Stagno di Olga a Peterhof

Алан-э-Дейл       03.04.2024 г.

Nella parte meridionale del Giardino Superiore di Peterhof, dove si trova la Cattedrale di Pietro e Paolo, si trova un pittoresco Parco Coloniale. La sua posizione è stata scelta con successo proprio nella parte centrale della città. Per raggiungere l’isola, i viaggiatori devono girare intorno al complesso sulla sinistra. Secondo la gente del posto e gli storici, questo stagno artificiale, dove crescono bellissimi salici d’argento, prende il nome dalla figlia dell’Imperatore Nicola I. Lo stagno di Olga e le isole che lo compongono sono il risultato del grande amore dell’imperatore per la moglie Alexandra e per una figlia di nome Olga.

Storia dello stagno

Qualche anno prima della creazione di un vero e proprio angolo di casa in questa zona, c’era una palude di caccia con abbondanza di selvaggina da penna. Nicola I amava trascorrere del tempo a Peterhof. Durante il regno dell’imperatore, la città fu trasformata in modo significativo. Il parco divenne accogliente grazie agli sforzi dell’imperatore. Egli fece costruire una torre a tre piani per la sua amata moglie, la principessa Carlotta di Prussia. Nikolai Pavlovich decise di creare un angolo di paradiso — un esempio di vita idilliaca, basato sui sogni dell’imperatrice in Italia.

Il padiglione di Tsaritsyn fu costruito dallo stesso A. I. Shtakenshneider che costruì la Sergievka, la Dacia propria e il Belvedere. L’uomo di talento ha utilizzato un modello simile alle ville antiche. Le prime stime per la trasformazione della torbiera di Okhotnichye furono fatte nel 1831 e nel 1835, e solo nel 1837 Nicola I ordinò l’inizio dei lavori. La torbiera fu drenata, ripulita e approfondita. Il terreno scavato fu utilizzato per la costruzione di isole artificiali. Lo stagno fu riempito con l’acqua delle sorgenti di Ropsha attraverso il canale Olginsky e divenne un serbatoio per le fontane del Parco Inferiore di Peterhof.

Nel 1939-1841 vennero eseguiti lavori di paesaggistica su larga scala, grazie ai quali venne allestito un parco intorno allo stagno, con un numero di alberi e arbusti che superava le 10 mila unità.

Nota bene: le isole artificiali dello Stagno di Olga erano collegate tra loro e alla riva da un traghetto.

Stile del complesso e del parco

Cosa comprende il complesso

Questo paradiso lussuoso e sognante è stato costruito appositamente per il relax. Ecco perché all’interno del padiglione si trovano un antico atrio con fontana, accuratamente coperto da una cupola di vetro (del resto non siamo in Italia e le temperature non sono le stesse), una sala da riposo con divani in tre nicchie, una sala da pranzo, un retrocucina, lo studio dell’imperatrice, un po’ più a lato e con un ingresso separato, una torre con lo studio dell’imperatore, in modo da lavorare e non disturbare nessuno.

Entrando nel complesso, gli ospiti in arrivo si spostano in un piccolo atrio. Questa parte conduce alla sala da pranzo. La superficie delle pareti è decorata con piccole sporgenze modellate e dipinti. Questi disegni, così come i dipinti sul soffitto, sono stati realizzati dal pittore di Baden I. Drollinger. Al centro della stanza si trova un tavolo con le stoviglie di Olga Nikolaevna. Qui si trovano anche un camino in marmo bianco e giallo, un orologio in bronzo dorato e un ritratto della principessa realizzato dall’artista Pimen Nikolayevich Orlov.

L’architettura insolitamente bella del complesso attira i turisti in visita con la sua luminosità antica e l’armonia dei colori allo stesso tempo. Non è consentito scattare fotografie commemorative qui. Tuttavia, il personale del parco consente di scattare foto all’esterno nei giardini. Ci sono tre giardini sul territorio. Il primo ingresso è dalla strada rialzata, con una panchina di marmo e una fontana. Seguono il giardino interno del padiglione e un giardino fiorito meravigliosamente profumato dietro il padiglione.

Attrazioni del parco

Il primo giardino è molto bello quando la luce del sole lo colpisce. La panchina di marmo risplende di luce intensa. Il padiglione in stile italiano è decorato con straordinarie fontane. Quando piove, agli ospiti vengono dati dei copriscarpe per non sporcare l’area. In questo giardino si può ammirare una bella scultura in bronzo.

Attenzione! Nella nicchia del complesso si trova una scultura — un ragazzo antico che accoglie l’alba.

Nel complesso c’è una magnifica terrazza. Grazie alle comode scale si può scendere direttamente sull’acqua. Qualche anno fa, infatti, qui passavano barche e traghetti. Sui sentieri tortuosi si possono incontrare gelsomino, crespino, fragole. Il Giardino del Paradiso è anche meta di turisti con i pavoni. Vivono in questo territorio e passeggiano ogni giorno sull’isola.

Padiglioni, stagni — attrazioni

Il Padiglione Olga di Peterhof, in stile italiano, non manca di raffinatezza. Qui si possono osservare i pittoreschi ornamenti. La sala è decorata con un camino in marmo. Il piano terra è stato appositamente destinato alle colazioni mattutine e agli spuntini pomeridiani. La famiglia reale si riuniva per bere tè o caffè.

