Sulla strada della morte verso lo specchio salato del Sudamerica

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

Al centro dell’America del Sud si trova un paese straordinario come la Bolivia. Ci sono molte attrazioni diverse in esso, ma in questo articolo toccheremo solo tre luoghi pittoreschi e allo stesso tempo pericolosi in cui è necessario fare attenzione.

La salina di Uyuni è praticamente un lago salato prosciugato. È unica in quanto è la più grande palude salata del mondo. Si estende su una superficie di oltre 10.000 chilometri quadrati.

È un luogo davvero fiabesco. Uno strato di sale completamente liscio ricopre la superficie dell’ex lago e riflette il cielo. Sembra di essere su un altro pianeta. In mezzo al deserto salato c’è una vera e propria oasi, che è una collina su cui crescono cactus giganti, alti più di un uomo. Tutto questo magico quadro, situato sull’altopiano desertico Altiplano a più di 3500 metri di altitudine, è incorniciato su tutti i lati da antichi e possenti vulcani.

Ma «camminare sulle nuvole», per quanto bello, non è sicuro. In caso di pioggia, la superficie salata del lago, sotto la quale si nascondono profonde cavità, si assottiglia. In questi momenti, questo luogo è completamente imprevedibile. Qui sono scomparsi non solo i turisti singoli, ma anche gli autobus da escursione con tutti i loro passeggeri. Per questo motivo si consiglia di camminare con estrema cautela su questa salina e di non guidare mai un’auto sulla salina riflettente.

La strada della morte

La seconda attrazione non meno interessante della Bolivia è la cosiddetta strada della morte, che collega l’attuale capitale La Paz con il suo sobborgo Cocoyco. Il suo nome ufficiale è Strada degli Yungas del Nord. Una delle autostrade più pittoresche e allo stesso tempo pericolose del pianeta.

Oltre agli splendidi panorami, anche le targhe commemorative lungo la strada sono uno spettacolo da vedere. Ogni anno qui muoiono più di duecento persone.

Questa strada panoramica di settanta chilometri si snoda a serpentina tra i contrafforti delle Ande. Il dislivello dall’inizio alla fine è di oltre 3.000 metri. La Strada della Morte, come la maggior parte delle strade di montagna, presenta molti pendii ripidi, il cui pericolo è aggravato da tratti piuttosto stretti del percorso, dove due auto possono a malapena separarsi, e da una superficie di piccole pietre e argilla scivolosa. A tutto questo si aggiungono le condizioni climatiche.

La temperatura media della zona si aggira intorno ai 10 °C. Spesso ci sono forti nebbie, attraverso le quali non si riesce a vedere nulla più in là di qualche metro. Inoltre, durante la stagione tropicale delle piogge, comune in Bolivia, c’è il pericolo di frane che spazzano via interi tratti di strada.

Fortunatamente, ora è stata costruita una nuova strada per trasportare tutto il traffico. E la vecchia strada è soprattutto un divertimento per i turisti a piedi. C’è anche molta gioia per i ciclisti, ma anche questo divertimento è estremo.

Parco Madidi

Un altro luogo impressionante in Bolivia è il Parco Madidi. Con una superficie di 5 milioni di ettari, il parco si estende dalle foreste pluviali alle montagne innevate. Le differenze di altitudine variano da 190 a 6.000 metri. Madidi è uno dei parchi nazionali più grandi del mondo e il più diversificato dal punto di vista biologico.

Tutte le aree climatiche del parco hanno una natura unica e una fauna ricca. Ma è proprio questa diversità a costituire un pericolo. Durante un tour di Madidi è possibile imbattersi in un puma o in un giaguaro, incontrare un lupo o un orso e altri abitanti della zona. Ma le creature più pericolose che si trovano nel parco sono gli insetti. In particolare un grande appassionato che depone le larve sotto la pelle dei turisti: il tafano.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]