Parco Alessandrino di San Pietroburgo

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

A San Pietroburgo si trova il Parco Alexander, che molti russi conoscono grazie ai libri di scrittori famosi e ai film del periodo sovietico. Il giardino è un vero e proprio punto di riferimento della città, da non perdere quando si passeggia per San Pietroburgo.

Storia del parco

La storia del parco affonda le sue radici nella formazione della città stessa. Tutto ebbe inizio con il Cantiere dell’Ammiragliato, che doveva far parte dell’omonima fortezza. Pietro il Grande in persona approvò i progetti della città marittima. Era impossibile avvicinarsi a questo luogo senza che i guardiani se ne accorgessero.

Intorno alla fortezza c’era un fossato con acqua e un glacis (tumulo di terra) completamente sgombro da alberi. Oggi, come fortezza, gli edifici hanno perso il loro significato, ma come parco il luogo si sta sviluppando.

Sul territorio del glacis pascolava il bestiame, i militari imparavano nuove tecniche, armi e trinceramenti. Durante le festività, in questo luogo si tenevano fiere e feste di massa. L’amministrazione cittadina mise a disposizione un balagan, uno scivolo da cavalcare, una giostra.

Elisabetta Petrovna si assicurò che lo stagno fosse pulito regolarmente. Caterina la Grande terminò i lavori di sistemazione del prato. Sotto Paolo I, la fortezza fu restaurata, e molto fu ricostruito secondo i gusti dell’imperatore. Sotto la sua guida, il terrapieno fu rinforzato con il manto erboso e aumentato di dimensioni.

La città fu progettata da Pietro I. Egli concepì l’idea di tre travi che uscivano dal giardino. Così apparvero i moderni viali Nevskij e Voznesenskij e la via Gorokhovaya. Le travi dividevano il prato in Petrovskaya, Isaakievskaya e Piazza dell’Ammiragliato.

Attenzione! Si scopre che il parco era in origine il centro della città.

Nel corso del tempo, la Capitale del Nord divenne il centro di comunicazione tra russi e stranieri. Tutti volevano guardare questo punto di riferimento della città. L’Ammiragliato divenne il centro di San Pietroburgo. Alessandro I rimosse la fortezza e trasformò l’edificio stesso dell’Ammiragliato per renderlo meno ufficiale, integrandolo con l’architettura dell’intera città.

Prima il viale, poi il Giardino di Alessandro. Furono tracciati tre sentieri, lungo i quali furono piantati quattro filari di giovani alberi. Furono collocate panchine dipinte di verde. Fu installata l’illuminazione e si usarono lampade a olio. Il parco fu recintato e furono messe delle sentinelle; si poteva entrare qui solo su invito.

Ora non c’è più la recinzione, l’accesso al parco è libero, ma ci sono comunque dei poliziotti che controllano che non ci siano bevitori e fumatori nel posto sbagliato.

È interessante il modo in cui è stato allestito il Giardino di Alessandria. Fu piantato sul sito del viale congiuntamente dall’ammiraglio Greig e dal botanico Regel. Dalla nascita di Pietro il Grande sono passati 200 anni, e a questa data Alessandro II ha fatto risalire la ricostruzione del parco, di cui era l’ideatore. È dal nome dell’imperatore che il giardino che ne è scaturito ha preso il nome.

Interessante! Ci sono voluti due anni per realizzarlo.

Il giardino è stato notevolmente ampliato. Sono stati piantati molti alberi e arbusti. Fu ordinato di installare nuove panchine in ghisa. L’inaugurazione avvenne nel 1874. Il giardino moderno presenta nuovi elementi, come la «fontana danzante», che è diventata un simbolo di San Pietroburgo.

Cento anni dopo, gli alberi troppo cresciuti sono stati tagliati, le loro chiome sono state rifilate, le aiuole sono state sistemate, le rose sono state piantate. Oggi è il miglior parco con giardino della Russia e l’unico del suo genere in tutto il mondo.

Posizione del parco

L’indirizzo del Parco di Alessandro: San Pietroburgo, Admiralteysky Prospekt, casa 1.

Il Giardino di Alessandro è visitabile gratuitamente. È stato così chiamato in onore di Alessandro. Qui è possibile visitare il planetario, lo zoo, il riposo culturale, osservando le miniature del simbolo della città, che sono state fuse in bronzo. Il planetario ha un diametro di 25 metri.

È interessante e istruttivo per gli adulti riposare qui, e anche i bambini non si annoieranno. Nel parco si tengono corsi di fitness e yoga. Ci sono molti teatri aperti, installazioni storiche, clown, servizi fotografici che intrattengono i visitatori.

Importante: è possibile visitare il giardino in qualsiasi giorno, dalla mattina alla sera.

