Ponte Blu — San Pietroburgo

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

La capitale del nord è uno dei primati della nostra patria in termini di numero di attrazioni. La città è famosa per i suoi palazzi, monumenti, canali, viadotti, musei e ponti. San Pietroburgo, che sorge su canali, fiumi e isole, ha molti ponti. Uno di questi — il Ponte Blu — sarà descritto in questo articolo.

Attenzione! Non va confuso con il Ponte Blu di Kronstadt. Il ponte di cui si parla nell’articolo si trova a San Pietroburgo.

Storia del palazzo

Non è famoso come, ad esempio, l’Anichkov, il Ponte del Palazzo o qualsiasi altro ponte della Capitale del Nord, ma c’è una caratteristica importante che lo contraddistingue. È il ponte più largo di San Pietroburgo e del mondo. Collega l’isola Kazansky con la seconda isola Admiralteysky attraverso il fiume Moika. È una parte importante dell’insieme architettonico di Piazza Admiralteyskaya ed è uno dei monumenti architettonici più importanti e significativi della città.

A differenza di molti altri famosi monumenti di San Pietroburgo, non è divisa. La costruzione è rappresentata da una volta senza cerniere, attualmente in cemento armato. Svolge una funzione pedonale e automobilistica. Ripetutamente riparato e restaurato, l’ultima volta nel 2014.

Ponte blu di San Pietroburgo

Il ponte più largo di San Pietroburgo non è sempre stato lo stesso. La sua storia inizia con un ponte di legno costruito nel 1737, durante il regno dell’imperatrice Anna Ioanovna, in questa posizione. All’epoca era dipinto di blu, cosa che gli ha dato il nome.

Ulteriori informazioni! All’epoca era tradizione dipingere i ponti sulla Moika con colori diversi, il che ha dato il nome ai ponti blu, rosso e giallo. All’epoca era un ponte sollevatore.

La costruzione originale fu realizzata dall’architetto olandese Harman van Boles, famoso per molte altre opere che hanno dato un volto alla città così come è conosciuta e ricordata: il Ponte Anichkov, la guglia della Chiesa di Sant’Isacco, la guglia dell’Ammiragliato, le Scuderie, l’acquedotto sul fiume Fontanka, il Palazzo Ekaterinhof e la guglia della Chiesa Simeonovskaya.

In seguito, nel XIX secolo, durante il regno di Nicola I, il ponte fu ricostruito in un ponte ad arco in ghisa a campata unica, con l’aggiunta di nuove arcate e l’allargamento verso il Ponte Rosso.

Fu allora che la sua larghezza raggiunse l’attuale valore record di 97,3 metri. La lunghezza rimase invariata per tutto questo tempo: 29,4 metri. Durante il periodo sovietico fu anche riparato e furono posati i binari del tram.

Sulla discesa c’è ora un pilastro-piedistallo decorato con il tridente di Nettuno, ci sono i segni delle passate inondazioni, a cui il ponte è sopravvissuto. Attualmente è ricoperto di asfalto, prima degli anni ’30 del secolo scorso era ricoperto di ciottoli.

Il ponte più largo di San Pietroburgo

Informazioni aggiuntive! I ponti più vicini sono i ponti Krasny e Fonarny.

Come arrivare e indirizzo

Si trova nel quartiere Admiralteysky di San Pietroburgo. Il modo più comodo per raggiungerlo è la metropolitana (stazione «Admiralteyskaya»), ma anche taxi e auto private. Coordinate 59°55′54″N. 30°18′32″ E.

Ci si può arrivare anche dalla stazione della metropolitana «Nevsky Prospekt», uscendo in direzione del Canale Griboedov, poi con gli autobus № 27, 22, 3 o con il filobus № 22, 5, oppure a piedi; si consiglia ai visitatori di familiarizzare con la mappa della città. Ma i cittadini e i turisti abituali affermano con sicurezza che è difficile perdersi a San Pietroburgo, almeno nel centro.

Cosa c’è di notevole in questo ponte

Innanzitutto, questo ponte si trova in un luogo insolitamente bello: Piazza Sant’Isacco. Qui si trovano anche l’alta e maestosa Cattedrale di Sant’Isacco, il Palazzo Mariinsky, gli hotel Astoria e Angliter.

Fate attenzione! Questa zona è una meta costante per i turisti, sia per quelli che vogliono salire sulla Cattedrale di Sant’Isacco e vedere un panorama insolitamente bello della città, sia per quelli che vogliono semplicemente vedere una delle piazze più belle di San Pietroburgo e stare accanto, guardare o fare una foto con il monumento di rame a Pietro il Grande.

Il ponte più largo della città è famoso per diverse leggende metropolitane. Una di queste narra che si può toccare la sua ringhiera in ghisa e chiedere la guarigione. Se lo si fa con fede, la richiesta verrà esaudita.

Le leggende dicono anche che il luogo non è buono:

  • è stato spesso allagato,
  • accanto a uno dei simboli di San Pietroburgo, il Cavaliere di Bronzo (monumento a Pietro il Grande), che Pushkin descrisse in modo piuttosto inquietante nell’omonima poesia,
  • il grande Esenin si è impiccato nell’Hotel Angleiter.

Ma gli ottimisti non ci credono, affermando che si tratta solo di coincidenze e del solito pessimismo pietroburghese associato all’architettura di granito grigio e al frequente tempo nuvoloso.

Interessante! Ci sono anche leggende sul Cavaliere di Bronzo, secondo cui nelle notti di cattivo tempo Pietro su un cavallo di rame gira per la città ed è in questa piazza che è più facile incontrarlo, e si dice anche che non un gigante di rame tangibile si aggiri lì, ma solo il fantasma dell’imperatore, e secondo le leggende, poco prima della sua morte è apparso lì ai suoi discendenti — Pietro III, e poi Paolo I. Questo ha portato al presagio che incontrare il fondatore della città sull’argine della Moika a San Pietroburgo di notte significa morire presto. Ma gli scettici e i realisti considerano tutto ciò una finzione e una favola.

Il ponte è anche chiamato «ponte invisibile»: molte persone, per quante volte lo attraversino, a causa della sua larghezza semplicemente non lo notano, percependolo come un’estensione della piazza, o il

Ponte Blu Ponte Piazza San Pietroburgo

Come già detto, la Capitale del Nord del nostro Paese è ricca di fiumi, canali e ponti. Molti visitatori rimangono stupiti dal loro numero e dalla loro bellezza. Chi desidera visitare il Ponte Blu avrà l’opportunità unica di vedere un ponte-quadro senza precedenti, il più largo di San Pietroburgo e del mondo intero. Questo luogo è una tappa obbligata del viaggio a San Pietroburgo, un luogo senza il quale San Pietroburgo è semplicemente impossibile da immaginare. Si può anche osservare il placido scorrere del fiume Moika e, se possibile, dare da mangiare alle anatre di città che a volte vi nuotano.

Auguriamo a tutti coloro che decidono di visitare questo luogo significativo mentre si trovano a San Pietroburgo un viaggio piacevole e nuove meravigliose impressioni.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]