Teatro Kachalov di Kazan: sito ufficiale

Алан-э-Дейл       04.04.2024 г.

Che cos’è il teatro? Per ogni persona sarà assolutamente diverso e unico. Gli appassionati di intelligenza e i custodi delle definizioni diranno che questo è un luogo in cui si mettono in scena opere teatrali. Scene grandi e piccole, che sollevano alla base alcuni problemi dell’umanità. Per alcuni è una reliquia del passato, qualcosa di noioso che è stato sostituito dal cinema. Come una vecchia valigia, di cui non si sa perché sia ancora impolverata sul ripiano più alto di un armadio altrettanto vecchio. Una valigia che non viene buttata via per pietà o incomprensibile pietà verso le generazioni precedenti.

Ma ci sono teatri in Russia che hanno un approccio insolito. «Teatro per il popolo» è il motto delle compagnie che vi si esibiscono, come il Teatro Kachalovsky di Kazan. L’architettura dell’edificio, l’acustica delle sale, la bravura degli attori e dei registi fanno venire voglia di venire a vedere gli spettacoli più volte.

L’edificio si distingue. È stato ricostruito più volte a causa di incendi. Più volte l’edificio del teatro è stato colpito da incendi dolosi e incidenti, sono stati bruciati preziosi manoscritti, ma alla fine tutto è stato ricostruito e il teatro ha ripreso a funzionare. L’ultima volta il teatro andò a fuoco nel 1919, a novembre, e la troupe si trasferì nell’edificio del Tenchurin Club in via Prolomnaya.

Teatro Kachalov a Kazan

Contatti del teatro

Tutte le informazioni sul teatro, compresi gli orari degli spettacoli e le visite guidate a Kazan, sono disponibili sul sito ufficiale. Qualsiasi motore di ricerca lo fornirà nella prima pagina dopo la richiesta «Kachalov Theatre Kazan official website». Se per qualche motivo i visitatori non si sentono a proprio agio con il sito ufficiale, è possibile utilizzare le locandine. Nel 2018 ci sono già 227 stagioni del teatro Kachalov.

Attenzione! Il prezzo del biglietto varia da 150 a 1500 rubli*. A seconda dello spettacolo e del posto a sedere. Lo schema della sala è rappresentato dal parterre, dall’anfiteatro e dal mezzanino.

L’og si trova al numero 48 di via Baumen. Se lo si desidera, è possibile raggiungere a piedi la stazione ferroviaria di Kazan-1 in 10 minuti. Il numero ufficiale dell’istituzione è +7 (843) 292-34-83.

Locandina del Teatro Kachalovsky di Kazan:

  • 2 ottobre — Il sogno dello zio;
  • 4 ottobre — Una giornata folle, o le nozze di Figaro;
  • 16 ottobre — La regina di picche;
  • 19 ottobre — L’opera da tre soldi.

Schema del palcoscenico del Bolshoi

Spettacoli famosi

Il Teatro Kachalov di Kazan organizza i suoi spettacoli per palcoscenico, ognuno dei quali ha un proprio repertorio. Il palcoscenico grande mette in scena classici senza tempo: La regina di picche, Le nozze di Figaro o Don Giovanni. Il palcoscenico piccolo è uno spazio di sperimentazione. Non sono rare le commedie e le tragedie con due attori o gli sketch del passato sovietico.

Importante: il teatro è definito drammatico e accademico, ma gli artisti perseguono altri obiettivi rispetto alla maggior parte delle altre istituzioni. Tutti gli spettacoli qui sono pensati per un pubblico ampio, gli attori sono semplici e comprensibili anche nelle opere più apparentemente secchione. Questa è la caratteristica principale del teatro di Kazan, per cui il pubblico ama immancabilmente la compagnia.

Gli spettacoli più famosi del Bolshoi:

  • Regina di picche. La regina di picche è una sorta di classico. La storia di un uomo ordinario, in generale, un ingegnere tedesco, che per un caso del destino viene a conoscenza dell’esistenza del segreto di un gioco di carte di successo. «Tre, sette, asso»: questa espressione è nota a quasi tutti, ma non tutti sanno da dove provenga. E cosa è successo dopo… Lo racconteranno al pubblico Svetlana Romanova, Ilya Petrov, Alyona Kozlova e altri attori del teatro sotto la direzione di Alexander Slavutsky. Nella lettura della compagnia teatrale questo «Aneddoto mistico», come l’opera è diventata nota grazie alla mano leggera di uno dei registi, acquista colori speciali. Le proprietà insite nell’opera di Puškin acquistano luminosità e diventano veramente vive. È proprio questa la fantasia teatrale che divertirà lo spettatore, ma allo stesso tempo lo farà riflettere sull’inquietante Rock.
  • Una giornata pazza o Le nozze di Figaro. È un classico senza tempo che da oltre 200 anni fa ridere il pubblico di tutto il mondo e soprattutto dell’Europa. Che cos’è un’opera di Beaumarchais? È risate, cospirazioni, dubbi sulla persona amata e desiderio di possesso. È anche una semplice commedia sul trionfo dell’amore e sul diritto alla semplice felicità umana. Ed è così facile ottenerla? Gli attori del Teatro Kazan Kachalov ve lo diranno. È per il ruolo della contessa Rosina in questa commedia che l’Artista del Popolo del Tatarstan ha vinto la 3 nomination «Miglior ruolo femminile» al festival «Volga Theatre» del 2017 ad aprile, ed è con questa commedia che molti iniziano a conoscere la compagnia.
  • L’Opera da tre soldi. È un’opera dello scrittore e drammaturgo tedesco Brecht, che ha rielaborato l'»opera del mendicante». L’opera è rappresentata in teatro in due atti con musica, coreografie e una recitazione scintillante. Il tratto distintivo di questa opera è l’assenza di personaggi positivi. Probabilmente è proprio questo che rende l’opera viva, e ogni personaggio si immedesima a modo suo nel bandito Makhit, nel poliziotto corrotto Brown e persino nell’uomo d’affari senza scrupoli Pitcham. La stampa parla dell’opera interpretata da Kazansky come di una melodia perfettamente suonata, senza una sola nota falsa. Come in molte situazioni della vita, i personaggi possono far ridere, ma più spesso fanno riflettere lo spettatore su qualcosa di incommensurabilmente più profondo ed eterno di tutto ciò che ci circonda.

