Museo Navale di San Pietroburgo

Алан-э-Дейл       31.05.2024 г.

Sull’isola Vasilyevsky — un luogo bellissimo di San Pietroburgo — si trova il più antico museo russo, che è il più grande del mondo. Stiamo parlando del Museo Navale Centrale.

Breve storia

Il Museo della Marina di San Pietroburgo viene menzionato per la prima volta in una lettera di Pietro il Grande del gennaio 1709. Allora si parlava della camera dei modelli, un deposito di modelli di navi e dei loro disegni. La sede si trova nell’Ammiragliato Principale, dove all’epoca dell’imperatore veniva costruita la flotta per il Baltico.

Più tardi, nel 1805, fu creato un museo con una collezione di modelli di macchine fotografiche. Alla fine del XVIII secolo aveva raggiunto la fama mondiale, diventando il più grande centro di cultura. In occasione del bicentenario, il museo fu chiamato in onore di Pietro il Grande. Fino al 1924 ebbe diversi nomi. Alla fine si scelse il nome attuale.

Museo Navale Centrale. L’esposizione

Nell’estate del 1939, a San Pietroburgo, il Museo Navale ricevette l’edificio della Borsa per la sua espansione. Un anno e mezzo dopo, nelle nuove sale, si tenne un’esposizione che accontentò tutti gli ospiti della capitale del Nord. Ma 4 mesi dopo iniziò la Seconda Guerra Mondiale. I preziosi oggetti esposti andarono a Ulyanovsk. Nell’estate del ’46, tutto ciò che apparteneva al museo tornò a casa sua, così le porte per i residenti e gli ospiti di San Pietroburgo si aprirono di nuovo.

Nel 1956 fu aperta la prima filiale sull’incrociatore «Aurora». Nel 72 a Osinovets apparve la filiale «Strada della vita». Nell’80, nella cattedrale marina di Kronstadt, iniziò l’esposizione «La fortezza di Kronstadt». Un altro ramo può essere chiamato il sottomarino D-2 «Narodovolets». Così, nel 1994 è apparso il primo museo subacqueo.

Nel 1975 il CSMM è stato insignito dell’Ordine della Stella Rossa per la propaganda della Marina. Dagli anni Ottanta è stata avviata una collaborazione con altri musei del Paese e con istituzioni straniere. Ancora oggi, questi legami rendono possibile la condivisione di esposizioni.

La collezione comprende oltre 700.000 reperti accumulati durante l’intero periodo di esistenza del museo. Qui si possono ammirare attrezzature navali, armi da fuoco e da freddo, opere d’arte, abiti dei marines, premi, insegne, bandiere e stendardi, oltre a documenti, manoscritti, fotografie, negativi e disegni. Oltre 2.000 modelli di navi battono tutti i record di riflessione nella storia della costruzione navale.

A partire dal 2012, sei sale con modelli da esposizione hanno iniziato a funzionare. Due anni dopo il museo è stato aperto alle esposizioni su un’area di 19 sale.

Cosa è incluso nelle esposizioni

Qual è l’esposizione di ciascuna di queste sale:

  • La prima sala del livello inferiore è dedicata alla cantieristica russa dei tempi antichi, allo sviluppo della flotta in Russia fino alla guerra di Crimea. Qui è possibile vedere una varietà di modelli di navi, armi, attrezzature, bandiere trofeo, dipinti.
  • La prima sala del livello superiore comprende le spedizioni della flotta russa inviate in Nord America. Qui si può ripercorrere lo sviluppo della marina dopo la guerra di Crimea.
  • La seconda sala è costituita dalla Marina imperiale russa della fine del XIX e dell’inizio del XX secolo.
  • La terza comprende l’incrociatore Varyag che partecipò alla guerra russo-giapponese.
  • La quarta tratta anche della guerra russo-giapponese, con la difesa di Port Arthur e Vladivostok.
  • Il quinto include la battaglia di Tsushima nella guerra con i giapponesi.
  • Il sesto è modellato sulla Marina imperiale russa del 1905.
  • La settima sala si riferisce alla flotta del Baltico della Prima Guerra Mondiale.
  • L’ottava è dedicata alla flottiglia navale del Mar Nero e dell’Oceano Artico.
  • La nona si distingue per la flotta del 1917, con la quale il Palazzo d’Inverno fu catturato nella Rivoluzione, per poi combattere nella Guerra Civile e negli interventi stranieri fino al 1922.
  • La decima è dedicata alla Marina sovietica prima della Seconda guerra mondiale.
  • L’undicesimo è interamente legato all’inizio della Grande Guerra Patriottica.
  • Il dodicesimo è dedicato alla Grande Guerra Patriottica nell’anno 42.
  • Il tredicesimo riguarda la Seconda guerra mondiale l’anno prima della sua fine.
  • Il quattordicesimo mostra la flottiglia nell’anno della fine della guerra.
  • Il quindicesimo mostra la costruzione della flottiglia nei due quinquenni successivi alla guerra.
  • Il sedicesimo mostra come la flotta sia cresciuta di pari passo con la rivoluzione scientifica e tecnologica nei due quinquenni successivi.
  • Il diciassettesimo pubblicizza la flotta di missili nucleari fino al ’75.
  • La diciottesima sala testimonia la flotta di missili nucleari oceanici fino al crollo dell’URSS.
  • L’ultima sala, la diciannovesima, presenta la Marina russa.

