Sagrada Familia

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

Nel centro di Barcellona sorge uno dei capolavori della cultura e dell’architettura spagnola. Il «Tempio Redentore della Sacra Famiglia» è la struttura incompiuta più alta di Barcellona, il suo biglietto da visita e la migliore creazione del grande architetto Antoni Gaudí, in catalano — Temple Expiatori de la Sagrada Família.

La cattedrale di Barcellona si distingue tra gli altri edifici per la sua insolita architettura nello stile del modernismo neogotico, dello stile moresco e dello stile proprio dell’architetto. Uno dei campanili, costruito durante la vita del grande architetto, raggiunge un’altezza di 100 metri. La struttura assomiglia a un castello di sabbia.

Un tempio di incomprensibile e sublime bellezza

Gaudì sostituì le monofore gotiche concepite in precedenza con finestre paraboliche e trasformò le colonne erette in enormi tronchi d’albero con le chiome che si intrecciano in cima alla cattedrale. Secondo l’idea di Antonio, la struttura doveva assomigliare a una foresta, da cui filtrava una tenue luce stellare attraverso le finestre. Non amava le linee geometriche nette, perciò tutte le linee dell’edificio sono rese morbide e naturali.

La cima della cattedrale doveva raggiungere i 170 metri, ovvero 3 metri più in basso del monte Manjuik. L’architetto voleva dimostrare che l’uomo non può creare un capolavoro migliore di Dio. La torre più alta del tempio era dedicata a Gesù, quella più bassa alla Vergine Maria e le altre ai 12 apostoli. Tutte le sculture e le decorazioni simboleggiano la fede cattolica.

«Facciata di Natale» Gaudì decorata con composizioni a grandezza naturale.

Fate attenzione! I segreti dei monumenti e dei bassorilievi sono che l’artista fece dei calchi della natura e delle creature viventi, addormentandole per un po’ con il cloroformio.

L’interno è sorprendentemente splendido. La luce soffusa che penetra attraverso le numerose vetrate, dà una sensazione di irrealtà e di fiaba. L’interno della cattedrale è già completamente finito e sono pronte anche le facciate della «Natività» e della «Passione di Cristo». «La facciata della Natività mostra la scena della nascita di Cristo e la facciata della Passione mostra la scena della crocifissione di Cristo.

Nota: l’architetto ha costruito la cripta, una stanza a volta nel sotterraneo, la cui volta è decorata con un bassorilievo sul tema dell’Annunciazione. Tutte le decorazioni e i dipinti hanno un significato simbolico legato ai riti della chiesa e al Vangelo.

Per rendere il suono delle campane naturale e armonioso, Gaudí dedicò diversi anni allo studio dell’acustica. Trascorse la maggior parte del tempo in cantiere, pensando costantemente a nuovi dettagli e trame. Nel museo del tempio sono conservati i disegni, e chi lo desidera può vedere come apparirà la cattedrale nella forma completata.

Dopo il 1926 il tempio fu eretto dai seguaci del grande maestro.

Storia del tempio progettato da Antoni Gaudi

La storia del tempio risale alla fine del XIX secolo: secondo la leggenda, il presidente della Società di San Giacomo — Bucabella — sognò che la cattedrale fosse costruita da un uomo biondo con gli occhi azzurri. Questa combinazione di colore dei capelli e degli occhi è rara in Spagna, ma era l’aspetto di Gaudì.

Un altro architetto, Francisco de Villar, iniziò a progettare la cattedrale di Gaudì a Barcellona, ma dopo qualche tempo Gaudì prese il sopravvento. Non aveva un progetto, aveva preso il disegno dalla sua testa. Nonostante l’apparente astrattezza del tempio, tutte le linee e i dettagli sono stati pensati nei minimi particolari. Il genio era spinto dalla natura stessa, dalla quale traeva ispirazione e creava progetti che nessuno avrebbe potuto replicare.

Non pianificava mai, ma realizzava le sue idee non appena gli venivano in mente. Credeva che tutto dovesse accadere in modo naturale e trattava le sue creazioni con timore, come se fossero esseri viventi.

Tutti gli elementi sono progettati secondo le leggi della meccanica. Un tale capolavoro può resistere a un uragano e a un potente terremoto. Durante la consacrazione del tempio, un potente uragano spazzò via un elemento, che cadde con un boato sul cantiere, ma i cittadini non lo considerarono un cattivo presagio e la costruzione del tempio continuò.

Gaudí non ha lasciato disegni, ma la costruzione, iniziata nel 1882, continua fino ad oggi. Il lavoro dell’architetto è stato portato avanti dai suoi seguaci per 136 anni. L’edificio sta assumendo una forma quasi completa. La Cattedrale della Sagrada Familia di Barcellona è unica non solo per il suo mix di stili diversi e forme insolite, ma anche per il fatto che è diventata una bibbia incarnata nella pietra. Ogni elemento della facciata è dedicato a storie bibliche, ha significati segreti e racchiude i misteri del presente, del passato e del futuro.