I paesaggi del «paese dei sogni» decorano anche lo studio di Olga Nikolaevna, arredato senza eccessivo sfarzo (le figlie di Nicola I erano cresciute nella semplicità spartana). Sulla scrivania dello studio si trovano utensili per la scrittura, tra cui un torchio a mosaico con l’immagine dello stemma della Sicilia. Su un tavolo a parte c’è una scatola per i lavori d’ago. Le figlie reali erano brave a ricamare, oltre a saper musare, venivano istruite al disegno, al canto, alla danza e all’equitazione.

Fate attenzione! Al terzo piano del padiglione si trova lo studio di Nicola I. L’interno della stanza è decorato in modo molto più modesto rispetto allo stile della figlia. La stanza è decorata con un ritratto scultoreo dell’imperatore stesso, opera di Ivan Vitali, e con incisioni che raffigurano le città italiane visitate dal padre della granduchessa.

È importante notare che il Parco coloniale di Peterhof è un monumento architettonico di importanza federale. L’Isola di Olga a Peterhof è collegata agli stagni nascenti che alimentano l’acqua del bacino di Olga e delle fontane di Peterhof. Parallelamente al canale Olginsky, a ovest, si trova il canale Samsonovsky, che presenta due tubi in ghisa sul fondo. Vi è un ponte dello stesso disegno, la cui costruzione è avvenuta contemporaneamente a quella del ponte sul Canale Olginskij.

Escursione per gli ospiti

Escursioni

L’attrazione principale del Parco coloniale di Peterhof è costituita dai padiglioni Tsaritsyn e Olga (nome comune) e dai meravigliosi giardini situati sulle isole dello stagno Olga. I turisti vengono qui ogni anno per ammirare questa bellezza. I viaggiatori che organizzano un tour indipendente possono ordinare un biglietto in anticipo attraverso il sito ufficiale. Le modalità di funzionamento del complesso dello Stagno di Olga a Peterhof sono consultabili sul sito ufficiale.

Orario di lavoro

I visitatori possono recarsi al padiglione in qualsiasi momento, tutti i giorni dalle 10:30 alle 18:00. I biglietti possono essere acquistati presso le biglietterie più vicine, che funzionano fino alle 16.45. Ordinando una visita guidata online, il visitatore non dovrà più acquistare i biglietti alla biglietteria. Sull’isola non è consentito filmare. Tuttavia, alcuni visitatori riescono a fare foto o video.

Importante: il prezzo d’ingresso al Parco coloniale di Peterhof per un adulto è di 480 rubli*.

Per entrare nel padiglione Tsaritsyn nella città di Peterhof possono essere previste speciali categorie preferenziali. Il biglietto d’ingresso è di 300 rubli.

Il prezzo del biglietto include il servizio di escursione con una guida professionale. La durata dell’escursione è di 1 ora, a volte 1,5.

È possibile accedere al territorio dell’isola per 150 rubli. Il prezzo del biglietto non comprende la visita a Tsaritsyn e Olgin.

I bambini sotto i 16 anni possono visitare gratuitamente l’isola di Tsaritsyn a Peterhof.

I cittadini stranieri devono pagare un biglietto di 1000 rubli (l’ingresso è gratuito per i bambini).

Prima di acquistare i biglietti, i cassieri vi informeranno sull’orario dell’escursione più vicina.

Come raggiungere il complesso

Sito ufficiale, indirizzo, come arrivare

L’isola e il complesso si trovano all’indirizzo: Russia, San Pietroburgo, Petrodvorets, Tsaritsinskaya (Peterhof) 3. Se avete domande sui biglietti, potete chiamare il numero di telefono indicato: +7 (812) 450-66-74. Sito web ufficiale .

Per chi non sa come raggiungere il laghetto di Olgin a San Pietroburgo nel modo più semplice e veloce possibile, funziona il sistema Moovit. Con Moovit è possibile trovare il modo migliore per raggiungere lo Stagno di Olgin a Peterhof dalla fermata del trasporto pubblico più vicina, utilizzando indicazioni passo dopo passo.

È importante notare che la mappa e la navigazione gratuite funzionano in tempo reale. Con l’aiuto di una mappa funzionale, ci si può orientare facilmente in città. Il viaggiatore può visualizzare gli orari, le corse, gli orari delle biglietterie e scoprire quanto tempo ci vorrà per raggiungere lo Stagno di Olgin con dati in tempo reale.

Importante: ecco l’elenco delle fermate più vicine alla destinazione: Razvodnaya ulitsa; Pravlenskaya ulitsa.

Naturalmente, la città dispone di collegamenti di trasporto pubblico ben sviluppati. Gli ospiti della città possono raggiungere la loro destinazione in autobus. Le fermate di queste linee e percorsi si trovano nelle vicinanze: linea 200 e 359.

È possibile arrivare in treno elettrico dalla stazione ferroviaria del Baltico alla stazione «New Peterhof». La passeggiata fino al Parco dei Coloni durerà circa 15 minuti. È anche possibile prendere un minibus dalle stazioni della metropolitana «Avtovo» (№ 224, 300, 424, 424A), «Leninsky Prospekt» (№ 224, 420), «Prospekt Veteranov» (№ 343, 639B).

Ci sono negozi e altre strutture pubbliche nella zona?

Per trovare gli oggetti e le attrazioni più vicine al complesso, è necessario visitare il portale ufficiale.

In conclusione, va notato che con l’aiuto di Moovit, viaggiare a Tsaritsynsky Park per un turista non sarà difficile. Questa mappa vi aiuterà a trovare opzioni di percorso alternative e a orientarvi per tempo. Per farlo, è sufficiente scaricare l’applicazione, installarla sul proprio dispositivo mobile e utilizzare le istruzioni.

*I prezzi sono aggiornati a settembre 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]