Tutte le 19 sale, tenendo conto che le prime due sono ancora 20, aiutano a tracciare la storia dello sviluppo della marina prima nell’Impero russo, poi nell’Unione Sovietica e infine nella Federazione Russa.

Come sono organizzate le escursioni

Nel nuovo museo di San Pietroburgo le visite si svolgono sia per una sola persona che per un gruppo di più di due persone. Anche i bambini saranno interessati, poiché esistono diversi titoli di visite guidate della durata massima di un’ora e mezza. Di seguito sono riportate le tariffe.

Un giro turistico per ogni cittadino della Federazione Russa o della CSI costa 1000 rubli* più il costo del biglietto d’ingresso. Per gli ospiti stranieri il prezzo arriva a mille e mezzo rubli più il biglietto d’ingresso al museo.

I bambini saranno particolarmente interessati alla visita estesa del fondo preferito, che dura 40 minuti. Per i cittadini della Federazione Russa e della CSI il prezzo è di 700 rubli* più il biglietto d’ingresso, per gli stranieri di mille.

La visita guidata si svolge il primo mercoledì di ogni mese, mentre la visita estesa è prevista per i restanti mercoledì di ogni mese. Il tour inizia alle tre del pomeriggio.

Importante: è necessario prenotare il biglietto con due settimane di anticipo o prima.

Per la Sala della gloria marittima sono disponibili audioguide in russo. Il noleggio costa 300 rubli*, il deposito è di 1000*, si può lasciare anche la patente di guida. Per gli stranieri l’audioguida costa 600* con lo stesso deposito.

Per tutti i padiglioni l’audioguida in russo costa 500*, e in lingua straniera 800 rubli*, è necessario lasciare un migliaio di euro come deposito o la patente di guida.

È necessario effettuare un ordine preliminare di escursione per il gruppo, chiamando il numero di telefono (812) 303-851-3.

Il lunedì e il martedì non sono giorni lavorativi.

Come funziona il museo

Il giorno lavorativo inizia alle 11 e si protrae fino alle 18. L’orario di lavoro della biglietteria è dalle 11 alle 17.15. Il fine settimana è il lunedì e il martedì. L’amministrazione lavora dalle dieci e mezza alle sei di sera. La pausa è dall’una alle due e mezza. Il sabato e la domenica si riposa.

Il biglietto per gli adulti costa 300 rubli*, per i pensionati, gli invalidi, gli studenti degli istituti di istruzione superiore a tempo pieno su presentazione di documenti — 200*, gli scolari e gli allievi delle scuole tecniche su presentazione di certificati pagano solo cento*. L’ingresso è gratuito per i bambini in età prescolare, i disabili del primo e del secondo gruppo, le persone in sedia a rotelle e gli accompagnatori.

Importante: non è consentito fotografare all’interno del museo, ad eccezione delle riprese fotografiche e videografiche professionali, che costano 5000 rubli* per ogni visitatore nella sala espositiva. Il fotografo deve essere accompagnato da un dipendente del museo.

È possibile filmare matrimoni e altre celebrazioni in sale per gruppi di non più di 10 persone. Il costo è di 5000 rub.*

Informazioni aggiuntive

Museo Navale di San Pietroburgo — sito ufficiale.

Indirizzo: città di San Pietroburgo, Via Bolshaya Morskaya, 69a, Piazza del Lavoro, 5. Il doppio indirizzo è indicato per facilitare l’individuazione da parte dei visitatori, poiché l’istituzione si trova all’angolo. L’ingresso è da piazza Truda.

Il sito ufficiale del Museo della Marina di San Pietroburgo contiene una mappa che spiega come raggiungerlo in auto. Questo è il modo più semplice. Di fronte al museo c’è un parcheggio gratuito. Ci possono stare solo 30 auto, quindi nelle ore di punta è meglio parcheggiare dietro l’angolo. Fate attenzione quando parcheggiate, c’è un carro attrezzi.

La metropolitana con la stazione «Admiralteyskaya» si trova a trenta minuti a piedi. Questa strada non è efficace, perché ci si può stancare.

C’è un filobus con i numeri 5 e 22, un autobus con i numeri 3, 22 e 27. Scendere alla fermata «Ploshchad Truda». Salite sul mezzo di trasporto che va verso la Piazza del Palazzo, non verso la stazione ferroviaria di Mosca. L’ingresso è dall’argine Kryukov.

Attenzione! Al piano terra c’è una caffetteria dove ci si può rifocillare dopo un’ora e mezza di cammino intorno all’edificio. I prezzi qui sono ovviamente più alti rispetto ai caffè del quartiere delle camere da letto. Gli alcolici, ovviamente, non vengono venduti. Il tè in bustine, il gelato costa 50-60 rubli*, un cappuccino 150*, una fetta di torta fino a 200 rubli*.

Nel museo c’è un negozio di souvenir, la domenica è giorno di riposo.

Visitare un’istituzione in cui sono raccolte tutte le navi di tutte le epoche della flotta russa è un grande regalo per uomini e bambini. Vale quindi la pena di dedicare qualche ora del proprio tempo alla visita di questo insolito museo, dove non si sente la polvere dei vecchi arazzi, ma l’odore delle corde incatramate e il dolce spirito del ferro dei cannoni delle navi.

*I prezzi sono aggiornati ad agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]