Zoo — San Pietroburgo

Алан-э-Дейл       06.05.2024 г.

Lo zoo di San Pietroburgo ha una lunga storia ed è uno dei primi zoo fondati in Russia. Il suo sviluppo è iniziato alla fine del XIX secolo con l’apertura del giardino zoologico nel Parco Alexandrovsky. Purtroppo l’edificio pre-rivoluzionario non è sopravvissuto fino ad oggi, ma il layout dello zoo di San Pietroburgo è il più vicino possibile all’originale.

Un po’ di storia

Lo zoo di San Pietroburgo ricevette i primi animali nel 1865 grazie ai suoi fondatori e proprietari Julius e Sophia Gebgardt. I loro sforzi hanno portato qui:

  • uccelli esotici per quei tempi — pappagalli;
  • re delle bestie — i leoni;
  • i dominatori delle savane — le tigri;
  • una serie di bestie da preda più piccole;
  • una serie di uccelli acquatici;
  • naturalmente, c’erano anche gli orsi.

Ma l’epoca d’oro dello zoo sulla Gorkovskaya di San Pietroburgo arrivò qualche tempo dopo (a partire dal 1873), quando era di proprietà di Ernest Antonovich Rost, che sposò la vedova Sophia Gebgardt. Egli amava immensamente la sua attività e fece di tutto per la prosperità dello zoo di Pietroburgo. Sotto di lui c’erano quasi 1200 esemplari di vari rappresentanti del mondo animale. Per raccogliere fondi furono aperti un teatro e un ristorante e nel 1879 vi si tenne la prima mostra etnografica.

Il 1887 è un anno tragico per lo zoo di Pietroburgo: muore Sophia Gebgardt. Ernest Antonovich ne continua lo sviluppo fino al 1897, ma a causa del deterioramento della salute si ritira dagli affari e lascia la Russia, trasferendosi a Berlino.

Lo zoo di San Pietroburgo

Dopo 9 anni, lo zoo chiude, per poi essere rianimato da un nuovo proprietario, S. N. Novikov. Nonostante fosse lontano dall’allevamento e dalla zoologia e fosse un artista, questo non impedì a Semyon Nikodimovich di mostrare le sue capacità organizzative.

In sette anni, sotto la sua guida, sono state riparate le vecchie gabbie e ne sono state create di nuove. Fu scavato un ulteriore stagno per gli uccelli acquatici. Gli animali acquistati da Novikov continuarono a deliziare i visitatori per molti anni ancora, ma in un altro Paese, l’URSS. Così, l’elefante Betty fu ucciso da una granata durante il blocco di Leningrado, mentre una femmina di ippopotamo di nome Beauty riuscì a sopravvivere alla guerra.

Dopo la Rivoluzione d’Ottobre, il giardino zoologico fu nazionalizzato e posto sotto il controllo del Consiglio accademico. Sul suo territorio furono istituite la Biblioteca Scientifica e la Parte Zoologica. Una nuova era ebbe inizio quando lo zoo di San Pietroburgo fu trasformato da centro ricreativo per i turisti a centro scientifico ed educativo.

Nel 1929 vi fu aperto il Circolo dei giovani zoologi, tuttora attivo, e in 32 anni fu possibile realizzare un evento senza precedenti per quei tempi: gli orsi polari iniziarono a riprodursi in cattività. Fu grazie alla regolarità della nascita dei cuccioli di orso polare che questo animale divenne l’emblema dello zoo di San Pietroburgo.

Un anno prima dell’inizio della Grande Guerra Patriottica lo zoo celebra il suo 75° anniversario. Per questo evento gli fu fatto un regalo speciale sotto forma di un’aggiunta al territorio di 171 ettari, situato nel parco Udelny. Purtroppo, i piani di espansione non erano destinati a realizzarsi: le truppe della Germania nazista attaccarono l’URSS.

