Trasporto della bicicletta in treno

Алан-э-Дейл       05.04.2024 г.

Trasferirsi in un’altra città non è sempre facile e veloce, soprattutto se si deve trasportare una bicicletta o un altro mezzo di trasporto. Se non potete usare un’auto, non disperate: i rappresentanti delle Ferrovie russe possono aiutarvi, ma è necessario conoscere alcuni aspetti per assicurarsi che il trasporto della bicicletta su un treno non crei problemi.

Situazioni in cui è necessario trasportare un veicolo

Non tutti gli abitanti della Russia dispongono di un’attrezzatura speciale per il trasporto di un veicolo, tanto meno di un’auto a cui è collegato. Per questo motivo, le grandi aziende forniscono i propri servizi di trasporto. Ad esempio, il noleggio di camion e auto. Ma questo metodo è costoso, poiché bisogna pagare l’azienda e l’autista. In questa situazione, c’è l’opportunità di trasportare una bicicletta sul treno a un prezzo basso. In aereo, invece, dovrete pagare un extra per il sovraccarico.

Biciclette in treno

Importante: è la compagnia stessa a stabilire il prezzo per il sovrappeso del bagaglio.

Come fare i bagagli?

Il trasporto di una bicicletta non è possibile senza un imballaggio adeguato. Il veicolo a due ruote può essere collocato nel bagagliaio o nella carrozza. Per facilitare il ripiegamento della bicicletta, è necessario seguire le istruzioni:

  1. Abbassare con cautela il sellino e rimuovere la ruota anteriore.
  2. I pedali devono essere svitati e fissati direttamente all’interno del telaio.
  3. Posizionare la bicicletta sulla copertura. A tal fine, girare il manubrio su un lato, posizionando la ruota posteriore all’interno del telaio.

Non spaventatevi per la difficoltà di smontaggio della bicicletta da trasporto. Anche un viaggiatore inesperto può farcela.

Importante: per l’imballaggio è consigliabile utilizzare coperture speciali per biciclette. Aiuteranno a evitare danni alla bicicletta, graffi e altri inconvenienti. Soprattutto se il viaggio è lungo.

Se non si dispone di una valigia, può andare bene l’involucro per alimenti o il solito modo di avvolgere le valigie in aereo, ma non per i viaggi lunghi. Se avete in programma un lungo viaggio in treno, è consigliabile acquistare una valigia per bicicletta. In vendita ce ne sono anche con maniglie, che facilitano notevolmente il trasporto. Per saperne di più su tutti i vantaggi delle coperture sarà utile consultare un addetto alle vendite in negozio.

Bicicletta sul treno

Trasporto: pagare o non pagare?

Secondo la legge, un passeggero è una persona che viaggia su un treno con un biglietto pagato o un documento di viaggio valido, che si trova sul territorio della stazione ferroviaria, della stazione o del binario passeggeri immediatamente prima o dopo la data di partenza.

Alla stazione ferroviaria, al capolinea o alle fermate, il documento di viaggio (biglietto) del passeggero viene controllato durante il viaggio su un treno suburbano, così come quando il passeggero esce attraverso un punto di controllo del documento di viaggio (biglietto) (se esiste) dopo aver completato il viaggio su un treno suburbano.

Da ciò risulta chiaro solo che un passeggero per spostarsi da un punto all’altro del treno deve acquistare un biglietto di viaggio, che verrà controllato ovunque. La legge e i regolamenti non specificano in alcun modo i diritti e gli obblighi dei passeggeri dei treni.

Tuttavia, c’è un’informazione che tutti coloro che vogliono trasportare la propria bicicletta dovrebbero conoscere.

Diritti del passeggero quando trasporta una bicicletta

Il passeggero ha il diritto di non pagare per il trasporto di una bicicletta sul treno, se il suo peso non supera i 36 kg, ovvero se rientra nei parametri del bagaglio a mano. Allo stesso tempo, le dimensioni del trasporto della bicicletta non devono superare i 180 cm di lunghezza o altezza. La bicicletta deve essere smontata e imballata.

Importante: il trasporto di bagagli fino a 50 kg è consentito con un supplemento (biglietto acquistato). Le tariffe, le regole e i costi possono variare leggermente a seconda della ferrovia.

Obblighi del passeggero nel trasporto di una bicicletta

In base alle norme in vigore sul territorio delle Ferrovie russe, è consentito il trasporto di biciclette senza motore. Devono essere smontate, altrimenti non saranno ammesse nel vagone. Il veicolo deve essere imballato. Vale la pena di prepararsi al fatto che non tutti gradiranno un simile «passeggero» accanto a voi, quindi non dimenticate la cortesia e la calma interiore. La bicicletta non deve occupare più di uno spazio.

È vietato ai passeggeri che trasportano una bicicletta sul treno:

  • Viaggiare senza biglietto. In questo caso è prevista una multa.
  • Trasportare oggetti che possano danneggiare gli altri passeggeri, ovvero sporcare o rovinare le cose degli altri.

Il trasporto extraurbano non viene effettuato da un’unica JSC. Ci sono diverse società coinvolte. L’aspetto più interessante è che, a seconda di ciascuna società, le regole del trasporto possono variare leggermente. Ognuna «interpreta» la legge a modo suo, il che può generare confusione. Si scopre che non esistono regole precise e unificate per tutti, e ogni compagnia può fare del passeggero ciò che vuole.

