Museo Salvador Dalì in Spagna

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

La Spagna appare nel nostro immaginario come un paese misterioso e affascinante. Il suo patrimonio ci ha lasciato molte persone di talento, eccezionali e talvolta straordinarie. In questo articolo analizzeremo uno degli esempi più eclatanti di questo patrimonio: il Museo Salvador Dalì in Spagna.

I musei e i luoghi memorabili della Spagna

A dire il vero, la Spagna ha un numero sufficiente di luoghi degni di nota da visitare. Qual è il fattore di attrazione che richiama le persone qui? Molto probabilmente, l’atmosfera indimenticabile. Il Museo Dalì di Figueres avrà un posto di primo piano in questo articolo, ma per il momento non sarebbe male citare altri luoghi altrettanto meravigliosi.

Una delle principali attrazioni di Madrid è l’arena delle corride. Tutti hanno sentito parlare di questa usanza spagnola quasi teatrale di corride spettacolari e terrificanti. Anche se suscita sentimenti contrastanti, è interessante partecipare a un tour che racconta la storia dell’arena e tutti i dettagli dello spettacolo.

Museo, vista dalla strada

Barcellona possiede una delle più belle sale da concerto d’Europa, il Palau de la Música Catalana. La sua particolarità è che per secoli i concerti si sono tenuti sotto la luce naturale e lo sono tuttora. Inoltre, ci sono numerose vetrate dettagliate e un gran numero di belle sculture che si adattano perfettamente all’interno maestoso di questo palazzo.

Per gli amanti della pittura, una visita al Museo del Prado, famoso in tutto il mondo, è un vero piacere. In termini di importanza per la cultura, è pari a giganti come l’Hermitage e il Louvre. Qui sono raccolti dipinti noti a tutti gli appassionati di belle arti, per lo più di artisti spagnoli, anche se non mancano gli «stranieri».

Altre attrazioni degne di nota in Spagna sono:

  • Cattedrale di Burgosse, dedicata alla Vergine Maria;
  • Sagrada Familia a Barcellona;
  • Il castello rosso di Granada, l’Alhambra.

Palazzo della Musica Catalana

Dove si trova il Museo Salvador Dalì in Spagna?

In realtà, quando si parla del Museo Dalì in Spagna, ci si riferisce a tre luoghi molto diversi. Uno è la Casa Museo di Salvador Dalì a Portligat. Il secondo è il Castello di Gala Dali, in una località chiamata Pubol. Ecco un resoconto del Museo Salvador Dalì di Figueres.

Questo luogo straordinario è apparso nel 1974, anche se l’idea della sua creazione e sistemazione era nata più di una dozzina di anni prima. A Dalì è sempre piaciuto vivere in grande e quando il sindaco di Figueres gli chiese di regalare una delle sue opere alla sua città natale, l’artista non si fece pregare e decise di lasciare ai suoi connazionali un intero museo della sua arte. La base per la creazione del dono fu un vecchio teatro abbandonato, che per lui aveva una grande importanza: fu lì che per la prima volta, all’età di quattordici anni, l’artista espose i suoi dipinti. Dalì lo dipinse personalmente, collocando un pannello pittorico sulla parete, e lo divise in diverse sezioni, ognuna delle quali doveva mostrare allo spettatore una delle fasi del suo lavoro. L’artista non si è limitato ai dipinti, per i quali è tanto amato dal pubblico: il museo comprende anche sculture, fotografie, installazioni e opere realizzate con altre tecniche meno familiari allo spettatore medio, come le immagini spettrografiche. L’artista ha voluto che il teatro stesso diventasse un oggetto surrealista, un’opera d’arte separata dai dipinti che lo abitano.

È possibile raggiungere questo tempio del surrealismo in Plaza Gala e Salvador Dalì 5 a Figueres. Ora i fan del grande artista sanno quale città visitare per prima durante la loro prossima visita in Spagna! Il museo, tra l’altro, non è l’unica cosa che ricorda l’artista in questa città: in ogni negozio si trovano riferimenti alle sue opere, le decorazioni sono impregnate dello spirito del suo lavoro. Ora vale la pena di parlare separatamente di ciò che ci aspetta all’interno.