La cattedrale è rimasta in costruzione a Barcellona per tanto tempo a causa di finanziamenti insufficienti. A Gaudì veniva costantemente chiesto quando la cattedrale sarebbe stata terminata, e lui rispondeva che il suo committente (Dio) non aveva fretta di finire l’edificio. L’architetto dedicò tutta la sua vita alla sua creazione. La sua vita finì sotto le ruote di un tram vicino all’edificio incompiuto, che fu inaugurato quel giorno. Poiché l’architetto pensava sempre alla costruzione, non si accorse di nulla di ciò che lo circondava.

È importante che Gaudì non abbia lasciato alcun disegno.

Non molto tempo fa è stata effettuata un’attiva iniezione di fondi per la costruzione del tempio, e ora il completamento della costruzione sta procedendo a un ritmo più veloce e si prevede che sarà ultimato entro il 2026. Gli spagnoli non hanno fretta di completare la costruzione perché credono che quando sarà terminata arriverà la fine del mondo.

È interessante notare che il tempio viene spesso definito una cattedrale, il che è un termine improprio perché una cattedrale è il tempio principale della città, mentre la Sagrada Familia non è il tempio principale della città.

La Sagrada Familia e i tempi moderni

Fatti interessanti sulla cattedrale di Barcellona, in Spagna:

  • Nel 2008, alcuni studiosi spagnoli hanno chiesto di fermare la ricostruzione della cattedrale incompiuta a causa del suo restauro negligente a favore dell’industria turistica.
  • Nel 2010 la chiesa è stata consacrata dal Papa e dichiarata idonea alle funzioni religiose.
  • La difficoltà di realizzare i blocchi di pietra allunga i tempi di costruzione perché sono difficili da lavorare e da incastrare.
  • La costruzione costa circa 25 milioni di dollari all’anno. Il budget per la costruzione è attualmente costituito da donazioni e dai profitti della vendita dei biglietti d’ingresso al tempio, che costano tra i 15 e i 29 euro*.
  • Nella cattedrale c’è una scuola, organizzata da Gaudì per i figli dei costruttori del tempio. Oggi qui viene organizzata una mostra.
  • Il tempio di Gaudì a Barcellona è patrimonio dell’UNESCO, così come altre opere dell’architetto.
  • All’interno dell’edificio ci sono ascensori per raggiungere il punto più alto della torre.
  • Nel 1936 l’edificio fu incendiato da un gruppo di anarchici, ma alcuni disegni si salvarono.
  • La Cattedrale di Barcellona fu costruita in modo da poter essere vista da qualsiasi punto della città, e la luce del sole o della luna che passava e si rifletteva attraverso le vetrate della basilica serviva come segnale luminoso per i marinai.
  • Oltre ai finanziamenti, un’altra circostanza impedisce di terminare l’edificio nella forma voluta dall’architetto: è necessario demolire una parte delle case di fronte all’ingresso principale (la «Facciata della Natività»).

Come raggiungere la Sagrada Familia

Il Santuario si trova a Barcellona, nel quartiere Eixample, in Carrer Mallorca 401 08013 Barcellona. Sito web ufficiale. Il sito offre informazioni online solo in tre lingue: spagnolo, catalano e inglese.

Breve mappa della metropolitana

Quali sono i modi per arrivare dal centro:

  • In autobus: 19, B20, B24, 3, 34, 43, 44, 50, 51 fino alla fermata Sagrada Familia. È possibile raggiungere il famoso monumento anche con l’autobus turistico.
  • In metropolitana con la linea L2 o L5.
  • In taxi: 15-30 euro, a seconda della distanza percorsa.
  • In auto.

Dall’aeroporto di Barcellona, si può prendere la metropolitana in 30-35 minuti sulla linea 9.

Costo d’ingresso

  • Gruppi guidati: senza audioguida il prezzo del biglietto è di 15 euro a persona, con visita alla torre e audioguida è di 23 euro*.
  • Biglietti individuali: 15 euro senza accompagnatore, 29 euro con visita alla torre e audioguida.
  • Per le scolaresche, i biglietti partono da 9 euro.
  • I bambini sotto i 10 anni sono ammessi gratuitamente.

Regole per la visita al tempio

  • Osservare il codice di abbigliamento: non si può entrare senza scarpe, con copricapo, pantaloncini corti o gonne sopra il ginocchio.
  • È vietato fumare e consumare cibo nei locali.
  • È vietato entrare con attrezzature professionali per riprese (foto e video).

Il prezzo del biglietto dipende dal numero di persone e dalla composizione dei gruppi. Il prezzo deve essere confermato.

Orari di visita della Basilica

In alta stagione (da aprile a settembre): dalle 09-00 alle 20-00.

In bassa stagione (da ottobre a marzo): dalle 09-00 alle 18-00.

Attenzione! La vendita dei biglietti termina 30 minuti prima della fine delle visite.

Il maestoso tempio non lascia indifferenti. Chiunque può toccare con mano la storia secolare e il capolavoro del grande architetto. Dall’apertura il tempio è già stato visitato da circa 5 milioni di turisti.

* I prezzi dei biglietti si riferiscono a luglio 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]