «il passato luminoso». Dove si trovano le informazioni di base sul museo? Si possono ottenere visitando il sito ufficiale del museo. Qui si possono scoprire le ultime novità, vedere le foto della galleria e molto altro ancora. La modalità di lavoro è senza fine settimana. Orario di visita: dalle 10:00 alle 20:00. È inoltre possibile iscriversi a Instagram per rimanere aggiornati sugli ultimi eventi. Il Museo dell’URSS nella città di Kazan si trova al seguente indirizzo: distretto di Vakhitovsky, via Universitetskaya, 6. Per raggiungere questo luogo, è possibile utilizzare qualsiasi mezzo di trasporto pubblico, andare alla fermata «Tukai Square» e poi camminare per 5 minuti. Come ausilio, è disponibile una mappa.

Il costo del biglietto che consente di visitare il Museo della vita sociale di Kazan è di:

  • Per un adulto — 250 rubli*;
  • per pensionati, scolari e studenti — 150 rubli*;
  • per i bambini in età prescolare a partire dai tre anni — 100 rubli*.

Importante: le fotografie sono consentite e nessuno ha il diritto di vietarle. È possibile anche provare i capi di abbigliamento.

È possibile contattare i rappresentanti di questa istituzione chiamando i numeri di telefono: 8(843) 292-59-47 e 8-965-60-18-18-8. È inoltre possibile inviare un’e-mail a: muzei.sb@gmail.com.

Qui sono esposte alcune mostre interessanti. Ad esempio, l’esposizione «Abitudini nocive in URSS» presenta sigarette, sigarette e bevande alcoliche di quegli anni.

Attenzione! La maggior parte delle bottiglie di bevande alcoliche e analcoliche sono vere, non mute.

Come raggiungere il museo da soli o con i mezzi pubblici

La vetrina dei profumi sarà interessante per la metà più bella dell’umanità. Sono presenti quasi tutti i profumi presentati nei negozi sovietici degli anni ’60-’80. Ci sono pezzi veramente rari e persino «esclusivi».

Informazioni aggiuntive! Nel museo si può esaminare una chitarra fatta in casa da Garik Sukachev, o vedere una giacca di «pelle» ricavata da biglietti di partito, o magari attirare un pettine elettrico creato da un marito premuroso da un saldatore per la moglie.

Il Museo della vita socialista di Kazan non cerca di sorprendere nessuno con l’antichità. Il significato è una priorità. È questo che i visitatori apprezzano. Qui si possono incontrare persone di diverse età: giovani che vogliono ampliare i loro orizzonti, famiglie in cui la generazione più anziana vuole mostrare ai più giovani la propria infanzia e giovinezza.

Attenzione! I bambini possono anche giocare ai giochi presentati in quegli anni, toccare con mano i giocattoli sovietici.

La vetrina con i profumi sovietici degli anni ’60-’80 vi rimanderà ai negozi dell’epoca. Anche se i profumi hanno perso il loro sapore di un tempo, è ancora possibile sentirne le note principali.

Cos’altro c’è da vedere a Kazan

Le cose da vedere a Kazan sono tante e diverse. Tra questi ci sono:

  • Museo del chak-chak;
  • Casa-museo di Vasily Aksenov;
  • Museo dell’Infanzia Felice;
  • e altri.

Il Museo dell’Infanzia Felice è il più simile al tema dell’attrazione considerata. Se si desidera ricordare la propria infanzia, trascorsa tra gli anni ’60 e ’80 del secolo scorso, vale la pena visitare questo luogo. Questa istituzione è attiva dal 2015. Qui è possibile viaggiare indietro di decenni fino all’Unione Sovietica, vedere le radio di quei tempi e gli abiti alla moda dell’epoca. L’indirizzo della sede di questa attrazione è il seguente: via Universitetskaya, 9. Il direttore è Rustem Valiakhmetov.

Attenzione! Qui è stata ricreata persino un’aula scolastica, c’è un museo di motorini — il sogno di ogni ragazzo sovietico. In una parola, visitando questo luogo si può visitare un’altra epoca. Il biglietto d’ingresso è poco costoso.

Interessante è il museo del chak-chak situato nella vecchia Sloboda tatara. Il museo stesso è stato organizzato nella casa del mercante Vafa Bigayev. Visitando questo luogo, si può conoscere il periodo che va dalla Bulgaria del Volga ai giorni nostri, in particolare si considera il periodo tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Arrivando a questo museo, i turisti visitano una prospera casa tatara, percependo il suo stile di vita. Qui si può sentire come vivevano in quel periodo. Tutto questo è ricreato dagli oggetti domestici conservati, dagli abiti, dagli strumenti e dalle decorazioni della casa. È possibile toccare tutto con mano e provare a metterlo in pratica. C’è anche un negozio del museo. Qui si possono acquistare i famosi chak-chak, baursak e altri piatti di quegli anni, restaurati secondo la ricetta di un tempo.

Al piano terra del Museo dell’infanzia felice la parte principale è occupata dall’esposizione della scuola sovietica.

Ci sono altri bei posti da visitare nella gloriosa città di Kazan, situata nella Repubblica del Tatarstan. Se avete un forte desiderio di immergervi nel passato, ovvero negli anni ’60-’80 del secolo scorso, dovete visitare il Museo della Vita Socialista di Kazan, non c’è luogo più adatto da trovare!

* I prezzi sono aggiornati ad agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]