Torre Spasskaya (Cremlino di Kazan)

Алан-э-Дейл       04.04.2024 г.

Kazan è una città straordinaria, che attira un gran numero di turisti. Una città che unisce monumenti architettonici e nuovi edifici, le origini dell’Islam e del Cristianesimo. Vale la pena di dire che la convivenza è organizzata su un piano di parità, non c’è oppressione di una fede o di un’altra. Uno dei luoghi interessanti che molti turisti sognano di vedere, non solo in Russia, ma anche in altri Paesi del mondo è il «Cremlino Bianco» (Kazan). Il fatto che sia apparsa un’enorme torre testimonia l’aspetto dell’edificio.

Cos’è il Cremlino di Kazan

Il Cremlino di Kazan, il mito della sua apparizione si perde nell’antichità. Grazie al fatto che il territorio è abbastanza favorevole nelle sue caratteristiche territoriali, l’insediamento è iniziato molto tempo fa. Per costruire una città decisero di strazu i tatari bulgari, che vennero qui per svilupparsi dai luoghi della vecchia Kazan.

Secondo le leggende tatare, la prima apparizione e menzione della città risale al XIV secolo. Nonostante il fatto che Kazan fosse situata territorialmente in modo abbastanza conveniente e fosse un «maneggio» dove era possibile sviluppare bene l’economia. Ma nonostante ciò era piuttosto debole dal punto di vista politico. Gradualmente comparvero il commercio, la cultura e la religione islamica.

Allo stesso tempo, il principato di Mosca si stava rafforzando e, dopo la conquista della città da parte delle truppe russe, Ivan IV ordinò la costruzione del Cremlino di Kazan. Lo zar cercò di distruggere il musulmanesimo come religione e cercò di portare avanti la procedura del battesimo con metodi violenti. Per rafforzare i propri confini, gli zar di Mosca cercarono di renderli sicuri costruendo fortificazioni. Grazie ad esse è apparsa la città di pietra bianca. Parallelamente, si costruivano chiese ortodosse.

Storia del Cremlino di Kazan

L’origine della Torre Spasskaya (Kazan) si trovava 120 metri a est del nuovo edificio. Con la costruzione del Cremlino, divenne parte del suo complesso e le due interessanti strutture iniziarono a coesistere insieme.

Nel XVII secolo, l’intero edificio del Cremlino fu cinto da un muro di mattoni rossi e la città divenne un oggetto strategico a guardia dei confini della Russia. La Torre Spasskaya e il Cremlino di Kazan bruciarono ripetutamente, furono attaccati dai nemici. Tutto questo portò al fatto che periodicamente andarono persi quegli edifici che appartenevano all’epoca della costruzione. Nel 1773, il Cremlino fu attaccato da Emelyan Pugachev. A causa di questo evento, il Monastero della Trinità fu distrutto, così come diverse torri, che in seguito dovettero essere smantellate.

Nel XVIII secolo iniziarono a sorgere nuovi edifici. Tra questi, i più famosi sono il Palazzo del Governatore e la Scuola Junkers. Nonostante la presenza di numerosi architetti durante la costruzione, l’architettura rimase in un’unica direzione, al fine di preservare il significato storico della fortezza e gradualmente il luogo divenne un centro a cui aspiravano persone da tutta la Russia.

Nel 1917, dopo la rivoluzione, si verificarono cambiamenti storici, poiché gli edifici leggendari che erano apparsi in precedenza cominciarono a essere distrutti. Il territorio ospitava il governo, vari ministeri e dipartimenti.

Vista della Cattedrale Spassky

Il 1990 è considerato un anno di svolta nella storia di Kazan. Diventa la capitale del Tatarstan. Si cominciano a organizzare concorsi, mostre museali ed esposizioni.

Fate attenzione! Se fate un viaggio, vale la pena di fare scorta di tempo, perché è semplicemente impossibile vedere tutto in un giorno.

