Ponte Troitsky a San Pietroburgo

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

I ponti per Pietro sono di grande importanza. Collegano le coste, hanno un significato storico e culturale, il loro divorzio serale attira centinaia di turisti e cittadini. Uno dei ponti più lunghi e più belli è il Ponte Troitsky.

Il meridiano Pulkovo (zero) corre lungo la parte settentrionale del ponte. È stato utilizzato nelle mappe e negli atlanti fino al XX secolo.

La storia

Nella storia del funzionamento del ponte ci sono diverse fasi.

I fase — Ponte Plashkoutny

Il ponte Troitsky ebbe origine nel 1803, un secolo dopo la fondazione di San Pietroburgo. In quell’anno fu installato un ponte plashkout vicino a Piazza Troitskaya. Due decenni dopo, non rispondeva più alle esigenze dei cittadini. Il suo aspetto non si adattava all’architettura della città.

Nel 1924 iniziò la ristrutturazione secondo il progetto dell’ingegnere Lebedev. Gli operai utilizzarono blocchi di granito per rinforzare i pilastri costieri. I blocchi furono smontati in anticipo dai canali vicino al Castello Mikhailovsky.

Nel novembre 1824, l’argine della riva sinistra fu completato. Un anno dopo, gli operai iniziarono la costruzione del terrapieno sulla riva destra, che era stato progettato come una diga.

Una nota a margine! Nel 1827 fu inaugurato il rinnovato ponte su pontoni, chiamato Trinity Bridge.

La sua particolarità era una ricca decorazione:

  • I lampioni, i portali e le ringhiere furono realizzati in ghisa secondo i progetti individuali degli ingegneri: P.P. Bazen, A.P. Zuev, V.P. Lebedev.
  • Vari elementi della decorazione sono stati ricoperti di foglia d’oro.
  • Gli obelischi piramidali erano decorati con scudi di forma ovale e spade incrociate.

Nel 1876 fu costruita una ferrovia per cavalli.

Dopo 70 anni di funzionamento, il ponte fu chiuso per importanti riparazioni, rimuovendo gli elementi decorativi. Questi furono installati su altre strutture cittadine.

Fase II — Ponte permanente

Nell’ottobre del 1891, il Consiglio comunale decise di costruire il terzo ponte permanente della città. Al concorso parteciparono ingegneri provenienti da Russia, Spagna, Ungheria, Olanda, Bulgaria e Francia. La Duma pagò i progetti migliori.

  • Lo studio del famoso progettista della vasca Eiffel — Gustave Eiffel — ha ricevuto 6 mila rubli per il progetto «Minor».
  • Gli ingegneri russi E.K. Knorre e K. Lembke sono stati pagati 3 mila rubli per il progetto «Kremlin».
  • L’ingegnere Momchilov dalla Bulgaria per il progetto «Acciaio» guadagnò 1,5 mila rubli.

Nel 1897 Nicola II approvò la soluzione progettuale dell’impresa «Batillon» (Francia), che non aveva partecipato al concorso. Il suo progetto permetteva di risparmiare sul metallo. Una condizione importante del contratto era l’utilizzo di materiali russi e di operai provenienti dal suo Paese. L’importo del progetto: 5.200.000 rubli. Alla cerimonia di posa sono intervenuti i vertici di Russia e Francia, a sottolineare l’importanza della struttura.

Durante la costruzione del ponte principale, il ponte di pontoni è stato spostato a valle del fiume Neva, in Marble Lane. I materiali e le strutture per la futura costruzione sono stati prodotti in diverse città:

  • Polonia, Riga, Revel e San Pietroburgo produssero il metallo per la campata superiore.
  • Le capriate furono assemblate a San Pietroburgo e nel villaggio di Volynkina.
  • I supporti sono stati realizzati a Donetsk.
  • I tralicci furono fusi a San Pietroburgo, i candelabri e i cartigli a Revel.

La costruzione dell’incrocio di Troitskaya nel 1901

Nel 1903, in occasione del 200° anniversario della città, si tenne la grande inaugurazione del nuovo passaggio. I membri della famiglia imperiale e tutti i presenti si godettero il primo divorzio festivo, la processione e i fuochi d’artificio.

Fase III — ricostruzione nel 1965-67.

A metà del XX secolo, il ponte levatoio, largo 22,8 metri, limitava il passaggio delle navi. Le autorità cittadine decisero di ampliarlo. Durante i lavori di riparazione, per mantenere il traffico scorrevole, gli operai installarono un ponte levatoio temporaneo.

