Spettro di Curonia

Алан-э-Дейл       31.05.2024 г.

A Kaliningrad, lo Spiedo della Curonia è considerato una delle principali e più importanti attrazioni della regione. Si tratta di una riserva naturale unica sul territorio della regione di Kaliningrad e della Lituania, che combina una ricca storia, paesaggi diversi — dalle dune e dalla tundra alle foreste e ai paesaggi dei parchi, dalle paludi alla costa marina, specie rare di piante e animali. Questo luogo unico e bellissimo sarà descritto in questo articolo.

Posizione della Curonian Spit e del Mar Baltico sulla mappa

Lo Spit si trova sulla mappa alle coordinate 55°16′28″N, 20°58′15″E ed è bagnato dalle acque del Golfo di Curonia e del Mar Baltico. 20°58′15″E ed è bagnata dalle acque del Golfo di Kursh e del Mar Baltico. È una stretta striscia di terra a forma di sciabola lunga 98 km e larga da 400 m a 3,8 km ed è una penisola, poiché il Mar Baltico è collegato al Golfo di Kursh da uno stretto nei pressi di Klaipeda. Inizia nel distretto di Zelenograd dell’Oblast’ di Kaliningrad e termina nella zona di Klaipeda e Nida (Stato della Lituania, UE).

Formazione dello stretto di Curonia

Il processo di formazione di questo spartiacque si è protratto per lunghi secoli: all’inizio c’erano solo banchi di mare, che per anni e secoli hanno rallentato la corrente, accumulando sabbie, che si sono depositate lì, formando banchi. I banchi si sono a loro volta trasformati in isole, che col tempo sono diventate uno sputo, che senza alcuna base solida è costituito solo da sabbia di quarzo. Le onde del mare e i venti portano costantemente nuova sabbia sullo sputo, formando dune di sabbia.

Le dune dello Spit di Curonia

Anche gli insediamenti sullo spiedo sono stati costantemente inghiottiti dalle sabbie provenienti dal mare nel corso dei secoli. Gli insediamenti attuali non sono affatto i primi, ma gli unici sopravvissuti. Lo Spit ha preso il nome dalla tribù baltica dei Kurs, che viveva qui fin dall’inizio della sua formazione. Con l’invasione dell’Ordine Teutonico nel Baltico, il territorio della Spita e gli insediamenti dei Cursiani divennero dipendenti dall’Ordine, essendo vassalli di quest’ultimo.

Tempo e clima sullo Spit di Curonia

Il clima dello Spit è intermedio tra quello marittimo e quello continentale e il tempo è spesso variabile. Gli inverni sono molto miti, le estati calde e temperate. La temperatura media annua dell’aria è di +7 gradi Celsius, con un minimo assoluto d i-26 (a gennaio) e un massimo assoluto di +31 (a giugno). La quantità media annua di precipitazioni è di 660 mm, con un massimo da ottobre a febbraio. La copertura nevosa varia di anno in anno: dalla completa assenza di neve a un’elevata copertura nevosa stabile. Una caratteristica del tempo sullo Spit è il vento costante, i periodi di bonaccia sono solo l’1% all’anno. Le rose dei venti cambiano continuamente. In generale, secondo le recensioni dei turisti, il tempo sullo Spit è abbastanza favorevole — da aprile a novembre è possibile riposare qui, molte persone, passeggiando nel periodo invernale, notano il verde vivace delle piante erbacee e decidue.

Lo Spalto Curoniano dalla Regione di Kaliningrad e dalla Lituania. Parco nazionale

Lo Spit è diviso tra Russia e Lituania e su entrambi i lati si trovano i parchi nazionali dei rispettivi Paesi. In effetti, il confine divide il parco nazionale in due. Ci sono molte attrazioni sulla Curonian Spit e c’è molto da vedere su entrambi i lati del confine. Le principali attrazioni del parco nazionale sul lato lituano sono:

  • piattaforma di osservazione sulla duna di Parnidis, vicino a Nida;
  • Uno sviluppo storico in stile tradizionale locale a Nida;
  • la casa-museo dello scrittore tedesco Thomas Mann;
  • costruzione di un’antica chiesa luterana e di una chiesa moderna con tetto in canne;
  • il faro sulla duna di Urbas;
  • {edificio storico tradizionale di Preila;
  • edificio storico in stile tradizionale a Pärvalka;
  • Edificio storico in stile tradizionale locale a Juodkranta;
  • Parco della Montagna delle Streghe con un’esposizione dedicata agli eroi dei racconti e delle leggende popolari lituane e baltiche;
  • un monumento ai soldati sovietici vicino a Klaipeda, scolpito da un intero pezzo di pietra sollevato dal mare;
  • esposizione di barche da pesca di 40-70 anni a Smiltin;
  • museo «Dimora storica dei pescatori»;
  • «Museo marittimo» ospitato nella fortezza di Kopgalis;
  • Delfinario;
  • Molo sud;
  • Foresta di alci («Elkhvald»), che è una riserva naturale.