Prove a teatro

Ma allontanarsi dai classici per sorprendere e deliziare il pubblico sarà possibile e piccolo palcoscenico:

  • Ultimo giorno. Non si può definire un’opera teatrale, come, in generale, nessuna delle piccole produzioni teatrali. È una sorta di esperimento, la vita di una grande donna in una sola persona. Se si mettono Pushkin, Esenin o Mayakovsky su un lato della bilancia della poesia russa, allora sull’altro lato, tra le altre donne poeta, deve comparire Tsvetaeva. Molti la conoscono, come testimoniano le parole della famosissima canzone «I like that you are sick not me», tratta dal film e diventata da tempo un classico di Capodanno. Ma non si tratta di una singola creazione. La vita della Tsvetaeva è stata segnata dalla morte della madre, dalla vita nella Russia rivoluzionaria, dall’emigrazione e dal ritorno. Questo duro destino è stato accompagnato da poesie e riflessioni della poetessa. Svetlana Romanova vivrà un’intera vita in due ore davanti al pubblico. Inoltre, la prima di questa mono-performance non ha ancora avuto luogo, e quindi c’è l’opportunità di essere i primi a valutare il talento recitativo dell’attrice e la bravura del regista il 26 settembre 2018.
  • Quando si accendono le lanterne. When the Lights Come On non è una commedia o un’opera teatrale. È un concerto retrò. Sono proprio le canzoni e le poesie sulle cose più importanti che ci fanno pensare. Inoltre, questa prima, che avrà luogo il 21 settembre, è una sorta di opportunità per dimostrare che gli attori sono persone, persone vive ed è possibile per loro creare senza maschere e finzioni. È un’occasione per dimostrare a tutti i presenti e a se stessi che sotto le maschere sono ancora vivi e sono in grado di deliziare non solo con i loro ruoli, ma anche con la voce, il movimento e il senso del ritmo.
  • Un’altra piccola prima teatrale «Cinque di sera» è prevista per il 21 settembre e si prepara a stupire il pubblico. Finora nessun artista ha rilasciato interviste sull’imminente prima, poiché la compagnia teatrale ha intenzione di fare al pubblico una sorta di sorpresa, quindi possiamo aspettarci qualcosa di veramente impressionante.

Importante: il teatro è molto popolare, quindi è meglio consultare in anticipo la locandina del Teatro Kachalov di Kazan per essere sicuri della disponibilità dei biglietti.

L’istituzione è amata sia dagli abitanti di Kazan che dai visitatori. È anche meglio informarsi in anticipo sull’apertura della stagione. Ogni stagione teatrale è un’opportunità per vedere qualcosa di nuovo e, di norma, di impressionante. Gli artisti sono persone molto superstiziose, quindi indipendentemente dal periodo dell’anno (che sia aprile, giugno, novembre o febbraio), tutti i ruoli, dai malvagi Maya ai comuni cittadini sovietici, saranno interpretati alla perfezione.

I teatri di Kazan

L’arte teatrale dell’antica città non si limita al Teatro Kachalov: molte istituzioni meravigliose si trovano nelle distese della città della steppa.

  • Il teatro delle marionette «Ekiyat» è un luogo ideale per trascorrere del tempo con i bambini. Il teatro stesso ha la forma di un castello fiabesco di un’inimmaginabile tonalità di marrone, che evoca associazioni con una casa di pan di zenzero. Questo teatro porta lo spettatore nella sensazione di una fiaba e regala un’esperienza indimenticabile.
  • Teatro giovanile «NaBulake». È il più giovane di Kazan. È stato fondato nel 2013. L’edificio si nota da lontano per i suoi colori vivaci. La compagnia corrisponde al luogo delle sue esibizioni. Qui amano le prime rumorose e gli spettacoli controversi.
  • Teatro dell’Opera e del Balletto tataro intitolato a Jalil. La fama di questo teatro risuona in tutta la Russia. Le tradizioni teatrali di questa istituzione hanno avuto origine nel lontano 1791 e continuano con successo fino ad oggi.

Il grande palcoscenico del Teatro Kachalov

I teatri di Kazan sono diversi e ognuno di essi dovrebbe essere visitato per il loro sviluppo culturale. Ma per il desiderio di unirsi a un mix di tradizioni artistiche europee e russe e semplicemente per la voglia di divertirsi, si dovrebbe scegliere il Teatro Kachalov. E la stessa città di Kazan è particolarmente bella in gennaio-febbraio e in estate a giugno.

*I prezzi sono aggiornati ad agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]