Tibidabo (Barcellona)

Алан-э-Дейл       04.07.2024 г.

Il Tibidabo è il luogo dove si può vedere tutta Barcellona e sentire i ritmi del suo cuore. Ma non è solo un punto panoramico: qui si concentrano lo splendore architettonico di epoche passate, il primo parco divertimenti, la scienza, la tecnologia moderna e la natura.

Il Monte Tibidabo di Barcellona dovrebbe essere visitato da tutti i visitatori della città. Tutti troveranno un intrattenimento di loro gradimento, indipendentemente dall’età e dagli interessi.

Barcellona come centro turistico

La maggior parte delle persone, dopo aver visitato questa città, non vede l’ora di tornarci. Dopo tutto, combina le migliori spiagge libere d’Europa e una magnifica architettura, in cui è assorbito lo spirito dell’antichità. È anche una grande città dove la vita scorre come un orologio, portando i turisti in tutti i luoghi più interessanti.

La città è significativa dal punto di vista culturale e storico quanto, ad esempio, Roma. E per molti è anche più bella. Gaudì ha creato qui i suoi capolavori e la sua Sagrada Familia è oggi famosa quanto il Quartiere Gotico, il quartiere più antico della città, e il Quartiere Garcia, dove vivono scrittori, artisti e personaggi politici. Nel Porto Vecchio si trova la statua dello scopritore dell’America.

Monumento a Cristoforo Colombo

Come eredità dei Giochi Olimpici del ’92, la città ha ereditato gli oggetti sul Monte Montjuïc. Piazze e fontane quasi vuote. Il Museo delle Belle Arti. E un cimitero dove venivano sepolti i membri delle famiglie più ricche, con tanto di visite guidate. E una delle fontane più belle d’Europa.

Barcellona è una città di calcio. Uno stadio enorme, una squadra forte che negli ultimi anni ha vinto tutto quello che poteva, e catalani appassionati che possono insegnare anche agli inglesi la cultura del «tifo».

Nella periferia di Barcellona ci sono famose spiagge sabbiose, il popolare parco divertimenti Aventur, il Monte Tibidabo spagnolo, la cui cima è coronata da un Gesù Cristo in bronzo, e l’insediamento dove è cresciuto Dalí — c’è anche un museo dedicato all’artista.

Non a caso è la città più visitata d’Europa.

Monte Tibidabo

È consuetudine iniziare la narrazione con la leggenda biblica di come il diavolo mostrò al Salvatore le terre intorno a Barcellona, come si offrì di governarle e come Gesù non cedette alla tentazione. Il tutto avvenne su una montagna che prese il nome dalle parole pronunciate dal diavolo: tibi dabo, che significa «te lo darò».

Il Tibidabo è il punto più alto della campagna circostante. Da qui, la città si estende come una frittella irregolare nel palmo della mano. Per questo è molto amato dai turisti, cacciatori di paesaggi meravigliosi, nonostante il fatto che non sia così facile raggiungerlo. Inoltre, sulla cima della montagna si trova il Tempio del Sacro Cuore, sulla cui cupola si trova il monumento del Salvatore.

Tempio del Sacro Cuore

Sul Monte Tibado (Barcellona) si trovano anche:

  • Il più antico parco divertimenti dei Pirenei, all’interno del quale si trova un’area separata, il Tibidabo Sky Walk Luna Park. L’ingresso costa 28,50 euro per gli adulti a partire da giugno 2018. Il parco in cima alla montagna di Barcellona non è aperto in inverno.

Parco divertimenti del Tibidabo

Ci sono più di venti giostre, tra cui alcune presenti fin dagli albori del parco: sono state modernizzate ma il loro aspetto è rimasto intatto. Ci sono molte attrazioni per vedere Barcellona dalla Ruota, volare sull’abisso sui binari degli scivoli ad alta velocità, vivere esperienze di paura e mistiche nell’Hotel della Paura o guardare i reperti del Museo del Giocattolo Meccanico. Il parco funziona in modo particolare, si consiglia di scoprire gli orari sul loro sito web.

  • Torre della Televisione di Collserola, che svetta a 268 metri. In Spagna non è mai stata costruita una torre più alta. I russi che sono stati a Mosca ne saranno poco sorpresi. La Torre Ostankinskaya è due volte più alta della Colcerola. Per una certa somma di denaro, gli ospiti potranno salire sul suo ponte di osservazione.
  • Per coloro che apprezzano la scienza e la cognizione di maggiore interesse sarà il museo di scienze naturali CosmoCaixa, situato in cima alla montagna. Si tratta di un magnifico edificio costruito in stile modernista all’inizio del XX secolo. Anche la scala mobile, realizzata interamente in vetro trasparente, sarà per molti un reperto e una manifestazione architettonica di grande impatto.

Museo di Scienze Naturali CosmoCaixa

Ogni ospite del museo potrà partecipare agli esperimenti e la gamma di discipline è la più ampia possibile: dalla matematica alla geologia. Ci vorranno diverse ore per visitare il museo. I visitatori potranno lanciare il Pendolo di Foucault e vedere la prova della rotazione della Terra intorno al suo asse, studiare la formazione delle città e il vulcanismo, camminare nella giungla, immergersi nell’evoluzione della materia.

  • L’Osservatorio Fabra sul Monte Tibidabo è un altro luogo per gli amanti della scienza, uno degli osservatori più antichi. Per il mese di luglio 2018, il servizio costa 3 euro per gli adulti ed è gratuito per i bambini sotto i 14 anni. C’è la possibilità di osservare le stelle e i pianeti di notte — un servizio più costoso, ma anche più emozionante e lungo — o di iscriversi a un programma di visite guidate. Si consiglia di prenotare i biglietti online. Il museo dispone anche di un giardino botanico gratuito.

