Sentiero della salute di Rosa Hutor

Алан-э-Дейл       02.04.2024 г.

Rosa Khutor è una località montana della Russia. Si trova vicino ad Adler, nel villaggio di Krasnaya Polyana, ma è famosa non solo per le Olimpiadi invernali del 2014. Una natura incredibilmente bella, montagne, fiumi, spiagge di ghiaia, tutto è concentrato in un unico luogo. Ogni anno migliaia di turisti si riversano qui per ammirare la natura, rilassarsi e fare sport.

Un po’ di storia

Il nome Rosa Khutor non è meno bello del luogo stesso. Deriva dalla colona estone Adula Roosa. Dopo l’abolizione della servitù della gleba in Russia, la vita degli estoni divenne molto difficile. 70 famiglie furono costrette a cercare un rifugio, dovettero soffrire a lungo e per caso si recarono nel Caucaso. La zona montuosa piacque molto ai vagabondi per l’abbondanza di acqua, animali e frutta e decisero di stabilirvisi. Ben presto gli estoni riuscirono a sviluppare una terra fertile, iniziarono a tenere una fattoria di latticini, ad allevare api, a produrre burro, a coltivare frutteti. Alla fine divennero essi stessi ricchi e resero Krasnaya Polyana ancora più fertile e ricca.

Sentiero della salute di Rosa Khutor

Secondo i dati storici, Adula Rooza lavorava come guardaboschi nella foresta di Krasnopolyansky molto prima della Grande Guerra Patriottica. Purtroppo non si sa altro su di lui, se non che ebbe diversi figli, che alla fine lasciarono la fattoria, ma presto lo status di questo luogo fu ripristinato e trasformato in un’area turistica. È così che è nato questo nome semplice ma molto bello. La prima cosa che attrae i turisti è che qui tutti possono trovare una vacanza interessante a volontà e ricchezza materiale tutto l’anno. Sia l’inverno che l’estate sono molto ricchi e attraenti, si tratta di una vacanza sulla neve con vin brulé caldo, e di bagni con ogni tipo di escursione.

Sentiero della salute del Rosa Khutor

I sentieri escursionistici sul Rosa Khutor sono comuni. Il sentiero si trova nel villaggio di Rosa Khutor e fa parte del territorio del Parco Nazionale di Sochi. Si snoda lungo il pendio del monte Psekhako e presenta tre percorsi escursionistici suddivisi per livello di difficoltà:

  • anello piccolo;
  • anello grande;
  • anello medio.

Tutti iniziano vicino alla spiaggia del lago e terminano un po’ più a monte del fiume. L’unica differenza è la lunghezza e la ripidità del pendio. È un luogo ideale per passeggiare, respirare l’aria fresca di montagna, praticare meditazione e yoga o fare jogging. Qui si può essere lasciati soli con se stessi. La distanza più breve è di soli 310 metri. Si può percorrere in media in 20-30 minuti con una camminata tranquilla. È perfetto per una passeggiata con i bambini. L’unica cosa da tenere in considerazione è che tutti i percorsi turistici del resort Rosa Khutor iniziano in salita su gradini e terminano con la stessa discesa. In totale ci sono 919 gradini.

L’anello centrale è lungo già 1630 metri e presenta salite più difficili.

È importante che prima di partire valutiate le vostre capacità, perché non ci sono stazioni di soccorso lungo tutto il perimetro. In media, ci vorranno 1,5 ore per superarlo, ma ci saranno più attrazioni naturali lungo il percorso: sorgenti con acqua potabile, una cascata, una piattaforma panoramica dove poter fare una foto con un bellissimo paesaggio. E solo su questo percorso c’è un lago attrezzato per una fontana. Fare il bagno o meno è a discrezione del turista, poiché l’acqua è ancora fresca. C’è anche un campo per lo yoga.

L’anello grande è un po’ più lungo di quello centrale e misura 1970 metri, ma le pendenze sono rispettivamente più ripide e più difficili, e la natura è più pittoresca e luminosa. Quando si sceglie un percorso, è necessario tenere conto di tutti i fattori di difficoltà. All’inizio del sentiero c’è un pilastro di pietra con tre cartelli e una mappa con una descrizione dettagliata di ogni percorso, che indica chiaramente da dove partire. Ma non tutti camminano rigorosamente lungo i sentieri: se lo desiderate, potete combinarli in uno solo e vedere tutte le attrazioni del Sentiero della salute.

Attrazione Rosa Khutor

In ogni caso, la distanza scelta offre all’escursionista la vista di un pendio insolitamente bello, circondato da una vera e propria foresta con alberi secolari e una passeggiata gratificante. Lungo il percorso si possono incontrare vari divertimenti estremi, come ad esempio una traversata in corda sul fiume Mzmyta. Il suo costo è di circa 500 rubli.