Come il resto del Paese, colpito dalla guerra, anche lo zoo di San Pietroburgo subì le pesanti conseguenze del suo potere distruttivo. Il suo personale continuò a lavorare anche durante il blocco. Naturalmente il numero di animali si ridusse in modo significativo, ma alcune specie sopravvissero e addirittura si moltiplicarono.

Per i residenti di Leningrado durante la guerra, le sue porte erano sempre aperte e venivano organizzate conferenze di visita. L’impresa degli eroi non fu dimenticata nemmeno anni dopo. Questo si riflette nel nome. Nonostante la città abbia da tempo restituito il nome storico, lo zoo continua a essere lo zoo di Leningrado.

Con la svolta della guerra e la rimozione della linea del fronte, iniziò una nuova fase della vita dello zoo: la fase di restauro. Questa fase durò fino al 1951 e nel 1952 lo zoo fu ribattezzato in giardino zoologico. Nel decennio successivo la crescita intensiva continuò, furono introdotte nuove specie di animali, lavorarono centri scientifici. Nel 1965, anno del centenario, lo zoo di Leningrado occupava un posto di primo piano tra gli altri in tutta l’URSS.

Il centenario fu segnato da un aumento significativo del numero di animali. Tuttavia, molti degli edifici erano in cattivo stato di manutenzione, il che rese necessaria la ricostruzione, iniziata due anni dopo. Secondo il piano, le vecchie strutture dovevano essere sostituite con altre nuove, il che comportò la perdita di molti esemplari di valore. Gli ippopotami furono trasferiti allo zoo di Kiev, gli elefanti a Tashkent e i rinoceronti a Grodno.

La ricostruzione si trascinò e nel 1988 erano stati costruiti solo otto oggetti. Con il crollo dell’Unione Sovietica, ci furono interruzioni nei finanziamenti, che rallentarono la costruzione, ma la situazione cambiò con l’inizio del terzo millennio. Si decise per una riorganizzazione completa. Lo zoo di San Pietroburgo, secondo il piano, sarà pienamente conforme a tutte le norme europee.

Giardino zoologico di San Pietroburgo

Orari di apertura dello zoo di Leningrado

È possibile recarsi allo zoo di San Pietroburgo in qualsiasi giorno della settimana.

L’orario di apertura va dalle 10.00 alle 20.00.

I biglietti si acquistano nel padiglione dell'»Exotarium». L’apertura è alle 11.00.

Attenzione. La biglietteria chiude alle 19:00, cioè esattamente un’ora prima della chiusura dello zoo.

Se il tempo è favorevole, è possibile visitare il maneggio, aperto il sabato e la domenica e nei giorni festivi dalle 11:00 alle 18:30, e nei giorni feriali dalle 12:00 alle 18:00.

Lo Zoo dei bambini accoglie i visitatori tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.45. La pausa è dalle due alle tre del pomeriggio. Il caffè «Allo zoo dei bambini» apre un’ora più tardi e chiude alle 19:30.

Lo zoo di San Pietroburgo ha il suo sito web ufficiale, dove vengono presentati i prezzi, le informazioni aggiuntive e molto altro. È possibile consultare le informazioni necessarie online.

Programma estivo gratuito

Gli abitanti dello zoo di Leningrado

L’elenco completo degli animali è disponibile sul sito ufficiale all’indirizzo www.spbzoo.ru/o_nas/zhivotnye/. Tutti gli animali possono essere visti durante una visita personale o richiedendo i servizi di una guida. Agli ospiti vengono offerti i seguenti tipi di escursioni:

