Teatro Kamala Kazan: sito ufficiale

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

Il teatro ha le sue origini nell’antica Grecia, poi è nato come modo per intrattenere le persone, come divertimento. Oggi è un tempio della cultura e dell’arte, uno dei metodi di illuminazione, un’occasione per toccare con mano il bello, oltre che un modo per marcare il proprio status nella società, perché il prezzo del biglietto non è poi così basso.

L’arte teatrale

La formazione dell’arte teatrale si è svolta in diverse fasi:

  1. All’inizio il teatro era considerato un’arte amatoriale, si trattava di rappresentazioni sconclusionate in strada per un numero esiguo di persone, per lo più drammi e commedie, messe in scena una sola volta, che stimolavano gli autori delle opere a scrivere nuovi capolavori. Oltre agli attori, i drammaturghi erano direttamente coinvolti nelle rappresentazioni. I teatranti non usavano la propria espressione facciale, sostituita da maschere grottesche, e si prestava molta attenzione al movimento e al comportamento. Veniva incoraggiata la piena immersione nel ruolo, fino alla volontà di morire. Le persone a basso reddito potevano frequentare il teatro gratuitamente, all’inizio una volta al mese, poi si passò a tre volte.
  2. Il palcoscenico ludico — racconta lo stato dell’arte in Russia. Rappresentava solo il divertimento del pubblico e dello skomoroshestvo, per stuzzicare le autorità. La recitazione e gli attori non erano rispettati e considerati pericolosi, la Chiesa si opponeva a questo divertimento.
  3. La fase intermedia è quella della comparsa dei teatri di corte e scolastici sotto lo zar Alessio. All’epoca di Pietro il Grande ricevettero l’approvazione, ora divennero non solo intrattenimento, ma anche un modo per trasmettere informazioni importanti al popolo. Apparve il teatro pubblico accessibile a tutti, fu lui a creare i presupposti della vera arte teatrale, che oggi viene presentata sul palcoscenico.
  4. La fase matura — l’apertura dei teatri Imperiale e Alessandrino, un nuovo impulso nello sviluppo dell’arte e la sua acquisizione di caratteristiche sempre più aristocratiche. Ora non solo gli uomini, ma anche le donne potevano recitare nelle produzioni.

Tutto sul Teatro Kamala di Kazan

Il Teatro Kamala di Kazan o Teatro Tatar di Kazan si trova sulle rive del lago Nizhny Kaban all’indirizzo Kazan, via Tatarstan, 1. Il suo compleanno è il 22 dicembre 1906. La sua data di nascita è il 22 dicembre 1906. Ha ricevuto il suo nome solo nel 1939. Qui sono state messe in scena per la prima volta le opere «Poor Child» e «All Because of Love».

Attenzione! Il teatro ha ricevuto il suo nome in onore di Galiaskar Kamal, un drammaturgo tataro, che nel giugno 1923 è stato insignito del titolo di «Eroe del lavoro».

Il Teatro Kamala di Kazan è composto da una sala grande e una piccola, una sala prove e ampi foyer. L’edificio sembra una vela che galleggia nella distesa blu del cielo, è voluminoso ma non ingombrante, non preme quando ci si avvicina, al contrario dà l’impressione di qualcosa di maestoso. Il repertorio è rappresentato non solo da opere classiche, ma anche moderne.

Oggi il teatro è un punto di riferimento locale. È raggiungibile con i mezzi pubblici, come gli autobus n. 1, 5, 6, 10, 31, 56, 72, 74a, i filobus n. 3 e 5 o la metropolitana, oppure si può usare un navigatore e camminare per le strade della città. Per chi viene con un veicolo privato, c’è un parcheggio nelle vicinanze.

Il botteghino è aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.30. Il teatro ha un sito web ufficiale o potete digitare nel motore di ricerca: «Kamala Theatre Kazan official website»; qui potrete facilmente leggere la locandina e acquistare un biglietto online. A Kazan si può soggiornare nell’hotel «Berison» o in un albergo, molti dei quali non sono lontani dal tempio dell’arte.

È importante stampare il biglietto elettronico per evitare di trovarsi in una posizione scomoda davanti al controllore e di perdersi così il tanto atteso spettacolo.

Per avere tutte le informazioni di cui avete bisogno potete chiamare il numero +7 (843) 293-03-74.

I prezzi variano da 200 rubli a 1500 rubli*, il costo dei biglietti per i palchi è di 350 rubli*, e per il mezzanino e il parterre da 200 rubli a 1000 rubli*.