Attenzione! Per una maggiore comodità e per ridurre al minimo lo sforzo, il sentiero è dotato di parapetti in legno e di numerose panchine e tavoli per il riposo; in qualsiasi momento è possibile fare una pausa e consumare uno spuntino. L’ingresso a qualsiasi sentiero è assolutamente gratuito.

Prima di visitare il «Sentiero della salute» di Red Glade è bene prendere le dovute precauzioni:

  • Se la passeggiata è con un bambino, è consigliabile percorrere il Piccolo Anello e senza carrozzina, poiché il sentiero inizia con una ripida salita;
  • sono necessari abiti comodi che non limitino i movimenti, scarpe chiuse che non siano scivolose e un cappello;
  • è sconsigliato percorrere la pista in caso di pioggia o di forti nevicate, sarà molto scivolosa, il che è gravido di conseguenze; è meglio percorrerla in estate;
  • È necessario portare con sé acqua e provviste, non ci sono bar o negozi lungo il percorso. È inoltre necessario portare con sé un sacco per la spazzatura;
  • Portate con voi una macchina fotografica o una videocamera per immortalare tutte le bellezze circostanti.

Come arrivare

In primo luogo, è necessario raggiungere il villaggio di Krasnaya Polyana, da cui è possibile fare una breve passeggiata fino al percorso turistico «Sentiero della salute».

È possibile arrivarci in diversi modi:

  • In auto sull’autostrada A148. Questo è il modo più comodo, poiché la strada è nuova e confortevole. Dall’aeroporto di Adler la distanza sarà in media di 40 km, dal centro di Sochi di 70 km. Naturalmente il costo della benzina sarà molto più alto rispetto a quello di un biglietto dell’autobus o del treno, ma il comfort e la libertà di movimento sono garantiti.
  • In treno. C’è un comodo «Lastochka» che arriva direttamente dalla stazione ferroviaria di Sochi. Il prezzo del biglietto è di poco superiore ai 300 rubli*, ma varia a seconda della data del viaggio. È consigliabile informarsi in anticipo sugli orari. Dopo essere arrivati alla stazione di Rosy Khutor, è necessario attraversare il villaggio fino a Piazza Mzmyta. Dopo aver attraversato il ponte, bisogna girare a sinistra e proseguire fino alla spiaggia del lago.
  • In autobus. Questo è il modo più economico e non c’è un orario preciso, basta arrivare al luogo di partenza e aspettare che il trasporto sia pieno, il prezzo è di 225 rubli.* Da Adler c’è una linea (135) dal centro commerciale «New Century», da Sochi da Kudepsta e Khosta (105, 105C). È possibile prendere i mezzi di trasporto anche sull’autostrada, ma potrebbe non esserci posto a sedere. L’autobus arriva direttamente a Piazza Mzmyta, riducendo notevolmente la distanza da percorrere a piedi.

Per saperne di più

Se anche il Grande Anello non vi è sembrato difficile, ed è facile camminare molto di più, non disperate, ci sono luoghi più difficili nelle vicinanze. Poco distante si trova la Cascata Keivu, così chiamata in onore di Elmar Keivu, un estone che lavorò come istruttore a Krasnaya Polyana per diversi anni. Per raggiungerla, dovrete seguire un sentiero non pedonale, ma abbastanza dolce. Lungo il percorso si può ammirare il panorama del quartiere di Krasnaya Polyana.

Interessante! La cascata di Polikarya si trova sul pendio del monte Aibga. Si può raggiungere a piedi direttamente dalla stazione in cui si ferma la «Rondine», quindi il percorso sarà in media di 10 km, oppure si può andare all’ascensore, che porterà il turista a un’altezza di 960 m e da lì ci vorranno in media 2,5 ore di cammino. Ai piedi della cascata si trovano montagne innevate. È meglio visitarla alla fine di maggio, in modo che la cascata sia piena.

Ma il modo più difficile per raggiungere le cascate Achipsi. Si tratta di un percorso di due giorni attraverso il massiccio dell’Achishkho fino al fiume Achipse, passando per i prati alpini, che lascerà molte impressioni e foto di alta qualità.

Andando in vacanza a Rosa Khutor qualsiasi, anche il turista più esigente troverà qualcosa di suo gradimento. Ci sono molte montagne, sentieri ecologici, una spiaggia lacustre con lettini dove prendere il sole, infrastrutture sviluppate, cascate. Ogni anno il turismo nella regione di Krasnodar si sviluppa sempre di più e per andare a sciare in estate non è necessario andare all’estero, basta prenotare l’impianto di risalita più alto di Rosa Khutor. Oltre allo sci e allo snowboard, è possibile praticare il pattinaggio su ghiaccio su una piattaforma all’aperto, attraversare cinque ponti sul fiume Mzymta o visitare il museo etnografico «La mia storia». La cosa principale è l’aria di montagna e il ricco ecosistema.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]