  • È possibile apprendere interessanti dettagli sulla storia dello zoo ordinando un giro turistico della durata di un’ora. Sarà inoltre possibile vedere specie rare di animali. L’itinerario è soggetto a variazioni in base alla stagione e alle condizioni meteorologiche.
  • È previsto un tour di un’ora dedicato a scolaresche e studenti, che parlerà dei mammiferi, del loro stile di vita, solleverà domande sulla conservazione di specie rare e mostrerà molti degli animali dello zoo.
  • Gru, cinciallegre e passeri possono essere visti in un tour che racconta l’enorme numero di uccelli piumati presenti sulla Terra, il loro modo di vivere e la loro capacità di adattarsi a qualsiasi ambiente. I rapaci — aquile, falchi, avvoltoi, ecc. saranno la decorazione della rassegna più interessante.
  • La regione di Leningrado è piuttosto ricca di diverse specie di animali. Nello zoo sono state raccolte le seguenti specie: alci, lepri artiche, volpi, lupi. Il mondo degli animali da penna è rappresentato dai gufi. L’escursione sarà interessante sia per i bambini che studiano nelle classi inferiori, sia per gli studenti.
  • In un’unica panoramica si possono vedere i rappresentanti del mondo animale delle latitudini settentrionali e tropicali: giraffe e renne, orsi bruni e polari. Molte delle informazioni più interessanti saranno raccontate in una rassegna di un’ora sotto la guida di una guida professionista.
  • Purtroppo molti animali scompaiono dal nostro pianeta senza lasciare traccia. Lo zoo di Leningrado offre la possibilità di osservare quelle specie che vivono sull’orlo dell’estinzione e che sono elencate non solo nel Libro Rosso della Federazione Russa, ma anche sotto la protezione di organizzazioni mondiali. I visitatori potranno vedere i cavalli di Przewalski e gli orsi polari, rari rappresentanti di gru e irbischi. Il gioiello di questo breve viaggio sarà la tigre dell’Amur.
  • Molti bambini conoscono gli animali per la prima volta attraverso le fiabe. Quanto è diversa la loro vita nelle fiabe da quella reale? Questo è ciò che potrete scoprire durante l’escursione «Animali nella vita e nelle fiabe». I bambini impareranno a conoscere orsi, lupi, oche e lepri. La guida parlerà anche di volpi e scimmie. Naturalmente, tutti questi animali saranno mostrati di persona.
  • Non solo i bambini, ma anche gli adulti potranno fare un giro dello zoo parlando dei predatori. Durante l’evento sarà possibile vedere lupi, leopardi, orsi e puma. Un incontro indimenticabile con il re delle bestie: il leone. Naturalmente, qui è esposto anche il simbolo della Russia, l’orso.
  • Adulti e bambini amano le scimmie, naturalmente anche solo guardarle è interessante. Ma durante l’escursione è possibile preparare il cibo per loro! Lo zoo ospita gibboni, lemuri e saimiri.
  • Le profondità dell’oceano ci nascondono molte cose interessanti. È possibile aprire il velo del mistero viaggiando attraverso l'»Exotarium». Qui tutti possono vedere pesci e invertebrati rappresentanti delle profondità marine. Sono esposti anche tartarughe, coccodrilli, serpenti e lucertole.
  • Il nostro mondo è pieno di animali diversi. I continenti hanno una flora e una fauna diverse. Imparate a conoscere le differenze in una panoramica pensata per i ragazzi delle scuole. Guanaco, giraffe e molti altri rappresentanti del mondo animale faranno la gioia degli studenti. I marsupiali saranno una decorazione.
  • Come è diventato lo zoo? Lo scoprirete nell’affascinante storia della sua formazione e degli anni di vita durante la Grande Guerra Patriottica. L’escursione sarà interessante per diverse fasce d’età grazie alle colorate esposizioni.
  • I miti, le leggende e le fiabe dei popoli del mondo non fanno a meno degli eroi animali. Durante l’escursione i bambini potranno ascoltare miti e leggende e conoscere i loro eroi: serpenti, gufi e rappresentanti delle voranovae.
  • Se chiedete a un abitante della Russia chi è il simbolo della saggezza, la risposta sarà — il gufo, ma è tutt’altro che vero, perché in diversi popoli può essere un serpente, un corvo e un rappresentante del mondo animale del tutto inaspettato. Per conoscerli tutti, e per vedere tutto con i propri occhi, si può fare una passeggiata «Animali — simboli di saggezza».
  • Esistono molti miti non veri sugli animali. Durante l’escursione, agli scolari verranno raccontate molte cose interessanti su serpenti, coccodrilli, corvi, gufi e furetti. Tutti potranno imparare come vivono, cosa mangiano e in cosa la gente si sbaglia, parlando di loro.
  • Percorrere i «sentieri delle renne» è possibile grazie al tour, che racconta la vita degli animali dell’estremo Nord. Oltre alle renne, gli ospiti dello zoo possono conoscere gufi polari, lupi e orsi polari.