Nel 2003 il parco è stato ricostruito. Sono state aggiunte aree verdi e percorsi pedonali. Nel 2011, sul suo territorio è apparsa una mini-Petersburg sotto forma di sculture in scala 1:33 di tutti gli oggetti della città.

Le attrazioni

Il Parco Alexandrinsky di San Pietroburgo è famoso in tutto il Paese, poiché qui si concentrano tutte le attrazioni della città. Vale la pena di prestare attenzione a 10 luoghi interessanti che si possono trovare passeggiando per il giardino dalla fortezza allo zoo:

  1. Statue in bronzo fuso. Tra queste, «La ragazza che lega il fazzoletto», «La ragazza che tiene in mano un uccello», «I giovani», «La ragazza che disegna» e nuove sculture come i due leoni vicino al caffè.
  2. Lungo la strada si incontra il monumento «Steregushchy», che difese la città durante la guerra con il Giappone. Qui si trova una composizione scultorea — 2 marinai che decisero di morire con il cacciatorpediniere.
  3. Nel parco c’è molto verde, che viene alimentato dall’acqua di piccoli stagni, da cui prende anche l’acqua per l’irrigazione di fiori di diversi colori. Piccoli ponti a gobba collegano un’isola all’altra.
  4. Una grotta di granito è apparsa nel parco nel 1903. Nelle vicinanze si trova una piscina collegata al laghetto attraverso un canale. Qui vicino si trova la stazione della metropolitana «Gorkovskoe». Qui si prepara il miglior cappuccino della città.
  5. Lungo il percorso si trovano numerose fontane, come il «Pozzo degli angeli», che raffigura una ragazza con cinque angeli che aiutano ad attingere acqua da un pozzo. Un’altra fontana presenta diverse statue di leggiadre fanciulle in abiti che scendono fino alle ginocchia, con vasi d’acqua in mano.
  6. Al centro del giardino si possono vedere tutte le attrazioni della città in miniatura. Qui si trovano la Colonna di Alessandro, la Cattedrale di Sant’Isacco, l’Ammiragliato, la Fortezza di Pietro e Paolo, la Piazza del Palazzo, l’Ermitage, il Castello degli Ingegneri, l’arco dello Stato Maggiore, la Cattedrale di Kazan, il Salvatore sul Sangue. Queste meraviglie si guardano dall’alto, notando tutte le sfumature dell’arte architettonica.
  7. Gli architetti della città siedono vicino alla mappa — il piano futuro della capitale del Nord — e cercano di vedere tutti i possibili cambiamenti. Seduti accanto ad essa, si può trarre ispirazione.
  8. Dietro a Peter c’è una statua in onore di San Pietro, che tiene in mano tre chiavi.
  9. Di fronte al teatro ci sono sedie commemorative che non si possono oltrepassare senza sedersi.
  10. La prossima attrazione può essere chiamata l’orologio dei fiori, di fronte alla sala della musica. È qui che gli innamorati amano fissare i loro appuntamenti.

Una volta visti tutti questi luoghi straordinari, non potrete più dimenticarli.

Vedute di Alexandria Park.

Come arrivare

Il Parco Alexandrinsky di San Pietroburgo si trova vicino alla stazione della metropolitana. Questo è il modo migliore per visitare il giardino. Per farlo, dovete raggiungere la stazione della metropolitana «Admiralteyskaya», camminare un po’ e il maestoso parco si aprirà davanti ai vostri occhi.

È possibile raggiungere il parco in auto, per questo vale la pena di utilizzare una mappa. Il tempo di percorrenza sarà leggermente più lungo rispetto alla metropolitana, poiché in città circolano molte auto. Il parco si trova nel quartiere di Pietroburgo, sul sito dell’ex glasis. Ora qui c’è un grande giardino. E quale parco di San Pietroburgo può essere più eccellente di questo.

La città organizza un festival ufficiale ogni giorno festivo per soddisfare i suoi residenti e i suoi ospiti. Allo stesso tempo, si può osservare la miniatura del «Cavaliere di bronzo», considerandone tutti i dettagli. Questa conoscenza della città non solo permette di risparmiare tempo, dato che tutto è vicino e si trova nel palmo della mano, ma permette anche di studiare le idee architettoniche.

Una nota a margine! L’ubicazione dell’Alexander Park non deve essere confusa con l’Alexander Garden. Il primo si trova sul ghiacciaio vicino alla fortezza, mentre il secondo comprende l’intero territorio dell’Ammiragliato.

Lo splendore del Parco Alessandro sottolinea che Pietro il Grande non decise di stabilirlo qui per nulla al mondo. La fortezza e l’Ammiragliato trasformati portarono una vera monumentalità all’architettura di San Pietroburgo. La città divenne una vera capitale. Vale la pena rendere omaggio a tutti gli architetti che hanno contribuito alla costruzione del famoso parco dell’altrettanto famosa città.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]