Un ritratto fatto di pezzi di mobili

Teatro-Museo Salvador Dalì a Figueres: cosa vedere, come arrivare, orari, costi e altri dettagli

Il museo ci mostra l’intero percorso che Salvador Dalí ha compiuto fino a ritrovarsi in un genere misterioso come il surrealismo. Si scopre che non scelse subito questa direzione come biglietto da visita. Il suo percorso è iniziato con una creatività di tipo completamente diverso. Prima di poter dire una parola importante in questo genere, dovette cimentarsi con l’impressionismo, passare al futurismo, cercare di padroneggiare il cubismo… E solo dopo tutti questi tormenti creativi Salvador trovò finalmente qualcosa che gli permettesse di esprimere pienamente i suoi pensieri e sentimenti. Il suo nome è forse quasi sinonimo della parola «surrealismo». Tuttavia, è molto interessante guardare anche le sue opere più vecchie.

Oltre alle opere del maestro stesso, il museo include le opere di autori di cui Dalì raccoglieva i capolavori nella sua collezione personale. Si tratta di grandi nomi come El Greco e Marcel Duchamp. Come si vede, Salvador non solo conosceva il valore della sua arte, ma voleva che accanto alle sue opere ci fossero anche le creazioni imperiture dei suoi idoli, per cui anche qui c’è posto per loro. Gli appassionati dei maestri citati saranno interessati a visitare anche il Museo Salvador Dalí di Figueres. Insieme a loro, la collezione del museo-teatro comprende circa un migliaio e mezzo di reperti, sufficienti (anzi, più che sufficienti) a soddisfare la voglia di arte di tutti coloro che amano lo stile surrealista o semplicemente Salvador Dalí.

Naturalmente, vale la pena di menzionare gli orari di apertura del museo. È aperto quasi tutto il giorno e la notte, quindi non temete di non riuscire a raggiungerlo. Nei mesi estivi l’istituzione non ha fine settimana, ma in altri periodi le porte chiudono il lunedì. Dal primo luglio al trenta settembre il museo è aperto dalle 9:00 alle 20:00. Per il resto dell’anno, l’orario di visita è più limitato, fino alle 18:00. Tuttavia, ci sono ancora nove ore per assaporare le opere d’arte del Museo Dalì di Figueres.

Vista di una delle sale dall’interno

È importante ricordare, tuttavia, che ci sono giorni speciali in cui il museo può funzionare meno o essere chiuso per l’intera giornata: è meglio ottenere queste informazioni dal sito ufficiale in anticipo. In russo questa descrizione non è disponibile, ma con l’aiuto di un traduttore internet tutto sarà chiaro. Il costo della visita nel 2018 è di quattordici euro a biglietto. Se fate parte di un gruppo di turisti con più di venticinque persone, il prezzo diventerà molto più basso: solo nove euro a persona.

Consigli e raccomandazioni di turisti esperti

Il modo più semplice per arrivare a Figueres è da Barcellona. Sia in treno che in auto, il tempo totale è di circa un’ora e mezza. Una volta arrivati in città, si deve seguire la direzione indicata dai cartelli stradali. Il percorso non è affatto lungo, perché dalla stazione di arrivo al museo la strada dura circa quindici minuti, non di più.

Attenzione! I turisti esperti consigliano di visitare il teatro-museo non come parte di un’escursione, ma da soli. Solo in questo modo, dicono, si possono osservare con calma tutti gli oggetti esposti, cercare di capirli o semplicemente guardarli a sufficienza. Naturalmente, anche le guide raccontano molte cose interessanti, quindi dovrete pensare a quale opzione sia più adatta.

Oltre al Museo Dalì, ci sono altri luoghi degni di nota sulla mappa di Figueres. Anche se sono lontani dalla gloria dell’attrazione principale della città, non dovreste ignorarli. Notiamo separatamente il Museo del giocattolo. È molto popolare tra i turisti che hanno già visitato il Museo del Salvador e vogliono qualcos’altro, o tra quelli che semplicemente passeggiano per le strade e hanno deciso di trovare qualcosa di insolito.

Un’atmosfera cupa ma stuzzicante

Si dice che Salvador stesso considerasse la principale «mostra» del museo il modo in cui la luce gioca sulle sue pareti la sera. Si dice che guardasse questo spettacolo ogni giorno dalla finestra della sua stanza nella Torre di Galatea. In genere la sera è un ottimo momento per visitarlo. Tutte le grandi escursioni di solito finiscono a tarda ora, il che significa che si può passeggiare per il museo a proprio piacimento senza cercare di vedere un dipinto o una scultura alle spalle di qualcuno.

Il Museo Dalí di Figueres è molto importante non solo per il Surrealismo, ma per l’arte in generale. Non è affatto difficile arrivarci, l’orario di lavoro permette di non avere fretta e il prezzo non è «esorbitante» — quindi perché non visitare questo luogo magico durante la vostra visita in Spagna.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]