Palazzo Ducale

Алан-э-Дейл       31.05.2024 г.

In ogni paese e in ogni nazione esistono edifici architettonici iconici, testimoni silenziosi di eventi storici turbolenti, guerre, rivoluzioni, cambiamenti di governanti e governi. Gli italiani sono fortunati da questo punto di vista, la loro terra ha conservato un gran numero di monumenti culturali e storici con una biografia molto solida.

Molti monumenti possono vantare un’età di diverse centinaia di anni. Tra i venerabili «anziani» dell’architettura, uno dei posti di primo piano è occupato dal magnifico Palazzo Ducale di Venezia (da non confondere con l’omonimo edificio di Genova!), che ne rappresenta a buon diritto il biglietto da visita. La grandiosa costruzione è inclusa in quasi tutti gli itinerari escursionistici.

Palazzo Ducale. Vista dalla piazza

Breve storia del palazzo

L’edificio storico è la parte migliore dell’insieme architettonico della famosa Piazza San Marco di Venezia. Il grandioso monumento architettonico riflette appieno la grandezza della Repubblica al suo apice ed è l’edificio veneziano più riconoscibile, il suo biglietto da visita.

Interessante! L’edificio apparve per la prima volta nel lontano X secolo d.C., ma secondo le leggi dell’epoca fu concepito come una grande fortezza per proteggere la città dalle incursioni nemiche provenienti dal mare. Con il passare del tempo Venezia rafforzò notevolmente la sua influenza, creando una potente flotta propria, e la necessità di un bastione di pietra non era più necessaria.

La città, in rapida crescita e ricca, aveva bisogno di un edificio per le esigenze amministrative, per ospitare le autorità legislative ed esecutive e altre strutture di gestione. Si decise di erigere un edificio sul sito della precedente fortezza distrutta da un incendio.

Interessante! L’edificio fu costruito, ma subì il destino del suo predecessore. In seguito, gli incendi, spontanei o intenzionali, distrussero più di una volta la residenza dei governanti veneziani.

Gli incendi distrussero non solo le mura del palazzo, ma anche le inestimabili creazioni dei grandi artisti rinascimentali che avevano dedicato molti anni alla pittura delle sale, di cui solo una piccola parte sopravvisse e si conservò. In seguito è stato possibile riprodurre parzialmente i capolavori perduti.

Dall’esterno, l’edificio dà un’impressione ambigua: sembra essere assemblato da due edifici di stili completamente diversi.

La parte inferiore del Palazzo appare leggera, come se galleggiasse sul terreno. Gli intrecci traforati alla base e i soffitti aggraziati creano l’impressione ingannevole di un palazzo appartenente a qualche padishah orientale, che assomiglia poco alla residenza del sovrano della città. Tuttavia, la metà superiore dell’edificio si differenzia nettamente da quella inferiore per la sua massività, il contenimento delle linee e il minimalismo del disegno della facciata.

Questa discrepanza è facilmente spiegabile: il palazzo fu costruito per un periodo così lungo che durante la costruzione gli stili architettonici ebbero il tempo di cambiare. L’intricato stile gotico fu sostituito dallo stile classico, caratterizzato da rigore delle linee e armonia compositiva.

L’edificio moderno del Palazzo è stato costruito per un tempo insolitamente lungo anche per gli edifici medievali — i maestri ci hanno lavorato per più di 100 anni, per cui nei libri di riferimento ufficiali la data di creazione è indicata con un trattino: 1309-1424. Le informazioni esatte sull’autore del progetto non sono state conservate nella storia, ma gli studiosi di architettura locale ipotizzano che possa essere stato l’architetto italiano F. Calendario.

Il Palazzo sulla mappa di Venezia

Alla decorazione degli interni del Palazzo lavorarono eccezionali artigiani, grandi artisti e scultori. La decorazione delle sale non è solo stupefacente, ma sbalordisce e travolge per il lusso inaudito e il numero di elementi dorati. Le fantastiche creazioni di brillanti maestri e l’abbagliante scintillio dell’oro conferiscono al Palazzo dei governanti veneziani un sapore di lusso senza precedenti.

Dopo la caduta della Repubblica di Venezia (1797), i Dogi di Venezia persero il potere. La magnifica opera d’arte architettonica e artistica fu riclassificata come edificio amministrativo ordinario.

All’inizio del XX secolo il Palazzo ha acquisito lo status di museo. Per visitare le numerose sale sono necessarie almeno 1,5 ore, mentre una visita dettagliata richiede più di 3 ore.

Fatti interessanti e leggende sul Palazzo

Il moderno Palazzo Ducale, o come lo chiamano i locali, ha perso da tempo il suo scopo originario. Da molti anni, turisti e gruppi turistici si spostano con disinvoltura da una stanza all’altra all’interno dell’antica residenza del sovrano veneziano.

Una nota a margine. Nel cortile c’è un pozzo, attualmente non utilizzato. Nel Medioevo, l’acqua di questo pozzo veniva utilizzata dai portatori d’acqua per trasportare l’acqua a Venezia, che era molto apprezzata dalla gente del posto e considerata sacra.

