Reus (Spagna)

Алан-э-Дейл       01.05.2024 г.

Quando si parla della tranquilla cittadina di provincia di Reus, in Catalogna, molti pensano innanzitutto agli affollati centri commerciali, ai numerosi outlet, agli sconti in cui è possibile risparmiare sull’acquisto di articoli anche di fascia alta e ai saldi stagionali che attirano turisti da tutto il mondo. Allo stesso tempo, si dimentica che questa città ha dato al mondo il più famoso architetto modernista spagnolo, e le sue strade sono esse stesse monumenti di questa tendenza. Pertanto, non solo può rifornire il guardaroba di un ospite in visita, ma anche placare la sua sete culturale.

Storia della città

Nei dintorni della Catalogna, e in tutta la Spagna, ci sono molte città con una storia molto più interessante di Reus. Qui non è successo nulla di interessante fino al XIX secolo, anche se la prima menzione si trova in documenti risalenti al XII secolo.

I turisti in visita non troveranno qui scavi ed edifici dell’epoca dei Romani e dei Fenici. Non ci sono residenze di re e conti. Né vi si svolsero eventi significativi e importanti. Fu solo con lo sviluppo del commercio e della produzione che questa città cominciò a essere menzionata in tutta l’Europa meridionale. Qui cominciarono ad arrivare commercianti e mercanti, che resero Reus più ricca e importante.

Oggi la città è conosciuta non solo come centro commerciale. Seguendo le tendenze del turismo, Reus ha acquisito i propri musei e monumenti, ristoranti e hotel confortevoli.

Le strade della città non sono cambiate molto

Ora, dopo il tanto atteso shopping, gli ospiti possono trascorrere la serata con un bicchiere di vermouth famoso in tutto il mondo, assaggiare la cucina mediterranea e visitare monumenti unici in stile Art Nouveau.

Collegamenti con altre città

Reus sulla mappa della Spagna non è molto facile da trovare: è praticamente fusa con la città di Tarragona. Nonostante Reus abbia un proprio aeroporto, non esiste un collegamento diretto con la Russia. L’opzione migliore è quella di volare verso le grandi città vicine — Barcellona, Saragozza o Valencia, quindi è necessario sapere come arrivare, ad esempio, da Barcellona a Reus. Si può prendere un aereo di una compagnia locale e il tempo di percorrenza per arrivare a destinazione è di mezz’ora. Le opzioni alternative sono gli autobus e i treni. Le distanze dalle città più vicine sono le seguenti:

  • Da Barcellona a Reus: 110 chilometri;
  • Saragozza — Reus: 230 chilometri;
  • Valencia — Reus: 260 km.

Attenzione! Ci vorranno 1,5-2,5 ore per arrivare a destinazione.

Shopping in città

Reus è il secondo centro commerciale più importante della Catalogna, secondo solo a Barcellona. Ma per numero di centri commerciali, negozi e boutique per metro quadro non c’è nulla che possa reggere il confronto. Qui ci sono più di 700 centri commerciali.

In città si possono acquistare sia articoli di marche famose (Pull and Bear, Zara, Mango, Lacoste, ecc.) sia semplicemente vestiti e scarpe di altissima qualità. Lo shopping, passeggiando per le belle e curate strade della città, è doppiamente piacevole. E i negozi sono situati in modo tale che l’acquirente non debba correre tra di loro alla ricerca di merci diverse.

Importante: tutti i negozi sono raggruppati per strada: uno vende scarpe, un altro gioielli.

Il punto di partenza per gli amanti dello shopping sarà la Piazza del Mercato. Nonostante si chiami così, qui non c’è più un mercato da molto tempo. Anche se la pavimentazione porta ancora i segni dei negozi di un tempo.

Proseguendo lungo Carrer de Llovera o Carrer de la Presó si raggiunge il grande centro commerciale El Pallol. Dopo aver trascorso un paio d’ore a vedere tutte le bancarelle, potete recarvi nella via che vi attira di più.