A prima vista, il viaggio verso il Tibidabo non sembra facile. Ma ci sono alcuni modi semplici e poco costosi.

  • Da Barcellona, il Tibibas, un autobus speciale che porta i turisti al Monte Tibidabo, parte da Plaça Catalunya. La tariffa è di 2,95 euro e il biglietto si acquista dall’autista. Il primo autobus parte alle 10.15 del mattino e si ferma alle 22.00. Ci vuole circa un’ora per andare e tornare. Non funziona sempre — nei giorni e negli orari del parco divertimenti. Vi porterà fino a lì.
  • Il modo più semplice per arrivarci è il taxi. Non è necessario fornire l’indirizzo, basta chiedere un passaggio per il Tibidabo.
  • Un’altra opzione è quella di prendere il treno L7 fino al capolinea di Av. Tibidabo, dove potrete prendere l’autobus 196 o il famoso Tram Blu. Entrambi i mezzi vi porteranno in Piazza Dr. Andreu, da dove parte la funicolare che vi porterà fino al parco tematico.
  • C’è un modo economico e lungo con un percorso complicato. Le diramazioni sotterranee delle linee S1 o S2 della metropolitana di Barcellona portano ai piedi del Tibidabo. La stazione si chiama Peu del Funicular. Da lì parte la funicolare. La distanza è breve, la parte più breve del percorso. All’uscita della stazione della funicolare c’è una fermata dell’autobus. Bisogna aspettare il minibus 111 e prenderlo fino alla cima del Tibidabo.

Attenzione! Il punto è che tutti i trasporti utilizzati in questo metodo sono quelli ufficiali e cittadini di Barcellona. I possessori del pass T-10 possono spendere circa 1 euro per il viaggio se il tempo tra i trasferimenti è inferiore a 1 ora e 15 minuti.

Tempio del Sacro Cuore sulla montagna

Il Tibidabo è la montagna più alta di Barcellona. Sulla sua cima si trovava una piccola cappella costruita con i soldi di una ricca vedova. È sopravvissuta fino ad oggi e a molti sembra un annesso di un nuovo tempio, ma in realtà è il contrario: il tempio è un annesso. La storia è la seguente: la nobiltà della città acquistò anticamente il Tibidabo e lo mise a disposizione di un sacerdote italiano, onorato come santo, che decise di costruire un tempio sulla montagna.

La costruzione del Tempio del Sacro Cuore di Barcellona richiese più di cinquant’anni. Gli architetti furono Enrique Sanier e suo figlio, che continuò il lavoro dopo la morte del padre. La figura bronzea del Salvatore fu realizzata dallo scultore Juzepe Mireta e fu installata nel 1950, 11 anni prima della fine dei lavori. Ai piedi del Salvatore si trova oggi una piattaforma panoramica a pagamento.

All’interno e all’ingresso della Cattedrale del Sacro Cuore di Barcellona si possono ammirare varie vetrate e affreschi. Alcuni degli affreschi raffigurano figure della storia spagnola insieme a personaggi biblici. A pagamento è possibile mettere una candela. Tuttavia, le candele qui non sono accese, ma accendibili: sono elettriche e riutilizzabili. In poche parole, sono lanterne.

Affresco all’ingresso della cripta della chiesa del Sacro Cuore

Lo stile architettonico è dominato da elementi neogotici, bizantini e romani. Per questo motivo la Cattedrale del Sacro Cuore è diventata la più monumentale di Barcellona.

Importante: nella cattedrale si tengono regolarmente delle funzioni. È vietato fotografare durante le funzioni religiose: alle 8.00, a mezzogiorno, alle 17.00 e alle 19.00 di ogni giorno. Per i turisti, la chiesa è aperta dalle 11.00 alle 18.00, 19.00 o 20.00, a seconda del mese, e non si paga l’ingresso.

Consigli e suggerimenti di viaggiatori esperti

  • L’acquisto di una carta di viaggio T-10 può farvi risparmiare molto sugli spostamenti a Barcellona, poiché vi permette di effettuare fino a dieci trasferimenti in un’ora e 15 minuti.
  • Per godersi il panorama dal Monte Tibidabo in silenzio, è consigliabile andarci nel tardo pomeriggio, dopo la chiusura del parco divertimenti.
  • Prima di salire sul Monte Tibidabo, è consigliabile portare con sé abiti caldi. Durante il giorno in cima fa più caldo che in pianura, ma la sera la temperatura scende.
  • Non è consigliabile andare sul Tibidabo tra le 13.00 e le 16.00. Fa molto caldo.
  • Il Monte Tibidabo a Barcellona non è una buona meta per le escursioni, qualunque sia la situazione finanziaria. Le serpentine della montagna che portano alla cima del Tibidabo non sono pedonali e bisogna attraversare i settori privati di Barcellona prima di arrivare in cima.

Non sarebbe fuori luogo ripetere l’invito a visitare il Tibidabo. Come potete vedere, non è difficile arrivarci. E dovete essere preparati: dovrete trascorrere più di un giorno e più di una notte per esplorarne ogni angolo. Osservazione delle stelle, giostre estreme nel Parco del Tibidabo, musei ed escursioni informative, esperimenti di scienze naturali, passeggiate nel Giardino Botanico di Barcellona. È troppo per una sola montagna, ma è così. È questo che la rende attraente, che fa venire voglia di tornare, proprio come Barcellona.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]