Tra le numerose sale del Palazzo, la Sala del Maggior Consiglio è considerata particolarmente suggestiva. Gli imponenti parametri della sala (54×25, altezza — 15 metri) lasciano perplessi per la completa assenza di supporti aggiuntivi. È stata decorata dai titani della pittura italiana — Tintoretto, Veronese, meno noti al grande pubblico Bassano, Palma.

È possibile vedere il Doge che ha governato Venezia nella Sala delle votazioni, dove sono raccolti i ritratti di quasi tutti i governanti di Venezia.

La maggior parte dei segreti e delle leggende riguardano le prigioni del Palazzo — quella sotterranea e quella superiore, sotto il tetto stesso. Secondo una delle leggende di Palazzo Ducale, solo una volta un prigioniero riuscì a fuggire fuori dalla prigione, che era considerata completamente chiusa al mondo. Il nome del fortunato è noto: Giacomo Casanova fuggì dalla sua cella attraverso un buco nel soffitto.

Ponte dei Sospiri, la strada per la prigione

Famosi prigionieri delle carceri del palazzo furono i grandi Giordano Bruno e Galileo Galilei.

Una volta D.G. Byron fu «ospite» di una cella sotterranea, per provare lo stato di un prigioniero.

È interessante notare che l’unico mezzo di trasporto pubblico che arriva fin quasi alle mura del Palazzo è il tram fluviale, il vaporetto.

Escursioni: costo, tipi

È meglio percorrere le sale del palazzo accompagnati da una guida locale, altrimenti molti reperti interessanti o curiosità esclusive possono essere semplicemente trascurati.

Se lo si desidera, è possibile ascoltare le spiegazioni dell’audioguida in inglese.

Questo servizio è a pagamento, 5 euro* da pagare alla biglietteria, insieme al biglietto della visita.

Una nota a margine! L’audioguida in russo può essere scaricata in anticipo sul vostro telefono e poi, con le cuffie collegate, potrete conoscere le stanze del Palazzo individualmente.

La visita può essere prenotata in anticipo online. È possibile organizzare una visita di Palazzo Ducale a Venezia su ordinazione individuale, fissando un appuntamento in anticipo.

I bambini possono essere accompagnati in visita, apprezzeranno in particolare la Sala dei Mappamondi, la Sala delle Carte Geografiche, il Museo delle Armi e l’opportunità di osservare i dipinti da un’angolazione insolita — sul soffitto.

Orari di apertura

Il palazzo è aperto ai visitatori dalle 08:30 alle 19:00 durante la stagione attiva. Da novembre fino agli ultimi giorni di marzo, i visitatori sono ammessi fino alle 17:30.

Il Palazzo Ducale ha due giorni di riposo ufficiali: il giorno di Natale (25.12.) e il giorno di Capodanno (01.01.) il museo è chiuso.

Costo dell’ingresso

Il prezzo del biglietto è di 20 euro*. Il suo acquisto permette di visitare non solo Palazzo Ducale, ma anche la Biblioteca Marziana, il Museo Archeologico e il Museo Correr.

Attenzione! Non sono previsti biglietti d’ingresso per la visita di ciascun oggetto separatamente.

In bassa stagione (tardo autunno — inverno — inizio primavera) gli studenti possono ammirare le bellezze di Palazzo Ducale al prezzo scontato di 13 euro*. Condizioni:

  • {età inferiore a 25 anni;
  • documento d’identità dello studente.

Per evitare di fare la fila, potete acquistare il biglietto online — lo riceverete al vostro indirizzo e-mail personale, stampatelo e presentatelo all’ingresso.

Importante: all’interno di Palazzo Ducale è ufficialmente vietato fotografare e filmare.

Indirizzo del museo

Palazzo Ducale Venezia si trova in Piazza San Marco, nel pieno centro della città.

L’ingresso al museo avviene attraverso la Porta del Frumento, sul lato della riva.

Dove parcheggiare

I turisti che arrivano in auto per visitare il Palazzo Ducale di Venezia lasciano la macchina nel parcheggio a pagamento — sul lato destro del ponte che collega la terraferma alla città. È possibile attraversare il ponte a piedi o aspettare un autobus locale.

Importante: non è facile trovare un parcheggio nel territorio insulare di Venezia — i parcheggi sono piccoli e si può lasciare l’auto solo per 2-3 ore.

Servizio aggiuntivo

Nel negozio del museo si possono acquistare souvenir, libri per ricordare la visita al Palazzo dei Signori di Venezia con le descrizioni di tutte le sale. Se lo si desidera, è possibile utilizzare il deposito bagagli.

Attenzione: non è consigliabile lasciare oggetti di particolare valore — l’amministrazione non è responsabile della loro sicurezza.

È possibile fare uno spuntino nel caffè all’interno del Palazzo, ma la scelta dei piatti è molto scarsa. Se il tempo è favorevole, è meglio fare uno spuntino nei caffè di strada vicino al Palazzo.

Si può venire a Venezia solo per entrare nel lussuoso edificio di Palazzo Ducale.

Il museo può essere riassunto in una frase: «Una volta visto, lo ricorderete per tutta la vita».

*I prezzi sono aggiornati a settembre 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]