La presentazione e la descrizione del Cremlino di Kazan si trovano sul sito ufficiale del museo. La leggendaria fortezza esiste ancora e ha conservato molti disegni.

Torre Spasskaya

Arrivati al Cremlino e camminando lungo la via centrale del Cremlino, la sagoma di un edificio slanciato — la torre — appare agli occhi dei turisti. È a tre piani e ha un’estremità a capanna. Questa torre è il centro del Cremlino. I monumenti architettonici appartengono ai secoli XVI-XVII.

Se si arriva da Piazza 1° Maggio, si può ammirare la bellezza dell’edificio e vedere tutte le torri che si estendono a est e a ovest. Da quando è stata costruita, la Torre Spasskaya è stata sottoposta a regolari restauri. Per comprendere l’importanza della struttura storica, è necessario innanzitutto familiarizzare con i momenti cronologici.

Torre Spasskaya a Kazan

Nei secoli XVI-XVII fu costruito in pietra e fu uno dei primi ad essere edificato sul territorio del Cremlino, poiché tutti gli altri edifici erano in legno. Il primo e il secondo livello erano costruiti come mura e costituivano strutture difensive. Il rivestimento era in pietra calcarea del Volga. Nel muro c’era un cancello che poteva essere chiuso rapidamente in caso di attacco improvviso del nemico.

  • Nel XVII secolo la torre fu restaurata, poiché vi fu un incendio. Oltre al restauro, si realizzò la sovrastruttura di due nuovi ordini, che erano ottaedrici. E si completò la costruzione dell’edificio a capanna. Ora la sua altezza era di 47 metri. In cima fu installata una campana militare, che rimase qui fino al XX secolo.
  • Nel 1836, Nicola I giunse a Kazan, vide il terribile stato della Chiesa del Salvatore ed emise un decreto per il suo restauro. La decorazione interna della chiesa fu realizzata con l’aiuto di oggetti militari.
  • Nel XIX secolo, la Torre Spasskaya divenne parte integrante di Piazza Ivanovskaya.
  • Nel XX secolo, la cappella qui esistente fu demolita, dalla torre fu rimosso il simbolo dell’aquila bicipite e nel 1930 apparvero su di essa la ben nota falce e martello. Nel 1963, sul basamento apparve un orologio con un’illuminazione che colorò la torre di cremisi.

Per visitare la Torre Spasskaya, è necessario venire nella Repubblica del Tatarstan, a Kazan, e guardare il Cremlino. Questo luogo della città è noto a tutti. Per informazioni, è possibile contattare il personale del Cremlino al numero di telefono +7 843 567 80 01 o +7 843 567 80 74.

Importante: se un turista viene qui per la prima volta, non è necessariamente necessario utilizzare i servizi di un taxi. È possibile raggiungere il Cremlino con i mezzi pubblici.

Come arrivare

Ci sono molte opzioni per arrivare qui con i mezzi pubblici, quindi potete scegliere da soli l’opzione più adatta.

  • Se il turista è arrivato in metropolitana alla stazione «Kremlevskaya», l’ingresso al Cremlino si trova a 100 metri dall’uscita. Basta passare attraverso la Torre Spasskaya per vedere una bellissima struttura storica;
  • Arrivando alla stazione ferroviaria, si può prendere un taxi o semplicemente camminare. La distanza dalla stazione è di 2 chilometri. Percorrere via Chernyshevskogo, dopo aver raggiunto l’incrocio con via Bauman svoltare a sinistra e attraversare la Torre Spasskaya.
  • È possibile prendere un autobus. È necessario recarsi alla fermata «Central Stadium». Per fare ciò è necessario un autobus — № 6, 15, 35, 37 29, 98, 74a, 98. È anche possibile prendere il filobus n. 2. Quando si scende alla fermata è necessario salire le scale che portano all’edificio e girare a sinistra lungo il muro del Cremlino. In autobus è possibile raggiungere la fermata «Ulitsa Baturina». A tale scopo sono necessari gli autobus 89, 89, 22, 28.