Le attrazioni del Parco Nazionale Russo sono:

  • Il «boro reale» di conifere secolari, tra cui thuys giganti, abeti rossi e pini;
  • Stazione ornitologica «Fringilla», impegnata nel conteggio e nell’inanellamento degli uccelli le cui rotte migratorie passano attraverso il territorio dello Spit; la stazione impiega scienziati ornitologi qualificati, qui si organizzano escursioni;
  • «Museo delle superstizioni russe» sul territorio del centro visite del parco nazionale, la cui esposizione è rappresentata da singolari figure in legno intagliato raffiguranti personaggi delle fiabe russe;
  • «Altezza di Muller» con una piattaforma di osservazione e una splendida vista su mare, dune, foreste, boschi, prati;
  • «Foresta danzante» con alberi ricurvi e contorti, molto amata dai turisti;
  • «Efa Heights» con punti di osservazione su mare, dune, laghi;
  • Il Lago dei Cigni, molto bello, soprattutto dalle piattaforme di osservazione sulle alture; vi si trovano i cigni, che hanno dato il nome al lago.

Animali, zecche, serpenti e orche sullo Spiedo Curoniano

I mammiferi sono rappresentati principalmente da alci, cinghiali, caprioli, cervi, volpi, lepri, lontre, martore, scoiattoli, cani procioni, ermellini, visoni, tassi, furetti e castori. Gli animali si avvicinano spesso alle persone, che non li temono, chiedendo cibo, viziati dai turisti.

Attenzione! È severamente vietato dare da mangiare agli animali!

Gli uccelli sono rappresentati da 262 specie, di cui 100 nidificanti e le altre migratorie. Tra gli uccelli della Curonian Spit ci sono cigni, cicogne, aironi, gru, aquile.

I serpenti sono rappresentati dal riccio e dalla vipera comune. Sul territorio dello spit c’è una popolazione di zecche Ixodus, tenendo conto di questo fatto bisogna fare attenzione. Di tanto in tanto, le orche che sguazzano nell’acqua, piuttosto rare nel Mar Baltico, vengono avvistate vicino alle coste.

Animali sullo Spiedo Curoniano

I villaggi di Lesnoy, Morskoye e Rybachy. Pesca e svago; dove alloggiare

Sulla parte dello spiedo che appartiene alla Federazione Russa, ci sono 3 insediamenti:

  • Lesnoy — il primo insediamento sulla strada da Zelenogradsk, un ex villaggio di pescatori tedeschi, dove si trova la base turistica «Dunes», dove si può andare a pescare nella Baia di Curonia;
  • Il villaggio di Morskoye, un tempo Pillkoppen, si trova alla base della duna di Efa, vicino al confine russo-lituano, intorno al villaggio ci sono sabbie mobili, è costruito con accoglienti case pittoresche in stile tradizionale prussiano;
  • Nell’insediamento di Rybachy, un tempo Rossitten, sono stati conservati l’edificio dell’ex chiesa luterana e il faro, è in funzione la stazione biologica dell’Istituto Zoologico dell’Accademia delle Scienze russa. Ci sono due caffè e alberghi. La pesca è molto sviluppata: ci sono ormeggi per i pescherecci nella Baia di Curonia, e per la pesca c’è anche il vicino lago Chaika.

In linea di massima, la pesca sul territorio di questi insediamenti e sullo Spit di Curonia è estremamente popolare: c’è molto pesce sia in mare che nei laghi e nelle acque dolci della Baia di Curonia. Spesso si possono pescare lucci, lucciperca, anguille, lucciperca, anguille, passere, persici, persici, orate, pesci gatto, ruffe, taimen, jerkh. È possibile pescare dalle barche, dalla riva, con canne da pesca, canne da spinning, canne da pesca a fondo, pasturatori.