Il centro commerciale El Pallol dispone di quasi 1000 m² di superficie di vendita al dettaglio.

È importante ricordare che i negozi chiudono durante il giorno per la siesta: dalle 13.30 alle 17.00. La maggior parte di essi è aperta fino alle 20.00. La maggior parte di essi è aperta fino alle 20:00, quindi c’è sempre molta gente davanti alle cabine di montaggio.

Se l’acquirente non è interessato ai prodotti di marca dell’ultima stagione, ha senso visitare i numerosi outlet situati alla periferia della città. Il prezzo dei prodotti della scorsa stagione può essere ridotto del 70%.

Attrazioni della città

Le attrazioni della città di Reus (Spagna) sono rappresentate in modo molto vivace. Tra i conoscitori della storia spagnola, è conosciuta come il centro del modernismo. E non per niente: qui hanno lavorato diversi famosi rappresentanti di questa tendenza e la città stessa ha dato i natali al famoso architetto spagnolo Antonio Gaudì, molti dei cui edifici sono stati inseriti nella lista del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, quindi c’è molto da vedere.

Molte case sono monumenti del modernismo

Tutti i luoghi interessanti e significativi della città possono essere condizionatamente divisi in due parti. La prima apparterrà al «percorso del modernismo» e raccoglierà tutti gli edifici appartenenti a questo stile — 24 edifici.

La seconda sarà inclusa nel «percorso di Gaudì» e mostrerà ai turisti i luoghi memorabili per quest’uomo.

Del «percorso del modernismo» vale la pena di notare alcuni edifici:

  • Casa Navas. Il più famoso palazzo Art Nouveau della città. L’architetto è Luis Domenech y Monatera. Oggi è di proprietà privata, ma grazie alla cura dei proprietari si è conservata quasi intatta. Le visite devono essere organizzate in anticipo.
  • Instituto Pere Mata. Una clinica psichiatrica progettata dallo stesso architetto. È ancora in funzione, quindi non sono previste visite guidate.
  • Chiesa della Misericordia della Madre di Dio. Fu eretta in onore della patrona della città. C’è una bellissima leggenda che racconta la lotta della popolazione locale contro la peste e la magica liberazione dalla terribile malattia con l’aiuto della Vergine Maria.

L’interno di Casa Navas è stato conservato nella sua forma originale

I luoghi più significativi dell’itinerario di Gaudì saranno la casa natale, la chiesa di San Pietro, luogo del battesimo di Antonio, e la scuola dove egli studiò. Il percorso si concluderà con un museo dedicato all’architetto. A giudicare dalla descrizione, è famoso per la sua mostra interattiva, dove è possibile toccare tutti gli oggetti esposti.

Attenzione! Tutti questi luoghi non hanno nulla a che fare con lo stile che il futuro genio glorificherà. La casa dei suoi genitori è insignificante: un edificio ordinario che fungeva anche da officina per il nonno, maestro costruttore di caldaie di rame.

Museo Gaudì nella piazza principale

La chiesa di San Pietro appartiene allo stile gotico. La sua costruzione richiese molto tempo, quasi 100 anni. Nonostante la sua importanza culturale per la città, fu pesantemente distrutta durante la guerra civile. L’altare non è mai stato completamente restaurato.

Tutti in Catalogna e molti in Spagna conoscono il Museo Gaudì. La differenza principale è che qui gli oggetti esposti non sono coperti da vetro e nastri di recinzione. Tutti e 4 i piani sono pieni di esposizioni interattive, il che significa che tutto può essere toccato per avvicinarsi il più possibile alla storia del modernismo.

Reus ha smesso da tempo di essere un negozio cittadino e un paradiso per i cacciatori di occasioni. Le infrastrutture turistiche sviluppate, i numerosi e bellissimi monumenti storici e la vicinanza ad altre destinazioni turistiche la rendono una città piacevole e memorabile, con il suo particolare sapore modernista.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]