Tempio di tutte le religioni

Алан-э-Дейл       31.05.2024 г.

A Kazan, la terza capitale della Russia, si possono visitare molte attrazioni. Uno degli oggetti che attira l’attenzione del turista moderno si trova nel villaggio di Staroye Arakchino, a 20 minuti di auto dalla capitale del Tatarstan. Qui è stato costruito il Tempio di tutte le religioni, chiamato anche Tempio universale, Centro culturale internazionale dell’unità spirituale. Questa struttura architettonica, unica al mondo, simboleggia l’unità di tutte le culture e le religioni in un unico luogo.

Un po’ di storia

La costruzione di questo insolito tempio è iniziata nel 1992 su idea dell’artista e architetto, nonché conoscitore e personaggio pubblico, Ildar Mancevich Khanov. Esiste una leggenda su come sia nata l’idea di costruire una struttura architettonica insolita. Dopo aver visitato il Tibet e studiato l’arte dei Paesi orientali e il buddismo, Ildar fece un sogno in cui un vecchio dalla barba bianca gli ordinava di scavare una buca nel suo giardino.

Nel corso di questo lavoro è nata l’idea di creare una struttura che ospitasse elementi e attributi di varie religioni. Il lavoro procedeva piuttosto lentamente e non è ancora stato completato. Durante la costruzione l’autore è stato assistito dai suoi compaesani: qualcuno ha portato i materiali da costruzione, qualcuno ha fatto il lavoro di muratore e di conciatetti. È da notare che dall’inizio della costruzione della cattedrale, i lavori non si sono fermati un solo giorno.

Il Tempio di tutte le religioni a Kazan

Di particolare interesse è la personalità stessa di Ildar Khanov, la cui storia è piuttosto interessante e insolita. Il futuro artista nacque nel periodo prebellico (1940). A causa delle dure prove della fame e del freddo, Ildar morì tre anni dopo. Nonostante la consuetudine dei musulmani di seppellire i propri morti lo stesso giorno, i genitori del ragazzo non poterono farlo. Il terzo giorno dopo la sua morte, Ildar tornò in vita. Dopo la miracolosa resurrezione, il ragazzo cominciò a «vedere» molte cose nascoste che non potevano essere spiegate razionalmente. Per esempio, «leggeva» i problemi e le malattie delle persone ed era in grado di vedere il fratello non ancora nato nella pancia della madre.

Interessante: si diplomò alla Scuola d’Arte di Kazan ed entrò all’Istituto Surikov di Mosca. Una volta l’artista incontrò Vladimir Vysotsky nella caffetteria della stazione ferroviaria. In seguito, l’artista Svjatoslav Roerichov divenne un suo frequente interlocutore. Con lui discusse l’idea di creare un luogo per unire tutte le religioni.

Negli anni Settanta lo scultore ha lavorato a Naberezhnye Chelny, dove ha realizzato la sua prima opera «Motherland». Questa scultura era dedicata al 30° anniversario della Grande Vittoria, ma suscitò emozioni spiacevoli nella mente dei residenti. Le autorità locali decisero di arrestare Ildar, che però si nascose a lungo all’interno della sua creazione. La scultura aveva una cavità grande quanto una stanza dove lo scultore viveva e gli amici gli portavano il cibo di notte. Durante il periodo della perestrojka Khanov decise di andare in India, dove praticò la religione orientale, lo yoga e iniziò a praticare la guarigione. Dopo essere tornato al suo villaggio, iniziò a costruire un luogo unico. Ancora oggi i lavori per la costruzione del tempio continuano, anche se Khanov è morto nel 2013. I suoi amici e le persone che la pensano come lui considerano loro dovere realizzare tutte le idee e i sogni dell’autore riguardo al nuovo tempio.

Ildar Khanov durante la costruzione del tempio.