Locandina di Kamala a Kazan

  • 28 agosto — «Giovani cuori»;
  • 3 ottobre — «Un giorno d’estate»;
  • 16 ottobre — «Ciao, mamma, sono io»;
  • 19 ottobre — «Don Giovanni»;
  • 19 novembre — Sergei Bezrukov «Bullo. Confessione».

Uno dei più celebri spettacoli messi in scena a Kamala

Così nel 1885, a febbraio, il talentuoso drammaturgo del Tatarstan Gabdrakhman Ilyasi mise in scena per la prima volta la commedia «Ragazza infelice». Fu tradotta e interpretata:

  • L’opera di Nikolai Vasilyevich Gogol «L’ispettore»,
  • «In fondo» di Maxim Gorky,
  • «Temporale» di A.N. Ostrovsky.
  • «Re Lear» di Shakespeare.
  • «Il gabbiano» di A.P. Cechov,
  • «Lo scialle blu».
  • «Noi andiamo, voi restate».
  • «Senza la luna, la stella brilla su di noi».
  • «Akbay il cane di campagna».
  • «La coscienza non ha alternative».
  • «I destini che abbiamo scelto».
  • «Figlie della Madre».
  • «I quattro sposi di Dilafruz».

Artisti in scena

Altri teatri di Kazan

Il teatro è apparso a Kazan già nel XVIII secolo, poi è diventato pubblico, e oggi è conosciuto non solo nella sua patria, ma anche in tutto il Paese, la troupe è spesso in tournée. Nel corso del tempo, si è assistito a una suddivisione in: opera, balletto e dramma. Le opere vengono messe in scena sia in tataro che in russo; inoltre, uno spettacolo in tataro può essere ascoltato in cuffia con traduzione in russo.

La scuola di teatro di Kazan è nata sotto l’influenza della cultura europea e della mentalità orientale. È così che si è formata la compagnia «Na Bulak», le cui produzioni sono sperimentali, creative e mostrano la dura realtà della vita; tutti gli attori della compagnia sono molto giovani, non hanno nemmeno 25 anni. Stupisce per la sua luminosità, la semplicità simultanea e le soluzioni progettuali. Gli spettacoli più famosi si chiamano «Winter» e «Prima Donnas», che attireranno l’attenzione anche degli adolescenti. Il prezzo medio del biglietto è di 300-400 rubli, gli orari sono consultabili sul sito web del teatro, la cui capienza è ridotta, solo 150 posti. L’indirizzo del teatro è Pravo-Bulavochkaia,13.

Oppure il teatro musicale «Lorien», che vizia lo spettatore con interessanti composizioni e non smette mai di stupire con un ricco repertorio, dalla musica classica al festival rock. Per godere dei veri classici del canto lirico e del balletto, vale la pena visitare il teatro «Classico» di Musa Jalil.

Attenzione! Per gli spettatori più giovani c’è il teatro delle marionette del Tatarstan «Ekiyat». Ha la forma di un castello fiabesco e porta i giovani amanti dell’arte e i loro genitori nel meraviglioso mondo delle fiabe e delle avventure emozionanti. Le pareti del teatro raffigurano personaggi dei cartoni animati e delle fiabe, e l’arredamento interno non è da meno: le panche hanno la forma di un trono, e vale la pena di notare l’illuminazione originale del teatro, che lo rende magico.

Il teatro può ospitare circa 350 persone e si trova al numero 57 di via Peterburgskaya.

«Ekiyat» mette in scena circa 40 spettacoli diversi, ma la maggior parte delle volte recita la fiaba «L’oca-cigno».

Interessante! Molti turisti consigliano di visitare la Società Filarmonica di Stato dei Tartari. Una piacevole impressione sarà data non solo dalla musica classica ben eseguita, ma anche dalle sale restaurate con decorazioni interne.

Il Teatro Drammatico e Comico Tatar sarà una piacevole sorpresa. Il teatro ospita produzioni non solo per gli adulti, ma anche per i giovani spettatori. Le opere sono messe in scena principalmente nella lingua madre e da autori propri, ma ci sono anche opere straniere. Il teatro si trova in via M. Gorky, 13, funziona dal lunedì al venerdì e il prezzo del biglietto varia da 300 a 1000 rubli.

Teatro drammatico e comico tataro

Kamala vale sicuramente l’attenzione e il denaro speso, vi permetterà di immergervi nel sapore europeo-orientale e vi farà innamorare della città e dei suoi abitanti, è particolarmente bello a gennaio, quando tutto è coperto di brina e neve, e a marzo-aprile, quando c’è un risveglio primaverile per toccare l’arte dal vivo e ammirare il gioco degli attori, imparare qualcosa di nuovo dalla storia teatrale e guardare le cose familiari in modo diverso.

*I prezzi sono aggiornati ad agosto 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]