L’enorme fortezza è visibile da molti punti della città. Dopo essere arrivati qui, vale la pena di riservare del tempo per considerare tutto ciò che i nostri antenati ci hanno lasciato.

Per considerare tutto e non lasciare nessun luogo senza attenzione, è necessario acquistare una mappa su cui sono segnate tutte le attrazioni. E viaggiare su di essa è molto più facile che camminare da una parte all’altra, senza capire cosa e quando è stato costruito.

Inoltre, sul territorio del Cremlino, ci sono escursioni. Gli interessanti racconti della guida aiuteranno a immergersi nella meravigliosa atmosfera storica della città nel suo complesso.

Negozi di souvenir a Kazan

Fate attenzione! Quando si visita il Cremlino, vale la pena di prestare attenzione al fatto che molti edifici differiscono nello stile di costruzione, ma, nonostante questo, tutto ciò che si trova sul suo territorio, si combina perfettamente.

Informazioni per i turisti

Venendo qui, non si vuole solo vedere la storia dello sviluppo, ma anche portare a casa un pezzo di antichità. Il più delle volte, uno dei regali più popolari è il chak-chak. Ma se un turista vuole mostrare la storia dello sviluppo di Kazan, vale la pena acquistare calamite, stoviglie con l’immagine del Cremlino e molto altro. Soprattutto perché c’è l’opportunità di scegliere regali sorprendenti per i propri cari.

Nei pressi del Cremlino si trova un gran numero di negozi, dove è presente un’ampia scelta di prodotti che raccontano la storia.

  • A 130 metri si trova il negozio «Souvenir del Cremlino», dove potrete scegliere tutto ciò che desiderate. Indirizzo del negozio: Kremlin, 10B;
  • Camminando un po’ in avanti, si può vedere un altro negozio «Kremlin Souvenirs», indirizzo: Kremlin, 12. Il negozio si trova al primo piano di un palazzo di campagna. Il negozio si trova al 1° piano;
  • A 1 67 metri si trova il negozio «A-press plus», indirizzo — Cremlino 1B;
  • Negozio Sahtian, Cremlino 9, 1° piano;
  • A 500 metri di distanza si trova il negozio «Artistic Salon». Indirizzo: via Bolshaya Krasnaya, 14.

Il costo dei souvenir è all’incirca lo stesso, ma varia a seconda della distanza dal Cremlino. Pertanto, su quale negozio fermarsi la scelta spetta solo al turista.

Nota per me stesso. Per considerare l’edificio, i dipinti richiederanno molto tempo. Pertanto, è meglio venire qui al mattino e dedicare il tempo necessario per creare il giusto spazio alle origini e agli eventi storici.

Quando si visita il Cremlino, vale la pena portare con sé una mappa, per non perdersi nella città. È meglio acquistarla presso la tipografia, che si trova in città, perché sono più informative.

Fortezze di Kazan

Sul territorio della città si trova un gran numero di attrazioni. È particolarmente interessante visitare questi luoghi con un bambino per mostrare quanti luoghi interessanti ci sono sul territorio del nostro Paese.

Oltre al famoso Cremlino, è possibile fare un’escursione alla «Vecchia Kazan». Si tratta di un museo naturale — riserva, situato a 45 chilometri dal centro del Tatarstan. Ospita un intero complesso di monumenti architettonici. L’escursione è condotta in diverse lingue.

Attenzione! Sul territorio della «Vecchia Kazan» è possibile partecipare a un corso di perfezionamento, ad esempio per bordare uno zucchetto.

Ci sono strumenti antichi, un complesso artigianale del periodo del Khanato di Kazan.

Questo luogo straordinario, ricco di eventi storici, merita l’attenzione dei visitatori. Sarà interessante sia per i bambini che per gli adulti. E tutti troveranno un luogo da fotografare come souvenir.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]