Dove si trova lo zoo e come arrivare allo zoo di San Pietroburgo

Il leggendario zoo di Leningrado si trova nella parte storica della città, nel quartiere Petrogradsky. È possibile trovare il percorso sulla mappa del navigatore inserendo l’indirizzo di Alexandrovsky Park, casa 1. Si deve entrare nel parco da Kronverksky prospect.

Non sarà un problema arrivare qui con i mezzi pubblici:

  • Se prendete la metropolitana, potete scendere alla stazione «Gorkovskaya» o «Sportivnaya» — sono rispettivamente le diramazioni blu e viola. Lo zoo è ugualmente distante da esse.
  • I tram n. 6 e n. 40 arrivano alla fermata «Zverinaya Street».
  • È possibile arrivarci anche in auto o chiamando un taxi.

Prezzi dei biglietti

Quanto costa un biglietto per lo zoo di San Pietroburgo? Sul sito ufficiale sono elencati i prezzi per le diverse categorie di cittadini. Quando si acquistano i biglietti, si può contare su una serie di vantaggi, inoltre vengono spesso distribuiti coupon con sconti. In generale, il 4 agosto 2018 erano in vigore i seguenti prezzi:

  • Per un adulto, il biglietto costa 500 rubli;
  • scuola, il costo del biglietto è di 200 rubli e per gli studenti di 300 rubli;
  • i pensionati, i veterani e i liquidatori dell’incidente di Chernobyl e i disabili possono passare pagando 100 rubli alla cassa;
  • i disabili del primo gruppo, le famiglie numerose, gli eroi della Federazione Russa e dell’URSS, i veterani della Grande Guerra Patriottica non pagano l’ingresso allo zoo.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito

Zoo di Leningrado a San Pietroburgo

Zoo di San Pietroburgo — sito ufficiale

Oltre alle informazioni sugli orari e sui prezzi dei biglietti, sul portale è possibile scoprire molte cose interessanti. Ad esempio, vedere la mappa dei percorsi o le foto, trovare maggiori informazioni su eventi aggiuntivi, ecc.

  • L’indirizzo del sito web ufficiale è http://www.spbzoo.ru;
  • ordinazione biglietti +7 (812) 233 26 54;
  • contattare la segreteria +7 (812) 232 82 60;
  • 232-82-60 o 232-82-60 in servizio;
  • 8-921-576-88-32 in servizio.

Ricco di storia, lo zoo di San Pietroburgo ha attraversato molti alti e bassi, ma nonostante tutto continua a deliziare i visitatori con storie interessanti e la possibilità di osservare animali curati e bellissimi. È impossibile, trovandosi nella capitale del Nord, non visitare lo zoo. I residenti della città sono invitati a festeggiare qui un compleanno, un matrimonio o una vacanza in famiglia. Un animale malato sarà visitato volentieri nella clinica veterinaria. Ma perché aspettare un’occasione? Potete semplicemente venire e ordinare un servizio fotografico con gli animali! Non c’è bisogno di aspettare, perché potete chiamare subito.

Гость форума
От: admin

Эта тема закрыта для публикации ответов.

[yarpp]