Idea

Il Tempio di tutte le religioni (Kazan) doveva essere composto da elementi di tutte le principali religioni. L’idea di questa struttura era una sola: mostrare alle persone l’unità di Dio e l’assenza di significato delle dispute religiose, così come delle differenze di vedute. Grazie alla genialità dell’idea, alla sottile visione della bellezza e dell’armonia, è piuttosto difficile distinguere i singoli elementi delle diverse fedi, che sono presentati in un unico insieme. L’autore voleva che il tempio avesse 16 cupole e sale, ognuna dedicata a una religione diversa. Il Tempio Universale di Kazan doveva rappresentare le seguenti religioni:

  • Vedica indiana;
  • Taoismo;
  • Buddismo Zen;
  • tibetano;
  • Indonesiano;
  • iraniano;
  • Egiziano;
  • Maya;
  • Rosencreutzer e massoni;
  • Protestantesimo;
  • Cattolicesimo e Ortodossia;
  • Intelligenza aliena.

Ad oggi sono state costruite solo la Sala egizia e la Sala cattolica, e ci sono anche una Sala da tè, una Sala di Gesù Cristo e una Sala del teatro. Nel Tempio di tutte le religioni c’è anche una galleria d’arte. Ogni turista può venire a vedere questa attrazione unica e apprezzare l’idea dell’autore sull’uguaglianza delle religioni. Il progetto dell’autore del tempio prevedeva la costruzione di una scuola ecologica, di una scuola d’arte per bambini, di un conservatorio, di un monumento ai caduti e di un centro di riabilitazione per i tossicodipendenti.

Il fondatore voleva che il tempio diventasse una vera e propria Cittadella del Tatarstan, affinché tutti potessero trovare pace.

L’architettura

L’insieme è costituito da diversi edifici affiancati, integrati da vari elementi di tutte le fedi. Tutte le strutture architettoniche sono piuttosto ingombranti e monumentali. Sono abbondantemente decorate con vetrate e insegne di diverse religioni. Sulle cupole e sulle pareti del Tempio si possono vedere simboli cristiani, musulmani ed ebraici. Si possono trascorrere ore a osservare la bellezza del tempio di Kazan, come fanno i numerosi turisti, che sono davvero tanti.

Il Tempio Universale (Kazan), che alcuni chiamano la casa delle Sette Religioni, è difficile da confondere con qualcos’altro o da non notare. Svetta sugli altri edifici del villaggio e attira molta attenzione. Anche dal fiume Volga i suoi edifici e le sue cupole sono chiaramente visibili. Sul lato meridionale dell’edificio c’è un muro di contenimento-recinto fatto di grandi pietre. In esso sono ricavati passaggi piuttosto stretti, ma abbastanza comodi. Questo muro è decorato con mosaici di smalto, la cui trama di composizioni è varia e interessante: l’occhio massonico, animali sconosciuti, il mese con le stelle.

La decorazione della parete esterna del Tempio Ecumenico

Attenzione! Sul territorio del complesso si trova una sorgente della Madre e una targa con i consigli di Madre Teresa. Gli apostoli Pietro e Paolo, così come Shagaev, Gaisa, Ishak e altri sono installati in fila sulla recinzione. Qui c’è una fusione di direzioni e confessioni diverse. Una moschea musulmana, una pagoda cinese, una chiesa ortodossa e una sinagoga ebraica si combinano magnificamente.

La Sala Egizia è una stanza spaziosa con pareti bianche. Ci sono molti tappeti e vetrate. La Sala cattolica è piuttosto buia. Le colonne austere, i soffitti a cupola e le finestre semicircolari attirano l’attenzione. La sala da tè è realizzata nel vecchio stile russo. Ci sono panche, un tavolo e un samovar per i visitatori. La sala di Gesù Cristo, realizzata in stile bizantino, è inoltre decorata con legno e pietra. Il tutto ricorda i monasteri biblici.

L’interno del Tempio ecumenico.

Nella chiesa del tempio non si tengono funzioni e nella sinagoga non si prega. Dopotutto, tutte queste creazioni sono state create per ricordare che tutte le fedi sono unite sullo stesso terreno: amore e gentilezza, senza lotte e dispute. Il complesso è un centro culturale e un museo funzionante, che i turisti visitano volentieri.