Attenzione! A seconda del mezzo di trasporto su cui viene effettuato il trasporto, tutto diventa ancora più confuso e interessante. E se vi capita un controllore poco collaborativo, non potrete viaggiare senza problemi.

Cosa aspettarsi: se pagare la bicicletta, acquistare un biglietto o non pagare se il bagaglio è inferiore a 36 kg, ma c’è la possibilità di essere lasciati in qualche stazione. Alcune compagnie aggiungono anche una clausola sulla pulizia della bicicletta. Il concetto di «pulizia» è diverso per tutti. Per alcuni la pulizia è quella che non lascia cadere lo sporco, per altri è una bicicletta perfettamente pulita e lavata, come se provenisse da un negozio. Tutte queste regole si applicano solo alle biciclette assemblate. Non parliamo nemmeno di un veicolo smontato.

Dove metto la bicicletta in auto?

Questa domanda si pone spesso anche ai viaggiatori più esperti.

Attenzione! Il trasporto di una bicicletta dipende non solo dal mezzo di trasporto stesso, ma anche dal tipo di carrozza scelta per il viaggio.

  • Al primo posto in termini di comodità e popolarità c’è il placekart. Se possibile, si consiglia di prenderlo. Il placekart dispone di due veri e propri ripiani per i bagagli. Sono abbastanza spaziosi e comodi. Possono contenere facilmente non una, ma più biciclette. Questo è comodo se si pianifica una gita in bicicletta con la famiglia o con gli amici. È possibile collocare un’altra bicicletta da trasporto tra i ripiani, ma c’è il rischio che possa cadere in qualsiasi momento sulla testa di qualcuno. Posizionare il bagaglio a mano su appositi ripiani in un vagone-pacchi sarà comodo per tutti: conduttori, compagni di viaggio, passeggeri di un veicolo.
  • Al secondo posto ci sono le auto coupé. Non sono molto comode per il trasporto di una bicicletta. C’è un solo portabagagli, visibile proprio sopra l’ingresso. Le sue dimensioni sono piuttosto ridotte e compatte, quindi non è possibile collocarvi più biciclette. Anche una sola bicicletta difficilmente può entrarci. Se si viaggia in uno scompartimento, è consigliabile mettere il veicolo nel bagagliaio, ma vale la pena ricordare il costo aggiuntivo. Ci sono stati casi in cui alcune merci sono «scomparse» dal bagagliaio. Ma si tratta di casi privati.
  • All’ultimo posto in termini di comfort c’è la carrozza comune. Trasportarsi lì non è la soluzione più comoda. È necessario appoggiare la bicicletta sui ripiani laterali, che si trovano lungo i sedili. Per farlo, è necessario smontarla in tutte le sue parti, rendendola il più compatta e piccola possibile. In alcune stazioni ferroviarie sono presenti cartelli con le regole per il trasporto in una carrozza comune, dove ci sono posti a sedere.

Trasporto di una bicicletta sui treni elettrici: regole e obblighi

Il treno elettrico è considerato il mezzo di trasporto più universale per viaggiare. I treni elettrici veloci sono «Sapsan», «Lastochka» e «Strizh». Il problema è che il treno elettrico viene utilizzato solo per brevi distanze. Nei treni elettrici non ci sono posti speciali per trasportare una bicicletta. Pertanto, qui ognuno trova il proprio metodo di trasporto. È consentito usare l’immaginazione e inventare diversi modi di trasporto. Se non volete inventare nulla, ecco alcuni modi:

  • Trasportare una bicicletta in un vestibolo. Per legge, potete mettere la vostra bicicletta in sicurezza nel vestibolo, ma c’è la possibilità che venga «demolita» a una fermata dell’autobus. Per questo motivo è necessario pagare una tassa separata.
  • Potete sistemare la vostra amica bicicletta sul portabagagli sopraelevato, appendendola alla sella. L’importante è assicurarsi che non cada e non si sporchi.
  • Se nella carrozza mancano un paio di posti a sedere (spesso all’inizio o alla fine della carrozza), potete mettere la vostra bicicletta lì.
  • L’ultima opzione per i più pigri: posizionare la bicicletta proprio tra i sedili. Ma ci può essere chi non trova questo metodo di suo gradimento.

È responsabilità del passeggero non disturbare nessuno con il proprio veicolo.

Trasporto di biciclette in treno

Situazioni spiacevoli e come affrontarle

I malintesi possono accadere. Si verificano abbastanza spesso. I conflitti si basano sull’insoddisfazione delle persone o sulle carenze della carrozza. Il modo per risolverli è mantenere la calma ed essere ragionevoli. La cosa principale è guardare la situazione da diversi punti di vista e cercare di capire tutti i partecipanti al conflitto.

Trasportare una bicicletta sul treno può causare molti problemi e difficoltà, ma questo non accadrà se si seguono tutte le raccomandazioni. Il Velodrug sarà un ottimo assistente in un posto nuovo e il viaggio sarà più divertente. Trasportare una bicicletta sul treno sembra una tappa difficile, ma non bisogna spaventarsi. Tutti possono affrontare questo compito.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]