Importante: reti, canne da pesca elettriche e altri metodi di pesca vietati sono severamente vietati ovunque, e l’Ispettorato del Parco Nazionale controlla rigorosamente l’esecuzione del divieto.

In questi villaggi, data la popolarità turistica dello Spalto di Curonia, ci sono molti luoghi di riposo e di pernottamento — alberghi, basi turistiche, pensioni. L’elenco completo è consultabile sul sito ufficiale del parco nazionale alla pagina corrispondente.

I turisti soggiornano spesso anche negli alberghi e nei sanatori di Zelenogradsk, che si trova vicino al parco nazionale.

Il biglietto d’ingresso al parco nazionale costa 150 rubli, mentre il passaggio di un’autovettura costa 300 rubli e include il costo del conducente.

Come raggiungere lo Spit di Curonia

È possibile raggiungere il Curonian Spit nei seguenti modi:

  • in autobus da Kaliningrad — la linea 593 «Kaliningrad — Zelenogradsk — Morskoye» passa in estate per le fermate «Lesnoy», «Dunes», «Rybachy». Le partenze da Kaliningrad sono alle 5:15, 9:35, 12:35, 17:50. Il tempo di percorrenza è di circa 2 ore, il prezzo del biglietto è di 84 rubli* oppure il percorso № 239 «Kaliningrad-Klaipeda», che passa per le fermate «Zelenogradsk», «Lesnoe», «Dyuny», «Rybachiy», «Morskoye», più avanti sul territorio lituano. Il tempo di percorrenza è di circa 2 ore, il costo del checkpoint del parco nazionale «Curonian Spit» — 128 rubli, fino all’insediamento di Rybachy — 252 rubli.
  • in treno fino a Zelenogradsk (dalla stazione sud alle 10:30, 11:55, 12:40, 13:23, 14:30, 16:15, 17:33, 18:40. Tempo di percorrenza — 45 minuti, costo 58 rub.*) e poi da Zelenogradsk a Curonian Spit in autobus (№ 596, le informazioni su di esso sono specificate sopra e № 210 «Zelenogradsk — Morskoye», partenze 6:45, 9:00, 11:55, 15:00, 18:30, tempo di percorrenza — circa un’ora, tariffa 20 rub.*) o in taxi — il costo è negoziabile, i tassisti stanno nel centro di Zelenogradsk.
  • in auto privata — il tempo di percorrenza senza ingorghi da Kaliningrad è di circa 1 ora e 10 minuti. Uscire da Kaliningrad via Alexander Nevsky St. fino all’anello di Primorskoye, prendere la A-191, entrare a Zelenogradsk, continuare lungo Okruzhnaya St., poi dritto sulla R-515 e guidare fino al checkpoint del Parco Nazionale.

Consigli e raccomandazioni di turisti e viaggiatori esperti

I viaggiatori che sono stati sullo Spalto di Curonia e che vi si recano costantemente consigliano innanzitutto:

  • L’abbigliamento deve essere innanzitutto comodo e adeguato al luogo. L’ideale è un abbigliamento turistico o sportivo. In inverno è consigliabile vestirsi più caldi — dal mare può soffiare un vento penetrante;
  • In estate è necessario portare con sé un repellente per insetti e zecche;
  • è necessario attenersi scrupolosamente alle regole — non accendere fuochi in luoghi non autorizzati, non guidare fuori strada — ci sono parcheggi, non camminare autonomamente sulle dune, non cacciare, non raccogliere funghi, bacche, piante, non distruggere nidi di uccelli e tane di animali, nuotare solo in luoghi autorizzati e prendere il sole sulle spiagge, non gettare rifiuti, non abbandonare immondizie e rifiuti domestici;
  • quando si pernotta con una tenda, portare con sé vestiti più caldi, stivali di gomma, scarpe di gomma — il tempo è mutevole. Si consiglia di non accendere il fuoco, ma di portare con sé fornelli a gas portatili.

Sul territorio della Curonian Spit c’è sempre qualcosa da vedere: incredibili paesaggi naturali, splendidi panorami, animali che non temono l’uomo, architettura degli insediamenti. È un luogo in cui i turisti di tutto il mondo si riversano ogni giorno e ritornano. A tutti coloro che hanno deciso di visitare questo magnifico luogo — buon viaggio, ottimo umore, ottime impressioni e le emozioni più brillanti e indimenticabili.

*I prezzi sono aggiornati a settembre 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]