Nella sala concerti si tengono serate musicali e poetiche, mentre nella galleria d’arte si tengono spesso mostre e corsi di perfezionamento di ogni tipo. Alcuni turisti notano che nel Tempio non sentono la velocità del tempo. Possono rimanere sul territorio del tempio per diverse ore, studiando ogni struttura, le iscrizioni sulle pareti, saturandosi con l’energia speciale della bontà e della pace.

Ulteriori informazioni! Durante la costruzione del Tempio di tutte le religioni, sul suo territorio è apparsa una sorgente d’acqua. Ildar Khanov vi pose attorno una pietra, in modo che tutti potessero abbeverarsi qui. Alcune persone credevano che il tempio e la permanenza sul suo territorio aiutassero a guarire da molte malattie. Anche se l’autore stesso e i suoi assistenti non erano di questa idea.

Il figlio del famoso artista Nikolai Roerich — Svjatoslav — partecipò alla progettazione della creazione architettonica. Oggi, dopo la morte dell’ispiratore e autore del Tempio, in una delle stanze della struttura è stata allestita una sala-museo di Khanov. Qui è possibile conoscere le sue opere, i suoi libri preferiti e vedere i ritratti dei suoi genitori. Nel 2015 sono state installate delle sfingi sulla strada per il Tempio. Per il loro lavoro, i costruttori non ricevono compensi in denaro, ma la costruzione è realizzata con le donazioni di ricchi mecenati dell’arte e di persone comuni desiderose di contribuire a creare un nuovo miracolo.

Il 10 aprile 2017 è scoppiato un incendio nel complesso, in una delle tante stanze. A causa del forte incendio, molti dipinti e oggetti d’arte sono andati distrutti. Secondo una delle versioni dei vigili del fuoco, il responsabile della tragedia è il gestore del tempio, vicino al quale è stata trovata una tanica di benzina. Lo stesso colpevole è morto durante la tragedia. Ad oggi, gli edifici sono stati restaurati e sono aperti ai turisti.

Come raggiungere il Tempio di tutte le religioni?

L’indirizzo dell’attrazione: Kazan, villaggio di Staroye Arakchino, via Staro-Arakchinskaya, civico 4. Ci sono diversi modi per raggiungere il Tempio di tutte le religioni:

  • In treno da Kazan fino al binario «Staroye Arakchino»;
  • Con i mezzi pubblici: autobus 2 o taxi della linea 45 fino alla fermata «Staroye Arakchino»;
  • In motoscafo (il tempio è separato dal fiume solo da una strada stretta).

Il modo più comodo è un’auto privata, che può raggiungere il luogo in 20-30 minuti.

Il biglietto d’ingresso costa 100 rubli*, mentre l’escursione all’interno del tempio costa 350 rubli.

Telefono: +7 987 002-39-95.

Una nota a margine! Per trovare informazioni dettagliate sulle escursioni per il 2018, potete consultare il sito turistico ufficiale della Repubblica del Tatarstan. Prima di partire, è bene studiare la posizione dell’attrazione sulla mappa: il tempio si trova a 6,5 km da Kazan, sulla riva del Volga del villaggio di Staroye Arakchino.

Informazioni per i turisti

Ogni giorno vengono organizzate escursioni al Tempio di tutte le religioni. Si possono formare gruppi piccoli e grandi, ai quali le guide racconteranno l’affascinante storia della concezione e della creazione di questa struttura unica. Il prezzo dipende dal numero di persone del gruppo. La durata media dell’escursione è di tre o quattro ore. Durante questo tempo, i turisti hanno il tempo di visitare le sale espositive, le sale costruite e la sala-museo.

Il tempio dispone già di una sala computer, una biblioteca, due pianoforti da concerto e una scuola di disegno. Tutte queste sale possono essere visitate e viste. Si può trascorrere molto tempo sul territorio del tempio, studiando le pareti, i vari motivi e i segni su di esse. Se lo si desidera, si possono scattare alcune foto vicino al tempio come ricordo.

Va notato che sul territorio del complesso non ci sono luoghi in cui riporre gli effetti personali, né negozi specializzati. È possibile acquistare souvenir solo in alcuni punti.

*I prezzi sono aggiornati a ottobre 2018.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]