  • Installazione di una campata permanente e di un ponte levatoio con un sistema di azionamento idraulico per sostituire il vecchio ponte sulla riva sinistra.
  • Rivestimento di travi in cemento armato con granito.
  • Aumento della superficie dei marciapiedi, creazione di ingressi scorrevoli.
  • Installazione di obelischi in granito.
  • Introduzione di nuove ampie discese.

Nel 1967 l’attraversamento è stato aperto alle auto e agli autobus.

IV fase — ricostruzione 2001-2003.

In questo periodo è stata riparata la campata a bascula, sono state ripristinate le reti di illuminazione e di contatto, è stata posata una nuova pavimentazione sulla strada, è stata installata l’illuminazione artistica. L’arredamento perduto del periodo della Russia zarista è stato restituito al ponte. L’inaugurazione festosa è avvenuta il giorno del 300° anniversario della città.

I nomi

Il primo ponte, costruito nel 1803, si chiamava Peterburgsky. 20 anni dopo, durante la sua ricostruzione, si pensò di dargli un nuovo nome: Suvorovskij. L’inizio architettonico dell’attraversamento era la piazza Suvorov, progettata da Karl Ivanovich Rossi, di fronte alla quale era prevista una scultura commemorativa del famoso comandante. L’idea non fu approvata. Nel 1927 il nuovo attraversamento fu chiamato così in onore della vicina Piazza della Trinità e della Cattedrale della Trinità, consacrata nel giorno della Santissima Trinità. Il ponte divenne noto come Ponte della Trinità.

Durante la costruzione (1891), i deputati della Duma proposero di rinominare il ponte in Alexander-Mariinsky, in onore dell’anniversario della famiglia regnante. L’imperatore non approvò questa idea e mantenne il vecchio nome.

Una nota a margine! Durante il periodo di ribellione della Rivoluzione russa (1918) il passaggio era chiamato Ponte dell’Uguaglianza.

Dopo l’assassinio di Sergey Mironovich Kirov, membro del Presidium del Comitato esecutivo centrale russo (1934), il ponte fu ribattezzato Ponte Kirov. Le aquile bicipiti che coronavano gli obelischi furono sostituite da stelle a cinque punte. Le targhe sugli obelischi con i nomi dei progettisti furono sostituite da tabelle con informazioni su Kirov.

Nel 1991 il ponte tornò al suo nome storico: Troitsky. Tre anni dopo, su iniziativa dei democratici, le targhe commemorative originali furono reinstallate sugli obelischi.

Caratteristiche

Il ponte combina armoniosamente due strutture diverse: trave a sbalzo e travatura ad arco a sbalzo. Caratteristiche principali:

  • La presenza di 5 campate, più vicina alla riva sinistra del fiume Neva è la campata del ponte levatoio.
  • Lunghezza — 582 metri.
  • Larghezza — 23,43 metri.
  • Larghezza della carreggiata — 19 m.
  • Larghezza dei marciapiedi — 2,3 metri.
  • Sulle ringhiere è presente un punto che indica il centro.
  • Di sera e di notte c’è un’illuminazione straordinariamente bella.
  • Decorazione con simboli dell’autocrazia: obelischi, lanterne a tre bracci, targhe commemorative.

Attenzione! Il ponte Troitsky di San Pietroburgo ha una bella leggenda legata a Valery Pavlovich Chkalov. Non ci sono prove dirette, ma ci sono testimoni che affermano che il famoso pilota collaudatore fece un volo avventuroso sotto il ponte per conquistare il cuore della sua ragazza preferita. Questa storia è stata raccontata nel film «Valery Chkalov». L’attore che lo interpreta, Yevgeny Borisenko, ha volato più volte sotto il ponte.

Quanti ponti si possono vedere dall’incrocio di Troitskaya? Sette:

  • Hermitage;
  • Fonderia;
  • Verkhne-Lebyazhny;
  • St John’s;
  • Palazzo;
  • Exchange;
  • Lavanderia.

Come arrivare?

Il ponte Troitsky si trova nel distretto di Petrogradsky. Collega la parte di Pietrogrado con il centro di San Pietroburgo. Dall’altra parte del fiume Bolshaya Neva si può vedere il Ponte del Palazzo. Lungo la Troitskaya, attraversando i viali Gorodskoy e Aptekarsky, passa la Kamennoostrovsky Prospekt. Oltre l’incrocio, sul Petrovskaya Embankment, si trova Piazza Troitskaya.

Coordinate: 59.949174; 30.327113.

È possibile arrivarci in metropolitana. Le stazioni più vicine sono:

  • Admiralteyskaya;
  • Gorkovskaya;
  • Nevsky Prospekt.

Con gli autobus urbani: 5 M, 46, 49.

Il Ponte Troitsky di San Pietroburgo è il più importante oggetto di cultura e architettura, ammirato da cittadini e turisti.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]